Dal finale della prima puntata al momento del lago: ripercorriamo i momenti più traumatizzanti di Stranger Things 4, attenzione agli spoiler!

La quarta stagione di Stranger Things è la più horror in assoluto. Tornando sulla piattaforma di Netflix con una Parte Uno il 27 maggio, attendendo le due puntate finali segnate per il 1 luglio (di cui l’ultima dal minutaggio di due ore e mezza!), già col suo ritorno la serie dei Duffer Brothers ha versato la giusta dose di terrore e spavento, più di quanto ci si potesse anche solo immaginare. Questa Stranger Things 4 (qui la recensione), infatti, potrebbe annoverarsi come la stagione con i momenti più scioccati dell’intero show originale Netflix, una narrazione dai momenti che vanno dall’orrore fin anche allo splatter, suggestionando però soprattutto grazie alla mescolanza tra il genere e la sua componente fantasy.

Dopo aver visto tutti e sette gli episodi che compongono Stranger Things 4 – Parte Uno, vogliamo rivivere insieme a voi gli istanti più sconvolgenti della serie, dal passato di Undici agli ultimi minuti della prima puntata, i quali continuano a perseguitarci la notte. Avvertenza: l’articolo è consigliato a chi ha già visto la prima parte della quarta stagione.

stranger things 4

1) La maledizione di Vecna

Il tenore di Stranger Things 4 è tutto racchiuso in quel primo episodio che va dettando l’atmosfera che l’intera stagione adotterà nel corso delle varie puntate. Se inizialmente, in un forte richiamo al classico orrorifico Nightmare, il racconto si apre con i turbamenti del personaggio di Chrissy, interpretato da Grace Van Dien, il finale la rende protagonista del primo vero momento horror della storia. Dopo aver avuto visioni e allucinazioni che l’hanno terrorizzata, la giovane diventa la prima vittima di quel Vecna antagonista oscuro della serie che, direttamente dal Sottosopra, andrà agendo sul corpo della ragazza martoriandolo a morte. La scena è talmente fisica da poterla sentire sulla nostra pelle. Ma è l’implosione degli occhi a lasciare esterrefatti, dando il primo vero segnale sul tenore che lo show ha preso.

stranger things 4

2) Il massacro al laboratorio 

Chi sta leggendo l’articolo sa bene qual è la verità sul massacro al laboratorio in cui Undici era uno dei tanti bambini-esperimento su cui esercitare analisi e verifiche, per rendere i poteri psichici e sovrannaturali materiale da guerra con cui tentare di sconfiggere nemici e rivali. Ma al principio di Stranger Things 4, quando i ricordi sono confusi e il personaggio di Mille Bobby Brown deve ancora riacquistare la propria memoria, quello che si nota è la scelta truculenta di mostrare cadaveri e sangue non lasciando spazio alla fantasia. La cosa che colpisce di queste sequenze è il fatto di mostrare anche vittime molto giovani, rimaste coinvolte in quello che è stato l’inizio della fine per la cittadina di Hawkins.

stranger things 4

3) Running Up That Hill

Uno dei momenti più emozionanti della quarta stagione è quello in cui Max, interpretata da Sandie Sink, riesce a salvarsi dalla maledizione di Vecna scappando sulle note di Running Up That Hill. La scena è fondamentale perché ci mostra per la prima volta l’introduzione di un personaggio nello “spazio personale” dell’antagonista della serie. Max, infatti, riesce a mettere piede in quelle che sembrano le rovine di una casa, luogo privato di un Vecna che le domanda quasi come è riuscita ad entrare, basando poi la sequenza sul confronto tra i due e il desiderio di vita della ragazzina che riesce così a scappare mettendosi in salvo. Una sequenza piena di pathos, in cui si riesce a sconfiggere il senso di colpa che affligge spesso le persone e che può avvelenare l’anima. Tutto sulle note cantate da Kate Bush, per la nuova canzone iconica di Stranger Things.

stranger things 4

4) Attenti all’acqua

L’acqua può essere fonte di grandi pericoli. Lo sa bene lo Steve di Joe Keery, il quale viene risucchiato nelle viscere di uno dei laghi della cittadina di Hawkins, esattamente quello in cui giace una delle porte per poter accedere al Sottosopra. In una scena in cui lo spettatore trattiene il fiato, proprio come il personaggio che viene risucchiato sott’acqua, il ragazzo cerca di divincolarsi da un tentatolo che lo trascina giù fin nelle profondità, trasportandolo poi direttamente nel Sottosopra. E non è finita qui. Arrivato nella versione spettrale della Hawkins in superficie, Steve dovrà vedersela con delle creature volanti e fameliche pronte ad attaccarlo, le quali potrebbero davvero segnare la fine del ragazzo. Meno male, però, che esistono gli amici.

stranger things 4

5) La scoperta della verità di Stranger Things 4

Seppur escludendo dalla nostra lista il momento in cui il personaggio di Nancy dell’attrice Natalia Dyer invece di tornare nel mondo reale finisce per dover affrontare il senso di colpa legato alla morte della sua amica Barb, l’ultimo punto che ha colpito di Stranger Things 4 è la scoperta dell’identità di Vecna e, soprattutto, come è avvenuta. Un colpo di scena per nulla scontato, che entusiasma per la maniera in cui viene costruito, mettendo insieme tanti tasselli che la storia ha segnato durante le puntate, messi insieme per la conclusione della Parte Uno della quarta stagione dello show. Oramai arrivati alla settima puntata, di orrore ne abbiamo visto un bel po’. Ma a stupire è la violenza e la sofferenza che, alimentate insieme, hanno spinto Uno a trasformarsi nel peggior nemico di Hawkinks, decidendo di trascinare con sé all’inferno tutti gli abitanti. Uno shock che lascia la curiosità di sapere come andrà finendo la quarta stagione. Anche in prospettiva della quinta e ultima stagione di Stranger Things.