Recensioni
Cip e Ciop Agenti Speciali: recensione del film su Disney Plus
My Red Carpet

Cip e Ciop Agenti Speciali: recensione del film su Disney Plus

Tags: Cip e Ciop, Cip e Ciop Agenti Speciali, disney plus

Sinossi di Cip e Ciop Agenti Speciali:

Cip e Ciop sono state due star sul finire degli anni Ottanta. Quando per? Ciop si ? allontanato per un progetto in solitaria, il legame tra i due si ? sciolto. Gli scoiattolini, per?, potrebbero tornare a fare squadra quando un criminale metter? a rischio la vita di un loro amico.

Recensione di Cip e Ciop Agenti Speciali:

Tom Cruise torna al cinema nel ruolo di Pete ?Maverick? Mitchell nel sequel Top Gun: Maverick. Un film totalmente basato sulla figura mitopoietica del divo americano, nato per fare i suoi stessi stunt visto che ?a Gene Kelly non hanno mai chiesto perch? balla?. Un ritorno dagli anni Ottanta in sella a un F-18, pi? di trent?anni dopo facendosi baluardo assieme ai suoi compagni Ghosbusters: Legacy, Scream 5 e Matrix Resurrections ripercorrendo la teoria dei requel, che vanno unendo la dimensione del reboot con quella del revival. Un salto in una riflessione sulle teorie del cinema che sconfina nell?evoluzione dell?animazione, merito del ritorno di due figure del salone di Topolino che dalla tv degli 80s arrivano in forma cinematografica su Disney Plus.

Cip e Ciop Agenti Speciali continua sulla scia di un?arte che sta andando sempre pi? affondo nella propria natura, perfettamente consapevole di una confezione che sta mutando all?esterno, mentre internamente ricalca in maniera forse un po? ripetitiva seppur adorabile ed ingenua la dimensione della nostalgia. Quella che riprende franchise dal passato e li riporta sullo schermo, che se si approccia a racconti originali ricerca comunque un?estetica e dei riferimenti all?immaginario delle decadi andate e non trova ispirazione nell?avanzamento dei tempi se non dal punto di vista tecnologico, proprio come dimostra il film in tecnica mista con i due scoiattolini, doppiati in italiano da Raoul Bova e Giampaolo Morelli.

Cip e Ciop Agenti Speciali: come cambia lo show business

L?opera di Disney Plus richiama perci? l?originaria serie televisiva di cui Cip e Ciop erano protagonisti nel 1989, facendone nel presente delle star attempate lontane oramai dalle scene, separati da dissapori lavorativi e da ferite personali. La figura di quelle personalit? che hanno cavalcato la cresta dell?onda, prima di scontrarsi duramente con l?altra faccia dello show business, quella che li ha allontanati non facendo pi? ritrovare loro la fama che avevano avuto, la quale potrebbe essere riacquistata proprio grazie ad un ritorno in questi anni moderni cos? retr? e malinconici.

? esattamente per questo che Cip e Ciop Agenti Speciali ci ricorda un Chi ha incastrato Roger Rabbit, sia per l?impatto visivo della popolazione met? animata e met? umana, sia per la strada investigativa intrapresa dai personaggi che dovranno sventare un giro di criminalit? basato sul mercato pirata e la sua ?rimasterizzazione?. Ma anche in questo contesto, quello della contaminazione tra i due universi, la pellicola fa un ulteriore zampo in avanti pur guardando fissamente all?indietro: nel suo porre una distanza emotiva e ?fisica? per i co-protagonisti, a presenziare per la classicit? animata del cinema abbiamo un Cip in 2D, il quale si pone in contrasto con l?operazione per diventare tondo e in CGI di Ciop. Il vecchio e il nuovo, il prima e dopo convertono in un mondo ancora in carne e ossa in cui per? i cartoni sono ovunque. L?ambivalenza di un?animazione che manifesta la sua trasformazione pur rimanendo saldamente legata a ideali narrativi maneggiati come reliquie, non quelle da dover guardare e oltrepassare, bens? da omaggiare come fossero il sacro Graal del successo contemporaneo.

Un’indagine piena di divertimento, ieri e oggi

Discorsi filosofici e filologici a livello audiovisivo che puntano sulla rimembranza dei primi appassionati della Disney. Ma che spaziano anche in un ripercorso storico del cambiamento dell?animazione e delle sue angolature, dalla plastilina del Captain Putty alla realisticit? del Pumba de Il re leone in live-action, arrivando ai processi di piratizzazione a cui vengono sottoposti i malcapitati debitori di Peter Pan fino all?auto-ironia degli errori della tecnica animata e della sua fortuna o meno con l?inquietante e esilarante Ugly Sonic.

Il reboot/requel contagia dunque anche l?animazione per una pellicola che mescola il divertimento con la base investigativa come avveniva nel prodotto seriale 80s, facendo di Cip e Ciop Agenti Speciali un prodotto tra buddy movie e effervescenza creativa, innestata nella visione e nella storia dei pelosi protagonisti. Giocare con una Hollywood che interpella se stessa e si perde e spaventa tra bambini ormai cresciuti diventati criminali e territori del ?perturbante?, i quali mostrano come sappia anche ridere dei propri errori. Un caso da dover portare a termine, mentre quello di intrattenere il pubblico ? stato gi? pienamente compiuto.

Articoli recenti

Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l’abito più amato? INTERVISTE
Interviste
Roberta Panetta
Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l'abito più amato? INTERVISTE
rosaline
News
Martina Barone
Rosaline: su Disney+ arrivano Romeo e Giulietta come non li avete mai visti