The Matrix Resurrections arriva finalmente oggi nelle sale italiane: ecco un riassunto degli eventi della trilogia originale che portano a questo quarto capitolo

Quando Matrix ha fatto la sua comparsa cinematografica nel 1999, il mondo è rimasto collettivamente spiazzato dalla profondità filosofica del film e dalle sequenze d’azione rivoluzionarie, che combinavano arti marziali con armi da fuoco, wire-fu, e CGI assolutamente in anticipo sui tempi. Dopo il successo travolgente di Matrix, i suoi due sequel, The Matrix Reloaded e The Matrix Revolutions, sono usciti entrambi nel 2003.

Il franchise di Matrix è ambientato in un futuro post-apocalittico dove le macchine hanno conquistato il mondo, e gli umani sono ora inseriti in una versione simulata del mondo conosciuta come Matrix. Mentre Matrix è sorvegliata da programmi conosciuti come Agenti, i combattenti della resistenza umana vi entrano per liberare le menti di coloro che vivono nella simulazione. Un uomo, conosciuto come Neo (Keanu Reeves), è creduto da alcuni come una mitica figura messianica, a cui le regole di Matrix non si adattano.

Matrix Resurrections ritorna in un mondo in cui esistono due realtà: la vita quotidiana e ciò che si cela dietro ad essa. Per scoprire se la sua realtà è vera o solo immaginazione e per conoscere realmente se stesso, Thomas Anderson dovrà scegliere di seguire ancora una volta il Bianconiglio. E se Thomas… Neo… ha imparato qualcosa, è che scegliere, sebbene sia un’illusione, è tuttora l’unica via d’uscita, o d’entrata, per Matrix. Ovviamente Neo sa già cosa deve fare, ma cosa ancora non sa è che Matrix è più forte, più sicura e più pericolosa che mai. Déjà vu.

The Matrix

matrix 1999

Matrix presenta Thomas Anderson come un programmatore di software che conduce un’altra vita online come l’hacker Neo, cercando di rintracciare la misteriosa figura conosciuta come Morpheus (Laurence Fishburne). Dopo che Neo viene portato a incontrare Morpheus dalla socia Trinity, gli viene data la scelta di tornare alla normalità prendendo la pillola blu, o di imparare la verità su Matrix prendendo la pillola rossa, e Neo sceglie la pillola rossa. Neo apre finalmente gli occhi, scoprendo che gli umani sono ora sfruttati come fonte di energia dalle macchine, e riconoscendo la realtà artificiale di Matrix per quello che è veramente.

Anche se Neo è pieno di domande, Morpheus spiega che crede che Neo sia “l’Eletto”, un salvatore profetizzato in grado di sfidare le regole che governano Matrix e che porrà fine alla guerra tra uomo e macchine. La fede che Morpheus ha in Neo si rivela ben riposta quando Neo, dopo un bacio di Trinity, risorge dall’essere ucciso dall’agente Smith (Hugo Weaving) e sconfigge il suo misantropo nemico. Alla fine di Matrix, Neo se ne va con un avviso per le macchine che mostrerà all’umanità “Un mondo senza regole e controlli, senza frontiere o confini. Un mondo dove tutto è possibile”, prima di volare nel cielo, ora pienamente in grado di piegare Matrix alla sua volontà come l’Eletto.

Matrix Reloaded

Matrix Reloaded

Ambientato sei mesi dopo Matrix, The Matrix Reloaded trasporta la storia nella città umana sotterranea di Zion, dimora di coloro che sono stati liberati da Matrix e ultima roccaforte nella guerra dell’uomo contro le macchine. Con il comandante Lock (Harry Lennix) alla guida, Zion si prepara alla battaglia mentre le macchine perforano la Terra per eliminare Zion. Nel frattempo, Neo riceve un messaggio dal programma chiaroveggente conosciuto come l’Oracolo (Gloria Foster) che per compiere il suo destino come l’Eletto, deve raggiungere un luogo all’interno di Matrix conosciuto come “la Sorgente”. Il vecchio nemico di Neo, Smith, ora non più agente di Matrix, alza anche la posta in gioco della situazione con la sua ritrovata capacità di trasferire il suo codice come un virus informatico su chiunque, riuscendo persino a fuggire nel mondo reale dopo aver sopraffatto la mente di Bane (Ian Bliss).

Una volta che Neo raggiunge la Sorgente, incontra il creatore di Matrix conosciuto come l’Architetto (Helmut Bakaitis), e impara la verità su se stesso. L’Eletto è un’anomalia ricorrente all’interno di Matrix e vi sono stati cinque Eletti prima di Neo. Come spiegato dall’Architetto, l’Eletto è ora destinato a tornare alla Sorgente come parte del ciclo di riavvio di Matrix, con Neo che deve selezionare 23 umani dal suo interno per ricostruire Zion dopo che è stata distrutta dalle macchine. Neo sceglie di sfidare la sua programmazione per salvare Trinity in pericolo, e dopo aver bruciato telecineticamente un plotone di sentinelle nel mondo reale, viene lasciato in coma. Anche Bane giace in coma accanto a Neo, avendo sabotato il tentativo di alcuni soldati umani di Zion di fermare le macchine perforatrici prima che raggiungano la città.

The Matrix Revolutions

The matrix revolutions

Mentre le macchine si avvicinano a Zion in The Matrix Revolutions, Morpheus, Trinity e il loro alleato Seraph (Collin Chou) liberano Neo dalle grinfie del Merovingio (Lambert Wilson), essendo Neo intrappolato in un purgatorio tra il mondo reale e Matrix. Con Neo ora risvegliato, apprende dall’Oracolo (ora interpretato da Mary Alice, dopo che la Foster è venuta a mancare durante la produzione) che deve sconfiggere lo Smith che si sta moltiplicando rapidamente prima che conquisti Matrix e si diffonda nel mondo reale. Neo e Trinity viaggiano in hovercraft verso la Città delle Macchine, con Bane, posseduto da Smith, che sale a bordo e acceca Neo con un cavo elettrico, soltanto perchè Neo possa sconfiggere Bane, ora in grado di vedere il codice sorgente di Matrix nel mondo reale.

Le sentinelle arrivano finalmente a Zion, con un EMP dall’hovercraft di Niobe (Jada Pinkett-Smith) in grado di bruciare le macchine attaccanti, ma anche di fare lo stesso con gran parte delle difese di Zion. Mentre le macchine riprendono a trivellare con una nuova ondata di sentinelle, Neo arriva nella Città delle Macchine e Trinity muore mentre il loro hovercraft si schianta. Neo negozia una tregua tra le macchine e Zion, a condizione che entri in Matrix ed elimini Smith. Con Smith che ora ha preso completamente il controllo di Matrix, i due si sfidano affinché Neo non si lasci trasformare in un clone di Smith. Con Neo e Smith ora collegati, le macchine sono finalmente in grado di eliminare completamente Smith da Matrix. L’Oracolo e l’Architetto concordano che tutti gli umani che desiderano essere scollegati da Matrix saranno liberati, mentre Neo viene onorato sia da Zion che dalle macchine per aver salvato il mondo reale e quello simulato come l’Eletto.