Lo scatenarsi del multiverso in No Way Home ha visto i villain più celebri di Spider-Man ritornare sul grande schermo: ma chi sono e quali sono le loro backstory?

Spider-Man: No Way Home è finalmente arrivato nelle sale italiane e, come sappiamo, una delle maggiori ragioni circostante l’hype generato dall’attesa era la certezza che avremmo assistito al ritorno dei più iconici villain dell’Uomo Ragno dei precedenti adattamenti cinematografici.
Quando Peter Parker e Doctor Strange tentano di ripristinare la segretezza dell’identità di Spider-Man, inavvertitamente scatenano il multiverso, trasportando gli avversari di Spider-Man da altre realtà nel MCU. No Way Home dovrebbe costituire così non solo il culmine della serie di film dell’Uomo Ragno del MCU di Tom Holland, ma anche quello dei franchise di Sam Raimi e Marc Webb, facendo collidere tutti e tre i mondi in quella che potrebbe essere la più grande battaglia dell’Uomo Ragno contro i suoi nemici all’interno del MCU. Ognuno dei cattivi che vediamo schierati in No Way Home presenta un’affascinante backstory e grande rancore nei confronti di Spidey. Inoltre, sappiamo che alcuni di questi, appariranno con un character design rifinito al dettaglio rispetto alle loro precedenti apparizioni, il che solleva intriganti domande rispetto alla loro funzione all’interno di questa labirintica narrazione.

Dottor Octopus

Alfred Molina No Way Home

Il dottor Otto Octavius, alias Doctor Octopus, è stato l’antagonista di Spider-Man 2 e il cattivo più presente in assoluto nel marketing di No Way Home. Interpretato da Alfred Molina, il Dottor Octopus è diventato malvagio dopo che un incidente di laboratorio ha fuso quattro tentacoli robotici mortali al suo corpo, e la sua mente è stata alterata dalla loro avanzata intelligenza artificiale. In precedenza uno scienziato gentile e altruista, Octavius divenne un criminale insensibile e omicida che si preoccupava solo di riprendere le sue ricerche scientifiche a tutti i costi. In No Way Home, Doc Ock sembra essere un potenziale alleato dell’Uomo Ragno di Tom Holland, parlandogli senza alcun antagonismo in diversi momenti e sembrando assorbire la nanotecnologia della tuta di Iron Spider nei suoi tentacoli. Octavius potrebbe aver superato l’influenza maligna dell’IA dei tentacoli (come ha fatto alla fine di Spider-Man 2), e potrebbe finire per aiutare Spider-Man a riparare i danni che ha fatto al multiverso con il suo incredibile intelletto.

Green Goblin

No Way Home

Il Green Goblin di Willem Dafoe (alias Norman Osborn) era l’arcinemesi di Peter Parker in Spider-Man del 2002, catturando l’essenza di uno dei più pericolosi supercriminali dei fumetti Marvel. Sadico folle con abilità sovrumane e un vasto arsenale di armi avanzate, Norman Osborn è ossessionato dall’Uomo Ragno e ha cercato di smantellare passo a passo la vita dell’arrampica-muri dopo aver scoperto la sua identità segreta, resa ancora più difficile dal fatto che Norman era il padre di Harry Osborn, il migliore amico di Peter in quell’universo. Dafoe ritorna in No Way Home, indossando la sua iconica armatura della trilogia di Raimi e brandendo ancora una volta le sue letali bombe a zucca e le sue mazze affilate come rasoi. Dato il suo intervento nel secondo trailer di No Way Home, Osborn cercherà probabilmente di abbattere lo spirito dell’Uomo Ragno ancora una volta, facendo giochetti contorti con il Peter Parker di Tom Holland e forse mettendo in pericolo i suoi cari, come ha fatto con la versione di Tobey Maguire.

Electro

electro no way home

Come mostrato in The Amazing Spider-Man 2, Max Dillon, il futuro Electro, non era una persona malvagia prima di acquisire accidentalmente i suoi poteri elettrici. Essendo un impiegato della Oscorp poco apprezzato e spesso trascurato, Dillon idolatrava ossessivamente l’Uomo Ragno, dopo che il supereroe gli aveva salvato la vita, ma alla fine ha voltato le spalle al suo idolo e ha adottato lo pseudonimo di Electro. Il destino di Electro è ambiguo alla fine di The Amazing Spider-Man 2, ma viene comunque mostrato nel trailer e sappiamo comunque che combatterà con l’Uomo Ragno di Tom Holland insieme ad altri villain. Electro ha un aspetto notevolmente diverso nella sua apparizione nel MCU, non più caratterizzato da un’estetica blu luminescente, bensì quello di un normale umano con un’uniforme verde da simil-elettricista, che fa riferimento al suo classico costume degli anni ’60. L’iconica maschera di Electro è assente, ma la sua elettricità si propaga intorno al suo viso nel trailer, assumendo una formula simile alla sua maschera, come ulteriore riferimento ai fumetti.

Sandman

no way home sandman

Flint Marko, alias Sandman, interpretato da Thomas Haden Church, era uno dei tre antagonisti principali di Spider-Man 3. In un controverso retroscena, Marko si configurava in realtà come il vero assassino dello zio Ben di Peter Parker nella trilogia di Raimi, anche se le contingenze hanno comunque reso Peter Parker responsabile del tragico evento, preservando lo sviluppo chiave del personaggio ai fini della sua storia d’origine. Marko normalmente prende la forma di un essere umano, con le mani che assumono poteri mortali ma, grazie alle sue abilità di mutaforma, si è trasformato in una nuvola di sabbia senziente nonchè versione gigantesca e mostruosa di se stesso in vari frangenti di Spider-Man 3. Nel trailer di No Way Home, viene mostrato solo in queste ultime due forme e, data la sua redenzione alla fine della trilogia di Raimi, non è ancora chiaro perché sia apparentemente tornato sulla strada della malvagità…

Lizard

lizard spider-man no way home

L’antagonista di The Amazing Spider-Man del 2012, il dottor Curt Connors, alias Lizard, ritorna in No Way Home. Come il Dottor Octopus, Connors era uno scienziato di buon cuore la cui mente è stata alterata in peggio da uno dei suoi esperimenti; nel caso di Connors, si è trattato di un siero destinato a infondere capacità rigenerative. A differenza di Octavius, però, Connors è sopravvissuto alle sue battaglie con Spider-Man, riassumendo sembianze umane e venendo poi internato in un istituto psichiatrico (il che rende curiosi i commenti del Doctor Strange a riguardo). Connors si trasformerà in Lizard ancora una volta in No Way Home, rendendo il suo ritorno alla malvagità non così sorprendente, mantenendo anche la grafica associata al personaggio nel film del 2012.