Claudia Gerini e Stefano Fresi sono nel cast di Lasciarsi un giorno a Roma dove ribaltano i ruoli stabiliti dalla società

I film di oggi devono far fronte ai cambiamenti che il tessuto della nostra società sta attraversando. Le caratterizzazioni dei personaggi maschili e femminili, se riferite soprattutto alla contemporaneità, non possono più essere le stesse anche solo di qualche anno prima, ma devono sapersi abbinare alle trasformazioni che si stanno vivendo. È per questo che è interessante il discorso che verte attorno alla relazione dei personaggi interpretati da Claudia Gerini e Stefano Fresi all’interno di Lasciarsi un giorno a Roma.

Film di debutto alla regia per Edoardo Leo, di cui è anche protagonista con la fine della storia d’amore con l’attrice Marta Nieto, l’opera presenta una sotto trama dedicata interamente al matrimonio tra i personaggi di Fresi e Gerini, lui vicepreside di un liceo insoddisfatto della sua posizione e dell’assenza costante della moglie, lei sindaca di Roma alle prese con una Capitale da gestire e un rapporto da salvare. Ciò che è interessante della storia di questi due personaggi è come, utilizzando il conflitto, mostrano verso dove si sta dirigendo la società. Un mondo in cui i ruoli maschile-femminile, padre-madre e marito-moglie sono più mobili rispetto a quanto è stato tramandato. Non c’è fermezza nella distinzione, ma una parità che si fonda sull’amore e soprattutto il rispetto reciproco e per se stessi.

Lasciarsi un giorno a Roma: intervista a Stefano Fresi e Claudia Gerini

Un bel impegno da portare sullo schermo quello della distruzione di ruoli predefiniti di cui è bene liberarsi e di cui abbiamo parlato direttamente con i due attori all’interno della nostra videointervista. Claudia Gerini e Stefano Fresi ci raccontano cosa vuol dire portare una nuova rappresentazione dei ruoli uomo-donna all’interno delle storie grazie ad un mezzo potente come il cinema, inserito in un mondo che sta evolvendo e che anche l’arte deve perciò rispecchiare. Lasciarsi un giorno a Roma arriva dal 1 gennaio su Sky.