Una mostra a tratti interattiva che celebra il rapporto tra cinema e fotografia: vi presentiamo Photocall, ora al Museo del Cinema!

La cultura cerca di riappropriarsi dei suoi spazi. E Torino riparte da qui, dalla mostra PHOTOCALL. Attrici e attori del cinema italiano, in programma al Museo Nazionale del Cinema di Torino dal 20 luglio 2021 al 7 marzo 2022. Uno spazio espositivo pensato per sottolineare l’importanza del legame tra fotografia e cinema, e lo fa raccontando oltre un secolo di cinema italiano attraverso i volti dei protagonisti che lo hanno reso famoso in tutto il mondo.

Cinema e fotografia: eterno amore

La Mole Antonelliana, già storica sede del museo, diventa ancora di più tempio della Settima Arte, con un viaggio nella memoria filtrato dall’obiettivo della macchina fotografica che, tra ritratti in studio e scatti rubati, foto di scena sul set o sul red carpet e servizi giornalistici, ripercorre oltre un secolo di vita cinematografica e sociale d’Italia.

Si parte dal contemporaneo e si termina con le icone del divismo dell’epoca del cinema muto. E non è un percorso evolutivo solo per l’arte, lo è anche per la figura del fotografo: da maestranza a paparazzo, da artista a cultore della moda, egli interpreta l’interazione cinema-fotografica grazie al suo rapporto simbiotico con l’attore, diventando un po’ la lente dello spettatore.

Foto: Museo del Cinema – Torino

Oltre 250 riproduzioni fotografiche fine art, 71 stampe originali e più di 150 scatti presenti nellevideogallery: questi i numeri della mostra che espone preziosi materiali conservati negli archivi del Museo (cartoline originali, apparecchi fotografici, brochure, riviste d’epoca) insieme a opere di fotografi, collezionisti privati, agenzie, enti e istituzioni italiane come il Centro Sperimentale di CinematografiaCineteca Nazionale, la Cineteca di Bologna, l’Istituto LuceCinecittà, Rai Cinema, la Film Commission Torino Piemonte e l’Archivio Centro Cinema Città di Cesena.

PHOTOCALL: IL MOMENTO “MY RED CARPET”

La mostra si sviluppa nell’Aula del Tempio, cuore del Museo Nazionale del Cinema. I due grandi schermi propongono un montato realizzato da Rai Cinema che raccoglie momenti di red carpet nei festival più famosi al mondo. Sotto gli schermi trova posto uno sfavillante Tappeto Rosso, un’installazione con le fotografie di Sabina Filice, che racconta il momento più glamour e mondano di ogni festival cinematografico, che fa sognare ad occhi aperti. E perché questo sogno si avveri, in fondo al Red Carpet la gigantografia di un gruppo di fotografi torinesi accoglie i visitatori tra flash lampeggianti. Basta girarsi e farsi un selfie, immaginando di essere una grande star. 

Foto: Museo del Cinema – Torino

Le sezioni della mostra

PHOTOCALL prosegue dal tempio centrale, sviluppando la sua anima espositiva alla base della rampa elicoidale che caratterizza l’interno della Mole. Da qui, partono le quattro sezioni: Attrici e attori contemporanei, Dive Pop, Icone della rinascita e Ritratto d’autore e Nascita del Divismo.

Al termine delle quattro sezioni, un intero piano è dedicato a sei approfondimenti tematici: oltre le proiezioni e le video gallery, vi sono progetti artistici intorno alla stretta e complessa relazione tra fotografo, attore e cinema. Tra questi, Sguardi D’Attore di Stefano Guindani, il concorso per fotografi di scena CliCiak Scatti di cinema, Prove di Libertà di Riccardo Ghilardi e le preziose Giant Polaroid originali messe a disposizione da Claudio Canova. L’ultima stanza, Peep Show, è un omaggio al “mago del nudo” Angelo Frontoni.

Il percorso di mostra si conclude al piano zero della Mole con la sezione Backstage!, con fotografie scelte con Film Commission Torino Piemonte: una selezione di scatti d’autore che vuole raccontare la magia e la complessità dei set cinematografici, insieme alle tante professionalità che li compongono. Quattordici scatti e alcuni importanti attori e attrici che hanno contribuito, nei vent’anni di attività della Fondazione, ad accendere i riflettori su Torino e il Piemonte. All’esterno, sulla cancellata della Mole Antonelliana una proposta forse un poco inusuale: i fantasiosi e colorati collage brividopop realizzati da Marco Innocenti.

La mostra si estende ancora nel cortile del Rettorato dell’Università di Torino, dove dieci immagini di grandissimo formato, tratte dall’importante archivio di Angelo Frontoni, ritraggono insieme celebri coppie del cinema italiano.

Guarda la presentazione della mostra nelle nostre
INSTAGRAM STORIES!