Da Sabrina Ferilli a Gabriele Mainetti, da Filippo Scotti a Aurora Giovinazzo: questi e molti altri i vip che abbiamo intervistato sul red carpet dei David di Donatello 2022

Una serata da speciale, una location da sogno, il cinema al suo meglio che si diverte sul red carpet. Siamo stati sul tappeto rosso della 67esima edizione dei premi David di Donatello che vengono assegnati ogni anno alle maestranze e ai settori del cinema che ci permettono di vivere in mondi paralleli grazie ai loro talenti, andando dall’infanzia familiare di un autore come Paolo Sorrentino ai teatrini di guerra durante il secondo conflitto mondiale tra magia e circo con Gabriele Mainetti. C’è stato poi il fumetto con i Manetti Bros., la galera con Di Costanzo, il palcoscenico con Martone e il documentario con Tornatore.

Tantissimi sono i registi che si sono susseguiti durante la serata e a cui sono stati riconosciuti i più alti premi della nostra industria del cinema italiano. Ad ospitare l’evento sono stati gli studi di Cinecittà di Roma, Mecca per eccellenza del cinema italiano. Il set utilizzato e adibito per far percorrere ai vip il red carpet è stato quello di un’Antica Roma che restituiva un’aria di incanto e suggestione all’evento. Un’occasione per vedere insieme tante personalità che contribuiscono a rendere grande e variegata questa settima arte e che partecipano così alla festa in proprio onore.

Le nostre interviste sul red carpet dei David di Donatello 2022

Noi di My Red Carpet abbiamo avuto l’opportunità di poter assistere da vicino all’evento dei David di Donatello 2022 organizzato a Cinecittà, facendo anche qualche domanda alle maestranze, ai registi e agli attori che hanno solcato il tappeto rosso. Dai vincitori Swamy Rotolo a Teresa Saponangelo, fino al David Speciale Sabrina Ferilli ad alcuni degli ospiti/presentatori come i fratelli D’Innocenzo. Delle interviste per ricordare i film candidati e approfondirli ancora una volta, tra alcuni aneddoti, l’accoglienza calorosa del pubblico e l’emozione di ritrovarsi per la prima volta ad una cerimonia importante come quella dei 67esimi David di Donatello.