Torna il riccio più famoso dei videogiochi: Sonic – Il Film 2 è il sequel dell’adattamento cinematografico della famosa saga videoludica, più avventuroso e meno divertente

Sinossi ufficiale di Sonic – Il Film 2:

Dopo essersi stabilito a Green Hills, Sonic non vede l’ora di dimostrare che ha tutto ciò che serve per essere un vero eroe. La nuova sfida non si fa attendere: il Dr. Robotnik è tornato con un nuovo alleato, Knuckles, che lo aiuterà nella ricerca di uno smeraldo che ha il potere di distruggere la civiltà. Con il suo nuovo compagno d’avventura Tails, Sonic intraprende un viaggio in giro per il mondo per trovare lo smeraldo prima che cada nelle mani sbagliate.

Recensione di Sonic – Il Film 2:

Nel 2020 per la prima volta sul grande schermo arriva il riccio più veloce dell’intero immaginario dell’intrattenimento. In particolare dell’ambito videoludico, che nel tempo ha cercato – e continua a farlo, pensiamo alla nostra recensione di Uncharted – di diventare polo essenziale per la trasformazione di storie appartenenti ad una dimensione domestica spostata poi alla sala cinematografica, non riuscendo sempre a convincere a causa della difficile attinenza dei racconti. Come se un enorme gap si mettesse tra il successo compositivo e narrativo dei videogiochi, impossibili da riproporre con la settima arte. Ostacolo che Sonic – Il film era stato in grado di battere grazie alla spinta sull’acceleratore che aveva contraddistinto la sua storia e la propria simpatia, anche questa non priva di problemi presentatisi però al principio della produzione della pellicola e risolti giusto in tempo per l’uscita al cinema.

La grafica del protagonista dell’universo della SEGA non aveva infatti convinto tanto da suscitare l’ira scatenata dei fan, che trovarono la maniera di far sentire la propria voce e trovare il modo di far rimettere mano all’aspetto effettistico del film, che accolse il malcontento generale facendo mea culpa e tentando di rimediare. Se Sonic – Il Film riuscì così ad arrivare in sala soddisfacendo dal punto di vista visivo, è soprattutto per il suo contenuto che l’opera diretta da Jeff Fowler conquistò gli spettatori in un’ironica combinazione tra action per famiglie e humor, lavorando sulla divertente sceneggiatura di Pat Casey e Josh Miller e raggiungendo in tal maniera il riconoscimento sperato.

Sonic il film 2

Inseguendo il pubblico fanciullesco

Squadra che vince non si cambia ed ecco dunque veder tornare regista e sceneggiatori, con l’aggiunta del nuovo John Whittington, per la realizzazione di un meno soddisfacente Sonic – Il Film 2, che perde la sfrontatezza che aveva caratterizzato il suo protagonista nel primo film, ricalibrandosi totalmente su di uno spettacolo che possa essere soprattutto fanciullesco. Continuano infatti ad essere i bambini i principali fruitori della pellicola animata, è comunque un’infantilizzazione evidente quella che il sequel subisce riducendo all’osso la spigliatezza del film precedente e tarandosi su di un racconto maggiormente incentrato sullo sviluppo della ricerca e della missione.

Come se le sferzate di Sonic o la sua parlantina irrefrenabile fossero state limate, Sonic – Il Film 2 prosegue su di una comicità che riprende riferimenti alla contemporaneità con sottili e acute osservazioni, meno però irriverenti e senz’altro più diluite all’interno dell’opera di Fowler. Il pedale non è più puntato sul lato comico della pellicola e questo va inficiando su di una presa che era stata immediata col film d’apertura, che rispetto al proseguimento è solamente un vano ricordo.

Sonic il film 2

Sonic – Il film 2: un sequel sufficiente, ma non spaziale

Ma essendo in fondo Sonic – Il Film 2 un film realizzato primariamente per un pubblico di giovanissimi, oltre che di appassionati della serie videoludica che ne conoscono capacità e trucchi, la pellicola agisce con efficacia sugli spettatori di punta, in virtù anche di quell’essere diventato ancora più bambinesco che influisce sul risultato finale. L’avventura è il genere a cui l’opera aspira e che in questo sequel fa percepire ogni passaggio di livello che il pubblico dovrà superare assieme al protagonista, non più unica creatura spaziale dell’operazione cinematografica, ma con compagni di viaggio – tra alleati e nemici – che contribuiscono al tentativo di ingigantimento della saga.

Jim Carrey diventa marginale in un prodotto in cui è l’aggiunta di due nuovi, ma ben conosciuti personaggi a conquistare la scena: Knuckles e Tails affiancano Sonic in un sequel che rende le sequenze d’azione più esplosive e, grazie alla volpe a due code, ingegnose. Più grande, però, non significa necessariamente migliore, con un’opera che accoglie un’anima più rocambolesca al proprio interno sacrificando la spigliatezza della parola e scegliendo il fracasso del cinema entertainment. Sonic – Il Film 2 è un sequel che avrebbe potuto imparare tanto dal suo primo film e non sarebbe dovuto scendere a compromessi nella scelta di inseguire un filone così puerile, pur rimanendo ovviamente quello l’audience a cui va rivolgendosi, ma che sarebbe stato perfettamente in grado di seguire e apprezzare la lingua tagliente e le assurdità comiche dell’opera precedente.

Sonic – Il Film 2 è in sala dal 7 aprile distribuito da Eagle Pictures.