Dopo il successo incredibile di Bridgerton, Shondaland e Netflix tornano alla grande con Inventing Anna, heist e thriller drama con Julia Garner. 

“Anna Delvey è un capolavoro, str***!”. L’intrigante nuovo trailer di Inventing Anna, la nuova serie Netflix con Julia Garner si conclude così, con un urlo che sembra descrivere questo nuovo show dalle premesse vincenti.

Inventing Anna farà il suo debutto sulla piattaforma streaming Netflix l’11 febbraio 2022 e sembra già destinata al successo. Come per il caso planetario Bridgerton, dietro la macchina produttiva, oltre al colosso streaming, troviamo Shondaland, casa di produzione televisiva fondata e diretta dalla geniale Shonda Rhimes.

IL TRAILER

LA STORIA

Inventing Anna è la storia di Vivian (Anna Chlumsky), una giornalista che indaga sul caso di Anna Delvey (Julia Garner), leggendaria erede tedesca di Instagram che, oltre a rubare i cuori dei protagonisti della scena sociale di New York, ruba anche i loro soldi. Anna è la più grande truffatrice di New York o è semplicemente il nuovo ritratto del sogno americano? In attesa del processo a suo carico, l’erede forma un oscuro e divertente legame di amore e odio con Vivian, che sfida il tempo per risolvere il più grande mistero che affligge New York: chi è davvero Anna Delvey? La serie si ispira all’articolo di Jessica Pressler, anche produttrice dello show, How Anna Delvey Tricked New York’s Party People, pubblicato sul New York Magazine.

Come i più grandi show dedicati a inganni e truffe, la narrazione sfrutta l’analessi in cui assistiamo alla rappresentazione audiovisiva degli eventi passati che hanno caratterizzato la vita newyorkese di Anna prima dell’arresto. Nel trailer, vediamo la breve presentazione del personaggio interpretato da Julia Garner, una sfrontata e geniale ragazza tedesca che sembra incarnare tutto ciò che di sbagliato c’è in America oggi. Attenta al guardaroba e alle mode, sfacciata e pungente, il suo essere senza scrupoli le ha permesso di raggiungere la notorietà nei panni di una finta ereditiera che truffava molti membri illustri della Grande Mela.

Inventing Anna Julia Garner

Julia Garner è Anna in Inventing Anna – Photo: NETFLIX

INVENTING ANNA | Chi è Anna Sorokin? 

Fashion come Serena van der Woodsen, insolente come Blair Waldorf e geniale come Frank William Abagnale Jr., chi è davvero Anna Sorokin? Partendo dal presupposto che Inventing Anna è ispirata alla storia vera di una grande inganno, vi raccontiamo di seguito ciò che sappiamo su Anna Sorokin, la donna condannata per truffa che si è presa incredibilmente gioco dei più grandi esponenti dell’élite di Manhattan.

Dopo essersi trasferita a New York dall’Europa nel 2013, Anna Sorokin si è costruita una falsa identità: girando per la città nei panni di una ricca ereditiera tedesca con fondi all’estero, è entrata senza fatica nel circolo sociale elitario della City. Nel giro di pochi mesi, Anna Sorokin, alias Anna Delvey, ha truffato grandi aziende e istituti finanziari sottraendo cifre da capogiro. 

La sua generosità e le spese sontuose, combinate con l’eccentricità del ricco ritratto che si è costruita, hanno reso facile per le persone credere che fosse ricca per davvero. Anna frequentava i lussuosi circoli sociali della città e viveva per mesi in costosi hotel come se fosse Chuck Bass

Ha ottenuto prestiti milionari finalizzati all’apertura di un esclusivo club d’arte privato presentando diversi documenti bancari falsi modificati con Photoshop. Nel maggio 2017, ha truffato in modo eclatante una compagnia di voli charter: ha utilizzato i loro servizi per volare dal New Jersey a Omaha, nel Nebraska, e tutto questo per partecipare a un’assemblea di azionisti. Il costo, compreso il viaggio di ritorno, era di circa $ 35.000; inutile dirvi che, di questa cifra, la compagnia non vide mai un soldo, così come gli hotel a 5 stelle in cui soggiornava, tutti accadimenti che hanno contribuito alla rapida e famigerata caduta di Anna, nonché all’arresto per truffa aggravata. 

Nel 2021, alla donna è stata concessa la libertà vigilata per buona condotta e il suo processo rimarrà nella storia. La difesa ha affermato che la donna stava guadagnando tempo per ripagare tutti e che era solo un’imprenditrice ambiziosa. L’avvocato di Anna ha anche aggiunto: “Attraverso la sua pura ingegnosità, ha creato la vita che desiderava per se stessa. Anna non si accontentava di essere una spettatrice, ma voleva essere una partecipante. Anna non ha aspettato le opportunità; Anna ha creato opportunità. C’è un po’ di Anna in ognuno di noi.”

Sarà vero? Lo scopriremo su Netflix, dall’11 febbraio, con Inventing Anna