Dai registi Ben Stassen e Benjamin Mousquet, Hopper e il tempio perduto arriverà nelle sale italiane il 21 aprile.

I registi Ben Stassen e Benjamin Mousquet approdano il 21 aprile nelle sale italiane con Hopper e il Tempio Perduto, da una sceneggiatura di David Collard (Family Guy) e la cui trama è basata su su una breve serie di graphic novel di Chris Grine, originariamente pubblicata da Dark Horse negli anni 2000.

Sony Pictures Animation ha inizialmente tentato di iniziare la produzione dell’opera intorno al 2011, ma il film non è mai andato oltre una prima fase di sviluppo. Stassen ha inoltre raccontato a Screen Daily di aver “ripescato” una bozza del soggetto negli archivi della Sony: “Ci siamo imbattuti in uno script che [Sony] aveva. Gli studios sviluppano un sacco di film. Alcuni finiscono poi per essere grandiosi, ma non vengono prodotti dallo studio stesso. L’abbiamo letta, ci è piaciuta e abbiamo chiesto alla Sony – che l’aveva messa in attesa – se potevamo occuparcene. Hanno detto di sì”.

Hopper è il giovane e coraggioso protagonista di questa storia, il cui più grande desiderio è quello di essere accettato da tutti e diventare un grande avventuriero al pari del suo padre adottivo, il re Peter.

Quando suo zio Lapin, il “cattivo” del Regno, scappa di prigione e minaccia di rovesciare il Re, Hopper mette da parte ogni esitazione e decide di imbarcarsi in un’epica corsa contro il tempo insieme ad Abe la tartaruga, suo sarcastico aiutante e amico, e Meg, una spericolata puzzola esperta di arti marziali, per fermare le ambizioni dello zio e scoprire così la sua vera natura di lepre un po’ “speciale”. Hopper e il Tempio perduto racconta un viaggio ricco di emozioni e avventure, ma anche una storia di crescita e amicizia per tutta la famiglia.

Hopper e il Tempio Perduto, il poster