Recensioni, Festival, Film
chrissy-judy-recensione-film-lovers-ff
My Red Carpet

Chrissy Judy: recensione del film d'apertura del Lovers Film Festival

Tags: chrissy judy, film lgbtq, Lovers Film Festival, Recensione
chrissy-judy-recensione-film-lovers-ff
Recensioni Festival Film
My Red Carpet

Chrissy Judy: recensione del film d'apertura del Lovers Film Festival

Tags: chrissy judy, film lgbtq, Lovers Film Festival, Recensione

L’esordio alla regia di Todd Flaherty è allegro e promettente: Chrissy Judy, presentato alla 38esima edizione del Lovers Film Festival, è una commedia in bianco e nero alla scoperta del mondo drag e sul ritrovare sè stessi.

Il trailer di Chrissy Judy

La trama di Chrissy Judy

Judy (Todd Flaherty) e Chrissy (Wyatt Fenner), omosessuali e amici di sempre, lavorano in coppia come drag queen a New York. Chrissy però decide di trasferirsi a Filadelfia con il suo ragazzo, abbandonando il mondo dello spettacolo. Judy non è felice della notizia e inizia un rimbalzo da un uomo all’altro, mentre cerca di convincere l’amico a tornare a New York: il suo inibito nasconde il suo sentirsi inadeguato anche nella famiglia che si era scelto.

1662502485081454d84755181ab7651b4 1
Photo Credits: Chrissy Judy

Scritto, diretto e interpretato da Todd Flaherty, Chrissy Judy è una bella, divertente commedia che dà molto da pensare sulla community LGBTQ+ e in particolare sulla cultura drag: queste diventano la famiglia che ti scegli, che ti accoglie e ti capisce. Ma fino a quando? In famiglia comunque si è diversi, e spesso le ambizioni e i desideri della vita non coincidono con quelle degli altri. Chrissy, all’alba dei 30 anni, vuole stabilità, desidera costruire un rapporto con il suo compagno al contrario di Judy che è uno spirito libero, che sogna di fare la drag queen per tutta la vita e non accetta i cambiamenti repentini che gli stanno accadendo. Judy è un Peter Pan omosessuale, non vuole crescere e diventare adulto, avere responsabilità e obblighi, tanto da ritenere “eteronormativo” l’avere un partner stabile.

chrissyjudy still 05 1 1
Photo Credits: Chrissy Judy

In un mondo dove tutti giudicano e sono giudicati, la storia di Judy permette di svelare la drag culture e l’insoddisfazione personale: il personaggio di Judy è dipendente da quello di Chrissy, e l’abbandono del socio è un drastico cambiamento nell’ambiente lavorativo, tanto da portarlo a riscrivere il numero e creare un nuovo personaggio, un nuovo lui. La maschera drag notturna diventa maschera di tutti i giorni, che man mano scivola dal volto del protagonista rivelando nuove prospettive e ambizioni.

aa1db460 dda1 11ed b09b 716f200eedc8 rimg w720 h405 gmir 2
Photo Credits: Chrissy Judy

Chrissy Judy è una commedia, a tratti commovente, che ricorda i film comici degli anni ‘40 e ‘50, meglio ancora una vacanza al mare durante quegli anni, visto sia il filtro del bianco e nero e alcuni ambienti, ma anche il linguaggio dei personaggi sembra uscire da un altro tempo: schietto e preciso, tagliente e ironico. Il tono bianco e nero, permette anche di svelare il blocco di Judy: nel film gli viene detto che il suo personaggio di spettacolo è bloccato in un’epoca a cui lui non appartiene, per questo non riesce ad avere successo, deve abbandonare i clichè e creare qualcosa di nuovo e personale.

La commedia d’esordio di Flaherty si completa di una colonna sonora vivace e spiritosa, che tiene il ritmo della scoperta di sé stessi e della storia d’amicizia tra Chrissy e Judy, tra feste, baldorie, delusioni e rabbia.

Articoli recenti

Kung Fu Panda 4: il nuovo trailer del film d'animazione
News
Alessio Zuccari
Kung Fu Panda 4: il nuovo trailer del film d'animazione
barbie film villain
Film
Federica Marcucci
Oscar 2024: Ryan Gosling canterà I'm Just Ken
SuperSex
News
Federica Marcucci
Supersex: la serie Netflix presentata a Berlino
Ghosbusters: Minaccia glaciale, online il poster del nuovo capitolo della saga
News
Alessio Zuccari
Ghosbusters: Minaccia glaciale, online il poster del nuovo capitolo della saga
STAY CONNECTED