Il giorno più bello è la commedia in sala dal 9 giugno del regista Andrea Zalone, un film corale con Luca e Paolo di cui ci parla il cast

Per molti quello del matrimonio viene considerato Il giorno più bello. Per Andrea Zalone, autore e spalla comica di Maurizio Crozza, diventa anche debutto cinematografico dietro alla macchina da presa, diventando regista del remake italiano della pellicola C’est la vie – Prendila come viene del 2017, presentata in anteprima nella Penisola in occasione della 12esima edizione della Festa del Cinema di Roma. Una commedia francese dall’ironia accentuata e dalle trovate comiche spassose, ben giostrate all’interno di un unico luogo, quello di una location per feste di matrimonio, in cui tanti e diversi personaggi si incontrano e incrociano, sia tra chef, camerieri, cantanti e organizzatori che sposi e invitati.

“Mi è stato chiesto se avevo voglia di tentare di adattare la sceneggiatura del film francese e poi di dirigerla.” dichiara sul suo debutto Andrea Zalone “All’inizio credevo fosse uno scherzo, non pensavo sarebbe mai capitato. Mi sono perciò messo al lavoro accanto allo sceneggiatore Fabio Bonifacci e grazie a compagni di viaggio che hanno saputo mettermi a mio agio siamo arrivati fin qui.”. Un po’ un salto nel vuoto quello intrapreso dal regista: “Con la grande conoscenza del mestiere di Fabio e una mia buona dose di Xanax siamo riusciti ad andare avanti con la giusta dose di incoscienza.” ironizza Zalone. Ma è in verità una commedia davvero gradevole quella che è venuta fuori anche grazie alla collaborazione e presenza di un cast così attivo: “Scelto da me e approvato dalla produzione. Credo fossero tutti adatti per i ruoli a cui li ho assegnati e sono stati infatti molto bravi.” commenta così il regista i suoi interpreti.

A figurare tra i protagonista di Il giorno più bello compaiono Luca e Paolo della famosa coppia comica, il primo fotografo e marito tradito, il secondo wedding planner e amante della moglie del suo amico. “Aurelio è un adolescente in tardissima età.” racconta Paolo Kessisoglu “È stato interessante mettersi nei panni di un uomo che a cinquant’anni capisce di non aver mai deciso nulla della propria vita, che ha vissuto l’esistenza solo in funzione degli altri. E forse, proprio per questo, decide che è arrivato il momento di spaccare tutto. E insieme a lui c’è un intero cast corale di personaggi non cresciuti, con cui è stato divertente lavorare, anche grazie alla direzione di Andrea.”. Ed è il collega Luca Bizzarri a continuare a parlare del lavoro svolto dall’autore all’esordio: “Quando abbiamo cominciato a girare non ho mai avuto l’impressione di trovarmi davanti ad un regista esordiente. Andrea sapeva benissimo cosa voleva e come ottenerlo, questo ha reso molto facile il lavoro sul set perché ha creato un’armonia che non è sempre detto si possa trovare.”.

Il giorno più bello è in sala dal 9 giugno, parlano cast e regista

Debutto cinematografico non solo, però, per Zalone, bensì anche per il ballerino Stefano Di Martino, nelle vesti di uno sposo con l’amore proprio per la danza. “La cosa che mi fa più ridere del film? Stefano Di Martino, forse nemmeno lui è consapevole di quanto è divertente.” confessa Bizzarri. Un’esperienza di cui il danzatore è stato più che contento, come afferma lui stesso: “Non so se le persone sentiranno nuovamente il bisogno di vedermi al cinema dopo questo film, ma se mi venisse chiesto di recitare un’altra volta non direi assolutamente di no. Che poi inizialmente ero quasi dispiaciuto per l’alibi del mio personaggio, perché ho sempre concepito la recitazione come qualcosa per avvicinarsi ad aspetti lontani da quelli che ci caratterizzano, invece qui dovevo vestire i panni proprio di un amatore della danza. Quando abbiamo cominciato però a lavorare sul personaggio con Andrea abbiamo cercato di portarlo all’estremo, dandogli così un tocco quasi ridicolo e lontano dalla realtà.”.

Al fianco dello “sposo” De Martino compre la giovane “sposa” Fiammetta Cicogna, anche lei divertita dall’assurdità dei personaggi e dai contesti che vivono nel film: “Chiara, la ragazza in dirittura di arrivo all’altare che interpreto nella commedia, ha un momento di lucidità iniziale in cui forse capisce che non vuole sposarsi, ma alla fine quasi se ne rassegna e, per questo, cerca di divertirsi. È come tutto quello che ha dovuto affrontare nella sua vita: ci sono cose che le vengono imposte di fare? Allora le fa bene!”. Altro personaggio femminile di Il giorno più bello è quello della Serena di Valeria Bilello, indecisa tra due uomini: “Serena è una giovane donna libera e che decise cosa vuole e cosa fare. Questo la porta a vivere su due binari contemporaneamente, quello del marito Giorgio e dell’amante Aurelio, mettendola nel mezzo di questo triangolo amoroso di cui dovrà assumersi la responsabilità delle sue azioni. È un personaggio che si discosta da quello dell’originale film francese, perché con Andrea abbiamo voluto una donna che tenesse lei in pugno la situazione, anche se è ovvio che dovrà affrontare determinate conseguenze.”.

Il giorno più bello è in sala dal 9 giugno distribuito da 01 Distribution.