In occasione dei vent’anni dalla sua uscita in sala, torna al cinema il primo film della saga di Harry Potter

Pare strano da dire ma sì, sono passati vent’anni dalla primissima proiezione mondiale di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Per festeggiare questo importante traguardo la Warner ha deciso di riportare al cinema il film, facendo la gioia di milioni di fan. Un vero e proprio regalo di Natale in anticipo, che si potrà scartare dall’8 al 12 dicembre in moltissime sale italiane. Pronti a sfoderare le bacchette?  

L’inizio della saga cinematografica

Nel 2000 i romanzi della Rowling erano già un successo globale, quindi quando si è cominciato a ipotizzare una trasposizione cinematografica si era ben consapevoli della portata del fenomeno. Di fatto Harry Potter e La Pietra Filosofale è il film che ha dato inizio a una delle saghe cinematografiche più epiche di sempre. E pensare che sarebbe dovuto essere un cartone animato…

Ebbene sì, durante la fase di progettazione era stata presa in considerazione l’idea di fare di Harry Potter una serie di film di animazione e di inglobare in un unico lungometraggio i primi tre romanzi. Pare che tra i promotori di questo progetto ci fossero anche Steven Spielberg e la sua casa di produzione Dreamworks. Fortunatamente J.K. Rowling non ha appoggiato l’idea.

La scrittrice è stata molto partecipe nelle fasi di ideazione del primo film perché voleva che tutto fosse come se l’era sempre immaginato. Un’altra occasione in cui ha contribuito attivamente è stata quando Robin Williams, grande fan dei libri, ha provato ad ottenere la parte di Hagrid ed è stato gentilmente rifiutato perché Rowling voleva che tutti gli attori fossero britannici.

In quel periodo entrare a far parte del cast di Harry Potter e la Pietra Filosofale era considerato un vero colpo di fortuna perché si era ormai capito che la saga sarebbe stata un successo senza precedenti, in grado di cambiare la vita a un’intera generazione.

Pensate che Richard Harris, l’attore che ha interpretato Silente nei primi due film, ha accettato quel ruolo perché sua nipote, una piccola Potterhead, lo minacciò di non rivolgergli più la parola se non l’avesse fatto. Chi può darle torto!

Un film che ha fatto la storia

L’uscita in sala del primo film della saga ha reso ancora più esplicita la portata globale del fenomeno Harry Potter. Quel dicembre 2001 adulti e bambini di tutto il mondo hanno riempito cinema e reso sold out qualsiasi sala per poter finalmente vedere con i loro occhi il mondo magico che fino a pochi mesi prima potevano solo immaginare.

Prima di scrivere questo articolo ho voluto parlare con i miei conoscenti per capire cosa avesse significato per loro la prima visione di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Sono rimasta molto sorpresa dal fatto che tutti si ricordano perfettamente quel momento, quasi come fosse un fatto storico importante.

Alcuni sono andati al cinema con i genitori, per altri è stata addirittura la prima volta in una sala cinematografica, altri ancora ci sono andati travestiti da maghi o streghe. Ma la cosa impressionante è che per tutti rimane un ricordo vivido, anche se poi con il passare degli anni l’interesse nei confronti della saga è andato a scemare.

Conosco una persona che all’epoca ha trascinato al cinema suo padre per festeggiare il suo decimo compleanno insieme a Harry Potter. Questa stessa persona tra pochi giorni compie 30 anni e ha deciso di festeggiarli proprio rivedendo quel film per la milionesima volta.

Sono passati vent’anni e per lei non è cambiato assolutamente nulla, anzi probabilmente oggi l’emozione di vedere Harry Potter e la Pietra Filosofale al cinema è ancora più forte.

Il legame che questo film è riuscito a creare con le persone che nel 2001 avevano circa 10 anni è davvero singolare e in moltissimi casi indissolubile.

Sarà che si tratta di una saga generazionale che ci ha accompagnato nelle diverse fasi della vita. Sarà che molti di noi si sono identificati in Harry perché si sentivano diversi da ciò che li circondava. Sarà che tante persone avevano bisogno di un posto come Hogwarts in cui poter continuare a sognare.

La verità è che Harry Potter e la Pietra Filosofale è stato esattamente ciò di cui un’intera generazione aveva bisogno: pura magia. Quella magia che non finisce mai, nemmeno quando cresci, nemmeno quando la vita ti dà due di picche. 

E allora riviviamola questa magia! Torniamo al cinema per goderci ancora una volta la vista di Hogwarts dal Lago Nero; per commuoverci quando Hagrid dice “Tu sei un mago Harry!”; per ripetere a memoria le ormai iconiche battute di Hermione.

E quando ci chiederanno: “Ma vai ancora a vedere Harry Potter? Dopo tutto questo tempo?”, noi come da copione risponderemo: “Sempre”.