WANDAVISION – LA SERIE MARVEL STUDIOS – ARRIVERÀ SU DISNEY+ IL 15 GENNAIO

Inizialmente attesa per fine 2020, l’attesissima serie Marvel Studios debutterà su Disney+ il 15 gennaio 2021. Anno nuovo, vita nuova, insomma. 

Per il lancio della data d’uscita, Marvel/Disney hanno svelato il nuovo motion poster con protagonisti i personaggi del MCU, Wanda e Visione, in un nuovo intrigante contesto. Eccolo:

Cosa sappiamo su WandaVision?

Col passare dei mesi, a seguito dell’annuncio di WandaVision, sono stati due gli elementi che più avevano interessato il pubblico: il collegamento con il nuovo film di Doctor Strange firmato Sam Raimi e l’idea che questa serie televisiva avrebbe avuto i toni della classica sitcom americana. Quest’ultima caratteristica non è solo stata confermata dal primo trailer e dalle immagini in rete, ma, secondo EW, WandaVision è stato girato di fronte a un pubblico in studio dal vivo, proprio come le tradizionali sitcom multi-camera. Il pubblico si è seduto davanti al set, facendo sembrare la produzione come uno spettacolo teatrale a volte. Ovviamente, tutti i membri del pubblico presenti hanno dovuto firmare accordi di non divulgazione molto rigidi per non rovinare nessuno dei contenuti dello spettacolo. 

La serie, come ampiamente mostrato da foto di scena e dal trailer, presenterà immagini in bianco e nero ed ambientazione anni ’50. Inoltre, l’aggiunta delle classiche risate fuori campo – che ora sappiamo essere reali-, aggiunge un valore profondo alle immagini che scorrono sullo schermo, in quanto, contrariamente allo scopo classico delle stesse, donano alle scene un’atmosfera inquietante sottolineando momenti di tensione che con la goliardia che rappresentano da sempre non hanno nulla a che spartire.

UNA STREGRA MANIPOLATRICE O UNA VITTIMA DEL SUO AMORE?

Una realtà mutevole e talvolta paradossale sarà la colonna portante del racconto. Gli enormi poteri di Wanda Maximoff – nel Marvel Cinematic Universe –  sono stati fino ad oggi solo accennati, eccezion fatta per lo scontro con Thanos nella battaglia finale di Avengers: Endgame.

Presentata come la sorella “inquietante” del ragazzo molto veloce in Avengers: Age of Ultron, ha messo a disposizione le sue capacità per le missioni dei Vendicatori con risultati alterni senza mai esporsi se non nei momenti più critici. Gli appassionati chiedono da tempo che la “Scarlet Witch” dei fumetti venga finalmente “liberata” nel Marvel Cinematic Universe, rendendo il giusto omaggio ad una strega data di poteri immensi.

In queste prime immagini, la Casa delle Idee ha regalato al pubblico di vecchia data un assaggio di questi poteri oltre a mostrare, probabilmente inserendolo come vestito carnevalesco, il vestito classico indossato da Wanda nei fumetti.

Non sono solo gli indumenti classici (indossati in uno spezzone del trailer anche da Visione) ad attirare l’attenzione dei fan storici. L’etichetta “Maison du Mepris” sulla bottiglia “fluttuante” è un chiaro tributo alla celebre run fumettistica “House of M” di cui Scarlet è protagonista.

Una grande importanza viene ricoperta dalla scena in cui Wanda e Visione cullano due neonati. Pur partendo dall’assunto che il mondo “creato” da Wanda sia finalizzato al raggiungimento della propria felicità, questo non esclude la futura esistenza dei due neonati che, seguendo la storia dei fumetti, potrebbero essere Billy e Tommy, meglio conosciuti come Wiccan e Speed, ovvero due elementi di spicco dei Giovani Vendicatori.

Un solo grande quesito resta irrisolto in queste prime immagini, WandaVision rappresenterà il mondo perfetto desiderato da Wanda del quale lei è artefice consapevole o si tratta di una realtà creata inconsciamente dalla stessa a causa del profondo dolore provato in passato di cui anch’essa è vittima involontaria?

Sinossi

WandaVision unisce televisione classica e Marvel Cinematic Universe e vede protagonisti Wanda Maximoff e Visione, due individui dotati di super poteri che conducono vite di periferia idealizzate, che iniziano a sospettare che ogni cosa non sia come sembra. La nuova serie è diretta da Matt Shakman mentre Jac Schaeffer è il capo sceneggiatore.