Jane Campion è la prima donna ad aver mai ottenuto due nomination come miglior regista dall’Academy: riuscirà a trionfare stasera?

La corsa agli Oscar 2022 per la Miglior Regia è sempre una delle più affollate, quest’anno con vincitori di Oscar come Steven Spielberg e Jane Campion in testa, che precedono altri recenti nominati agli Oscar come Paul Thomas Anderson e Kenneth Branagh e l’acclamato regista giapponese Ryusuke Hamaguchi, che è stato nominato per la prima volta.

Ma secondo le quote combinate di Gold Derby, il capofila dei pronostici per la miglior regia degli Oscar 2022 al momento è Jane Campion, una delle sole sette donne ad aver mai ricevuto la nomination come miglior regista dagli Academy Awards. Il suo film, “The Power of the Dog“, è stato uno dei principali contendenti fin dal suo debutto al Festival di Venezia all’inizio di quest’anno e, grazie al quale, la Campion ha vinto il Leone d’Argento per la regia a Venezia, risultando solo la seconda donna a ricevere questo onore nella storia del cinema, e la prima dal 2009; inoltre, è la prima donna in assoluto ad aver mai ottenuto due candidature come Miglior Regista dall’Academy. Ha spazzato via anche i precursori, vincendo ai Directors Guild Awards e aggiudicandosi i riconoscimenti come Miglior Regista ai BAFTA Awards e ai Critics Choice Awards.

Ma se la Campion dovesse perdere, è probabile che non sarebbe Spielberg a sconfiggerla; piuttosto, Branagh è al secondo posto nelle scommesse con il suo commovente dramma “Belfast“, che potrebbe sovrastare “Il potere del cane” nella corsa al Miglior film.  In realtà, secondo gli esperti, anche Hamaguchi e Anderson potrebbero porsi in testa alla corsa, davanti a Spielberg, dunque “relegato” in ultima posizione per il suo “West Side Story”. Spielberg ha già raccolto un paio di trofei per aver diretto “Schindler’s List” (1994) e “Salvate il soldato Ryan” (1999). Le sue altre cinque candidature sono arrivate per “Incontri ravvicinati del terzo tipo” (1978), “I predatori dell’arca perduta” (1982), “E. T. l’extra-terrestre” (1983), “Munich” (2006) e “Lincoln” (2013). La sua prima vittoria, pensate un po’, fu proprio contro la Campion, nominata agli Oscar per “Lezioni di piano” (1994). 

west side story

Branagh, invece, era stato precedentemente nominato come Miglior Regista nel 1990 per “Enrico V“, mentre Anderson ha due candidature alla regia a suo nome per “Il Petroliere” (2008) e “Il filo nascosto” (2018).
Tutti tranne Hamaguchi sono inclusi nella formazione per il Miglior Film come produttori delle loro rispettive pellicole, mentre tutti tranne Spielberg sono in lizza per i premi di scrittura. Anderson e Branagh concorrono entrambi per la Miglior Sceneggiatura Originale, mentre Campion e Hamaguchi lottano per il premio alla Miglior Sceneggiatura Non Originale. Essendo già stata premiata per aver personalmente realizzato la sceneggiatura originale di “Lezioni di Piano“, Jane Campion potrebbe ora diventare la prima donna a conquistare entrambe le categorie di scrittura.

La nomination alla regia della Campion la rende orgogliosamente la prima regista donna a guadagnarne due. Inizialmente succedette a Lina Wertmüller (“Pasqualino Settebellezze“, 1977) come seconda concorrente femminile della categoria e da allora è stata seguita solo da altre cinque: Sofia Coppola (“Lost in Translation“, 2004), Kathryn Bigelow (“The Hurt Locker“, 2010), Greta Gerwig (“Lady Bird“, 2018), Emerald Fennell (“Promising Young Woman”, 2021) e Chloe Zhao (“Nomadland“, 2021). Finora, Bigelow e Zhao sono le uniche registe donne ad essersi aggiudicate l’Oscar come miglior regista ma è giusto ricordare che, al di là degli Academy Awards, il 2021 è stato davvero l’anno cinematografico delle donne, con Julia Ducournau che, grazie al suo Titane, ha vinto la Palma D’Oro al Festival di Cannes e Audrey Diwan che si è aggiudicata il Leone d’Oro a Venezia con il film La scelta di Anne.

chloé zhao

OSCAR 2022: TUTTI I CANDIDATI ALLA MIGLIOR REGIA

L’appuntamento più atteso dal mondo del cinema è per stanotte a partire dalle ore 00.15 su Sky Cinema Oscar (canale 303 di Sky) La diretta della cerimonia sarà anche su Sky Uno, in streaming su NOW e in chiaro su TV8.