La Sirenetta usciva nelle sale italiane il 9 novembre del 1990

Uscito nelle sale americane il 17 novembre del 1989, La Sirenetta faceva il suo debutto nei cinema italiani il 9 novembre del 1990. Ariel, per noi, compie oggi 30 anni!

Tra le principesse Disney più amate della storia, La Sirenetta fu l’ultimo film della Casa di Topolino ad utilizzare il tradizionale metodo di animazione con le cels dipinte a mano e potè contare sullo storico supervisor Glen Keane, che curò ogni dettaglio del numero musicale “Part of your world”.

Liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen – che nella sua versione originale descrive una storia decisamente più drammatica -, La Sirenetta ha sancito definitamente la rinascita del mondo animato da Disney, regalando a spettatori grandi e piccini scene iconiche. Un pizzico di romanticismo, diversi momenti ironici e indimenticabili alcune battute, ancora oggi citate e apprezzate.

Abbiamo provato a stilare una piccola classifica che ci guiderà in fondo al mar, tra arricciaspiccia e soffia bla-bla, tra incantesimi e canzoni indimenticabili.

Il concerto mancato

La favola magica della principessa sirena Ariel – insieme ai suoi deliziosi aiutanti Sebastian e Flounder e alla strega del mare Ursula – è un mondo stupendo che ci invita a cantare dai primi minuti. Per comprendere l’animo ribelle della protagonista, è proprio con un numero musicale che gli sceneggiatori sorprendono gli spettatori. Qui, facciamo la conoscenza delle figlie di Tritone, sorelle della più piccola principessa del mare: Aquata, Andrina, Arista, Atina, Adella e Alana; otteniamo qualche informazione in merito al passato di Sebastian (granchio musicista) e capiamo quanto sia difficile star dietro a una sognatrice adolescente come Ariel, che non si presenta al concerto facendo disperare il Re Tritone e Sebastian. Il primo dei tanti brani è allegro, breve e spensierato. 

“E poi è arrivato quel gabbiano…”

Scuttle merita un capitolo tutto suo. Tra i più esilaranti aiutanti del mondo Disney, ci ha regalato perle preziose come l’arricciaspiccia, il soffia-blabla, la sbadataggine di un uccello caratterizzato per far divertire. Stonato come una campana, è colui che fornisce ad Ariel informazioni sul mondo umano, ma è anche colui che la salva, alla fine del film, ritardando le nozze tra Eric e Vanessa, che altri non è che la perfida Ursula. 

Parte del tuo mondo

Sogno di tutti i bambini nati tra il 1985 e 1995, e forse ancora dopo. Tutti hanno desiderato di volteggiare come una sirena leggiadra e con i capelli folti, di avere come migliore amico Flounder e di conservare una collezione di oggetti esclusivi tra gli abissi. Ariel, adolescente con la testa tra le nuvole, capisce ben presto che il suo futuro non è solo legato al mare: lei vuole far parte del mondo umano. “Parte del tuo mondo”, tra le canzoni più conosciute di tutta la filmografia Walt Disney Studios, è tra i numeri musicali più toccanti mai visti, una scena concepita nel 1989 ma contemporanea più che mai. 

Ursula, la triste anima sola

La Sirenetta vanta uno dei villain Disney più detestati/amati della storia. Ursula, la strega del mare, è infida, crudele, malvagia, vendicativa, raffinata, vanitosa e avida di potere. Sfrutta le debolezze degli abitanti del mare per raggiungere i suoi scopi, e così che riesce ad ottenere la voce di Ariel. Tra Pour Unfortunate Souls e la scena in cui trasforma la sirenetta in un’umana, Ursula è diventata ormai un’icona di malvagità, imitata e citata da cosplayer di tutto il mondo. 

Il Principe Eric

L’aitante principe Eric è l’uomo dei sogni. Facciamo la sua conoscenza da subito, mentre è in cerca dell’amore della vita e viaggia per mari con la sua nave e i suoi marinai. Di tutte le scene che lo vedono protagonista, abbiamo scelto di ricordare quella dell’incontro sulla spiaggia, dopo il naufragio e il salvataggio di Ariel. “Una ragazza mi ha salvato!”. Nessuno sembra credergli, ma lui sa che la donna che ha sempre sognato è “lì, da qualche parte”. 

La Sirenetta e l’arriccispiccia

Dopo aver ceduto alla tentazione e dopo aver firmato un patto con Ursula, Ariel diventa umana e viene salvata proprio da Eric, con l’aiuto del fedelissimo cane Max. Durante un pranzo a palazzo, in cui La Sirenetta sfoggia un outfit meraviglioso – un abito d’altri tempi, voluminoso e rosa – si ritrova a tavola con l’elemento chiave del film: l’arriccispiccia. Seguendo i consigli del gabbiano Scuttle, la utilizza come spazzola in una scena esilarante che si conclude con un pizzico di dolce imbarazzo. 

Les poissons

Questa scena non ha bisogno di presentazioni: un granchio è scappato e il grande chef Louis non riesce a spiegarselo. Ne nasce una canzone ibrida, tra l’italiano e il francese che osanna la novelle cuisine, les Champs Elysées e Maurice Chevalier! Risultato: Sebastian riesca a farla franca ma la cucina no. 

I numeri musicali di Sebastian

Il granchio Sebastian è il coprotagonista più importante de La Sirenetta. E lo è sia dal punto di vista della storia sia dal punto di vista musicale. Ben piantato nella nostra mente è il brano In fondo al mar, dove possiamo godere di tutte le meraviglie del mare e dell’estro del compositore Alan Menken. Ancora più romantica è la ballata Baciala. Canzoni che hanno segnato la nostra infanzia e che vengono ancora oggi canticchiate da bambini di tutte le età. 

Il grande cuore di Tritone

Ariel ha sedici anni e, come tutte le adolescenti del mondo, ha un rapporto conflittuale con il padre. La storia de La Sirenetta può essere dunque tradotta in questi termini: un coming-of-age che porta alla consapevolezza di sé. Tritone, sconvolto per aver perso la moglie proprio a causa degli umani – informazione che possiamo reperire guardando il film La Sirenetta: Quando Tutto Ebbe Inizio -, ha vietato ogni contatto con la superficie, ma il suo grande cuore di Re e di padre cedono quando si accorge che Ariel è davvero innamorata di Eric, trasformandola per sempre in umana e approvando le nozze con il principe. Avete già preso i fazzoletti? 

Il live-action de La Sirenetta

La Sirenetta sarà anche una rivisitazione in chiave live-action dell’amatissimo classico d’animazione. Nel team dei produttori ci saranno Marc Platt, il regista Rob Marshall, John DeLuca e Lin-Manuel Miranda, che si occuperà inoltre della creazione dei nuovi brani musicali in collaborazione con Alan MenkenHalle Bailey sarà la principessa del mare Ariel. Ancora non del tutto noti i nomi degli altri attori e la data di uscita del film.