Film
5 motivi per (ri)vedere Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli su Disney+
My Red Carpet

5 motivi per (ri)vedere Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli su Disney+

Tags: disney plus, shang chi, shang-chi e la leggenda dei dieci anelli

Mentre nelle sale dominano ancora gli eterni di Chlo? Zhao (qui per leggere la nostra recensione di Eternals) su Disney Plus arriva un altro titolo Marvel passato solamente qualche mese fa al cinema e gi? disponibile sulla piattaforma digitale. ? Shang chi il supereroe interpretato da Simu Liu che porta una ventata orientale nel MCU sia nel racconto che nelle scene d?azione. Un mix di stili che il cinecomic va legando insieme per un risultato per Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli che vale 427216991 di dollari al botteghino, classificandosi come settimo miglior incasso del 2021 e pronto ora a sbaragliare anche su Disney Plus.

Se non avete visto la pellicola al cinema e volete recuperare Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli o se non siete sicuri di voler replicare la visione della sala cinematografica, ecco 5 buoni motivi per (ri)vedere il film diretto da Destin Daniel Cretton che vi porter? in questi primi accenni di Fase 4 del MCU.

1) Shang chi e la leggenda dei Dieci Anelli come Black Panther

La pellicola di Destin Daniel Cretton ha la stessa vitalit? e le stesse atmosfere da favola di Black Panther. Il motivo pu? essere semplice: entrambi i cinecomic vanno a toccare una parte di cultura che per troppo tempo ? rimasta esclusa da un occhio prettamente privilegiato, andandosi con i due film ad aprire a comunit? che solo fino a qualche decina di anni fa sarebbero rimaste escluse dall?universo dei grandi marchi, ma che la Marvel decide finalmente ti coinvolgere. ? cos? che l?opera di Ryan Coogler ha quell?aria da mitologia delle origini che possiede in qualche modo anche Shang chi e la leggenda dei Dieci Anelli. Ed ? uno dei pregi di entrambi i film, che si distaccano quasi dalla mera visione supereroistica e affondano le loro radici in un panorama culturale tutto da scoprire.

2) Le arti marziali di Shang chi

Il primo punto ci porta di conseguenza a valutare la messinscena di Shang chi e la leggenda dei Dieci Anelli e di come lo stile di molti film dedicati alle arti marziali non abbia potuto che riversarsi all?interno del film sul supereroe di Simu Liu. ? cos? che nel cinecomic vediamo sequenze action che hanno tutto il sapore orientale di mosse e prese che non avevamo mai avuto l?occasione di scoprire con gli altri film dedicati ai supereroi Marvel. Ed ? stato lo stesso regista a rivelare la sua ispirazione per le scene di combattimento del film: la pellicola presa a modello ? La tigre e il dragone mischiata allo stile di Jackie Chan.

3) Awkwafina con arco e frecce

Awkwafina con arco e frecce. Ma anche con la sua ironia, con la battuta sempre pronta, con quella faccia furbetta che conquista lo spettatore e di cui il grande schermo ? innamorato. ? stata sicuramente un?ottima scelta di casting quella di affiancare al giovane Simu Liu una delle nuove stelle del panorama hollywoodiano che si ? fatta adorare con il tenerissimo The Farewell e ha fatto sbellicare dalle risate col suo assurdo personaggio in Crazy & Rich. Una perfetta spalla su cui puntare, che all?interno di Shang chi e la leggenda dei Dieci Anelli crea anche un collegamento con il cartone della Disney Raya e l?ultimo drago in cui presta la voce proprio?ad un drago!

4) Il cinema asiatico in un attore: Tony Leung Chiu-Wai

Continuando sulle ottime scelte di casting di Shang chi e la leggenda dei Dieci Anelli ? impossibile non sottolineare l?incredibile onore per i Marvel Studios di aver potuto avere nella propria carrellata di star un volto famosissimo e di talento quale quello di Tony Leung Chiu-Wai. Attore feticcio di Wong Kar-wai e vincitore nel 2001 del Prix d’interpr?tation masculine per la sua interpretazione in In the Moon for Love, Tony Leung si fa carico di vestire i panni del padre controverso del giovane Shang chi, non sottraendosi alle scene d?azione e insieme donando densit? e dramma al conflitto famigliare all?interno della pellicola. Un attore che rende reale ogni pi? piccola sfumatura dell?anima, anche quando si tratta di rappresentarla in un film di supereroi.

5) Grandi ritorni in Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli

Ci sono ben due volti che compaiono in Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli e che avevamo avuto occasione di conoscere gi? in precedenza: il primo, forse quello inaspettato, ? di Ben Kingsley che abbandonata la messinscena del Mandarino torna come umile attore un po? svitato, il quale va ad arricchire la linea comica del film Marvel. Dall?altro lato, invece, abbiamo un viso pi? recente rispetto a quello di Kingsley visto nell?Iron Man 3 del 2013 e che viene dal mondo delle arti magiche di Doctor Strange. A comparire nel cinecomic ? Benedict Wong pronto a indossare nuovamente i panni di Wong. Un personaggio che si rivela fondamentale soprattutto per il futuro di Shang Chi, quello che ancora lo attende e di cui si pu? avere un piccolo assaggio nella scena post-credit della pellicola.

Articoli recenti

Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l’abito più amato? INTERVISTE
Interviste
Roberta Panetta
Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l'abito più amato? INTERVISTE
rosaline
News
Martina Barone
Rosaline: su Disney+ arrivano Romeo e Giulietta come non li avete mai visti