Oggi, si accendono le luci sulla settima edizione del Fashion Film Festival Milano 2021, un’edizione rinnovata e completamente online.

Da oggi, 13 gennaio, e fino al 18 gennaio 2021, prende il via la settima e rinnovata edizione del Fashion Film Festival di Milano. La kermesse, fondata e diretta da Constanza Etro, celebra il connubio fra moda e cinema, e apre la sua Rassegna ricca e articolata con un format completamente digitale.

La nuova formula permetterà a tutti gli amanti del genere di seguire il festival comodamente da casa, e il pubblico avrà un ruolo molto importante: sarà chiamato a decretare l’opera che si aggiudicherà il “People’s Choice Award”.

FASHION FILM FESTIVAL 2021 | IL PROGRAMMA

Il programma, frutto di una selezione di migliaia di fashion film pervenuti da oltre 60 nazioni, è composto da una rassegna ufficiale di opere estrememente eterogenee. Naturalmente, non mancano i grandi nomi, ma molto spazio sarà dato anche ai filmaker esordienti e alla sperimentazione.

E anche sul fronte della giuria, Fashion Film Festival Milano 2021, mette in campo un team di personaggi eterogeneo e originale, ma con un comune denominatore: la massima autorevolezza nel proprio territorio culturale.

Perliamo di:  

  • Tim Yip (presidente), Regista, Art director e costumista, vincitore di un premio Oscar per le scenografie de “La Tigre e il Dragone”
  • Lachlan Watson, giovane attore americano non-binary, attivista LGBTQI+, tra i protagonisti della serie TV Sabrina
  • Marcelo Burlon, stilista, creatore del brand “County of Milan”
  • Anna Dello Russo, fashion icon, giornalista, influencer
  • Milovan Farronato, artista, curatore ed editore
  • Javier Goyeneche, fondatore del marchio sostenibile Ecoalf
  • Margherita Missoni, fashion designer
  • Paolo Roversi, fotografo
  • Elizabeth Von Guttman, fondatrice di System Magazine
  • Tamu McPherson, fotografa, influencer

Foto: Dior

ANTICIPAZIONI:  

La settima edizione si svilupperà su tre piattaforme in contemporanea: quella di Camera Nazionale della Moda Italiana (fashionfilmfestivalmilano.cameramoda.it), il sito ufficiale del Festival (fashionfilmfestivalmilano.com) e la prestigiosa piattaforma di streaming cinematografico MyMovies.it. Sarà possibile visionare i lavori dei grandi nomi del cinema come Matteo Garrone che racconteranno con il linguaggio cinematrografico le storie che coinvolgono sia le più celebrate Maison come Dior, Gucci, Hérmes, Fendi, Trussardi, Burberry , sia i talenti emergenti e sperimentali.

Inoltre ogni giorno, sulla piattaforma fashionfilmfestivalmilano.cameramoda.it ci sarà una sezione speciale dedicata al Made in Italy e alla creatività italiana “The World of Italian Fashion Films”, 6 Conversazioni con personaggi di spicco, 5 Premier di Lungometraggi e i due progetti speciali ormai pilastri della sezione Fuori Concorso: #FFFMilanoForGreen dove il Festival continua la sua missione di promuovere ed educare verso la sostenibilità per il quinto anno, dando spazio alle realtà, ai designer e alle istituzioni che sono in prima linea per supportare uno stile di vita sostenibile. Inoltre #FFFMilanoForWomen: un’altro importante progetto che da anni caratterizza il Festival dove si promuove e sostiene il talento femminile, dando spazio e voce a progetti sociali, registe, designer, imprenditrici e attiviste.

Fashion Film Festival Milano quest’anno, abbraccerà tutte le nuove sfide con lo spirito resiliente, inclusivo e democratico che da sempre la caratterizza, portando avanti un messaggio per il mondo di unità attraverso la libertà di espressione creativa.

“Il Festival rappresenta un punto di riferimento internazionale per il mondo di moda e cinema, un trampolino di lancio per i giovani talenti, rappresentando in tutto il mondo un riferimento per questa relazione di arricchimento che da sempre è un pilastro del linguaggio cinematografico”. Afferma Constanza Etro. “Quest’anno più che mai il Fashion Film Festival Milano farà parlare la moda con un linguaggio diverso. Non solo “celebrazione” del talento delle maison, ma specchio della società. Racconteremo un “fashion system” che affronta i grandi temi sociali. Che non è più chiuso ed elitario, ma “in ascolto” rispetto a territori come gender equality, ambiente e inclusione, di cui si fa interprete”.

Seguirete il Fashion Film Festival? Fatecelo sapere nei commenti!