L’attesissimo film con Tom Holland e Mark Wahlberg è finalmente arrivato nelle sale italiane: ecco tutto quello che dovete sapere per prepararvi alla visione!

Dopo anni di infinita attesa, rimandi continui e una fase di lavorazione non proprio lineare, Uncharted debutta quest’oggi al cinema. L’entusiasmo dei fan dell’omonimo videogame è alle stelle, soprattutto perché a interpretare l’eroe della saga, l’archeologo e avventuriero Nathan Drake, è nientedimeno che Tom Holland, affiancato da Mark Wahlberg nei panni di Victor Sullivan.

Uncharted: la trama

L’astuto ladro Nathan Drake (Tom Holland) viene reclutato dall’esperto cacciatore di tesori Victor “Sully” Sullivan (Mark Wahlberg) per recuperare una fortuna persa da Ferdinando Magellano 500 anni fa. Quello che inizia come un furto diventa una corsa mozzafiato in giro per il mondo per raggiungere il tesoro prima dello spietato Moncada (Antonio Banderas), di cui ritiene di essere il legittimo erede. Se Nate e Sully riusciranno a decifrare gli indizi e risolvere uno dei misteri più antichi della storia, troveranno un tesoro di 5 miliardi di dollari e forse anche il fratello, scomparso da tempo, di Nate… solo se impareranno a lavorare insieme.

uncharted

Uncharted è basato su un franchise di videogiochi con lo stesso nome, iniziato nel 2007 con Uncharted: Drake’s Fortune. Un adattamento cinematografico dei giochi di Uncharted è stato in lavorazione per oltre un decennio, con diversi registi e attori che si sono uniti al progetto, per poi abbandonarlo prima che il film potesse effettivamente decollare. Il regista David O. Russell è stato coinvolto per un certo periodo, mentre voci sostenevano che Mark Wahlberg fosse stato assoldato per interpretare il ruolo del protagonista, affiancato da nomi quali Robert De Niro e Joe Pesci, anche se questa line-up non ha mai effettivamente visto la luce.

Uncharted è poi finalmente entrato in produzione con il regista Ruben Fleischer, noto per aver diretto Zombieland e Venom. Holland ha accettato il ruolo di protagonista e Wahlberg è rimasto nei paraggi, anche se nel ruolo del mentore e alleato di Drake, Victor Sullivan. Il cast del film include poi Antonio Banderas e Sophia Ali nei panni di Chloe Frazer.

Il film di Uncharted si presenta in realtà come un prequel della serie di giochi, con un Drake più giovane, che racconterà come lui e Sullivan si sono incontrati. 

Creata da Amy Hennig per lo sviluppatore Naughty Dog, la serie di videogiochi Uncharted si svolge come una rocambolesca avventura basata sulle gesta di Nathan Drake. Egli è essenzialmente una versione 2.0 di Indiana Jones, che viaggia per il mondo alla ricerca di antichità nascoste, mentre combatte nemici diabolici e cerca di schivare trappole mortali.

Da quando Uncharted ha fatto il suo debutto nel 2007, il successo della serie è cresciuto esponenzialmente, fino a diventare uno dei maggiori successi di tutti i tempi. Sono stati realizzati tre sequel, il più recente dei quali è uscito su PlayStation 4. Ci sono stati anche spin-off per PlayStation Vita, per non parlare dei giochi di carte e altro ancora ispirati alle vicende dei due avventurieri.

Dopo il successo planetario di Spider-Man: No Way Home, Tom Holland si prepara a regalare ai fan una nuova grande interpretazione: vediamo nel dettaglio come si è preparato al ruolo di Nathan Drake

tom holland uncharted

Dopo aver visto la sua co-star Mark Walberg sul set di Uncharted, Tom Holland si è lanciato negli allenamenti con più gusto che mai; l’attore ha infatti dichiarato: “L’ho visto entrare sul set con il suo costume e ho pensato: ‘Aiuto, é il doppio di me’. Abbiamo avuto cinque mesi di pausa dalle riprese durante il lockdown, e in quel lasso di tempo ho solo mangiato e mi sono allenato. Quando sono tornato sul set, la prima cosa che mi ha detto è stata: ‘Wow, qualcuno si è allenato’ “.

Inoltre, per prepararsi al ruolo di Nathan Drake, Holland ha passato del tempo a lavorare come barista. Il film di Uncharted presenta infatti una scena in cui Drake fa il barista e in cui l’attore voleva risultare il più naturale possibile. Ha quindi lavorato con lo staff del Chiltern Firehouse, un hotel di lusso con un bar nel centro di Londra. 

Holland ha poi rivelato di aver avuto solo tre giorni di pausa tra le riprese dei due enormi progetti No Way Home e Uncharted. Ha finito di girare Uncharted a Berlino e tre giorni dopo era ad Atlanta per girare No Way Home. Considerando che le riprese di Uncharted hanno richiesto molto sforzo dal punto di vista fisico, Holland ha terminato la fase di produzione piuttosto malconcio, con una tendinite e dolori vari. Ha infatti spiegato che, mentre in No Way Home gran parte delle scene d’azione erano affidate alla CGI, in Uncharted è stato molto spesso lui a mettersi in gioco con gli stunt.

UNCHARTED: IL TRAILER DEL FILM DAL 17 FEBBRAIO NELLE SALE ITALIANE