Film
Corro da te: il cast e il regista parlano delle polemiche e dell'anima del film
My Red Carpet

Corro da te: il cast e il regista parlano delle polemiche e dell'anima del film

Tags: Corro da te, miriam leone, pierfrancesco favino

Piefrancesco Favino e Miriam Leone sono i protagonisti di Corro da te, film di Riccardo Milani che partendo da una morale sbagliata, il tentativo di ingannare una persona fingendosi disabile, va costruendo nel corso della sua durata una storia d?amore che ? quella che vede coinvolti i personaggi di Chiara, su una sedia a rotelle, e di Gianni, playboy incallito. La tipica scommessa tra amici che l?uomo lancia per dimostrare la sua mascolinit?, la quale verr? messa in discussione assieme al suo presentarsi come essere umano, per una pellicola che ricerca i canoni della commedia e del film romantico basandosi sulla pellicola originale francese Tutti in piedi di Franck Dubosc.

Riccardo Milani, regista di film quali Come un gatto in tangenziale e Benvenuto Presidente, ha da sempre ricercato all?interno del proprio cinema un lato critico che potesse essere riportato sullo schermo, quello in grado di far sia ridere che riflettere lo spettatore, come ha cercato di fare con Corro da te. ?Penso che questa pellicola tenti di raccontare qualcosa che ? presente nel nostro mondo.? dichiara Milani ?Un?umanit? che fa finta non ne esisti un?altra. Per questo serviva che il film avesse una messinscena credibile, per poter fare una feroce ironia anche su se stessi.?. Certamente il dover trattare un personaggio con una disabilit? come quello di Chiara ha richiesto una cura e un?attenzione in pi?, ma il trattamento della protagonista ? avvenuto, oltre che alla consulenza di associazioni apposite, cercando di rispettare dei caratteri anche usando il sarcasmo pi? pungente. Continua Milani: ?Lavorando a contatto con persone con disabilit? ci siamo accorti che loro in primis si descrivono senza remore. Questo ci ha spinto a non aver timore nella scrittura e nella rappresentazione, cercando di portare a termine il lavoro con serenit? e, soprattutto, onest?.?.

Onest? riconfermata dall?attore Piefrancesco Favino, per cui non ? un problema interpretare un ruolo che catalizza al proprio interno una forte negativit?, quella che ha riposto nel personaggio di Gianni e che deve farsi specchio per ripensare a come ci si comporta nella vita di tutti i giorni. Conferma Favino: ?Corro da te non ? un film che si conforma ai canoni dell?ipercorrettismo che viviamo oggi. Nell?opera le cose vengono chiamate col proprio nome ed ? quello che sta sempre pi? mancando nella vita di oggi. Gianni, il mio personaggio, ? un narcisista che ha paura di invecchiare e che fa finta di non vedere che attorno a lui esiste qualcosa come la disabilit?. Ma in verit?, su tanti temi, il disabile ? proprio lui, che finge che una condizione come quella di Chiara e di molti altri non esista.?. Sicuramente una riflessione che l?attore ha tirato fuori anche dopo alcune polemiche girate sui social prima ancora del rilascio al cinema del film: ?Non voglio sentirmi in colpa nel poter raccontare diversi tipi di storie. Proprio perch? Corro da te parla di tolleranza e di come sia grazie all?altro che si pu? trovare il meglio di noi stessi.?.

Sulla vicinanza con gli altri ? ci? su cui ha ragionato anche la sua collega Miriam Leone, commossa mentre ricorda l?esperienza del lavoro su Corro da te: ?C?? sempre qualcosa di noi nell?altro perch? siamo tutti umani.?. Prosegue Miriam Leone: ?C?? un grande equivoco che va avanti nella nostra societ?, ossia che la forza fa parte solamente della prestanza e del valore fisico. Il personaggio di Chiara, invece, ? forte e positivo perch? come arma ha il sorriso.?. Una protagonista che, per la sua interprete, va raccontando una grande verit? come enuncia con le sue parole: ?Chiara rappresenta una dolcezza che accoglie l?altro e che spesso dimentichiamo in questa societ?. Ha attraversato le sue tenebre e pu? perci? rivelarsi come una persona luminosa. ? il contrario di parole come buonismo, vittimismo, pietismo, bens? bont? e piet?.?.

Insieme ai due attori protagonisti a contribuire alla presentazione di Corro da te sono presenti anche Pilar Fogliati e Carlo Luca De Ruggieri. ?Mi ha colpito interpretare il personaggio della sorella di Chiara perch? ? cos?, anche quando si ? un familiare non si pu? mai comprendere fino in fondo cosa pu? attraversare una persona disabile. Ma, nonostante ci?, ? sempre disposta ad aiutarla e starle vicino.? afferma Fogliati. E continua De Ruggieri parlando del suo personaggio: ?Certo Gianni ? un fratello pessimo, ma nel mio personaggio ho cercato comunque di inserire un affetto fraterno che potesse legarli.?.

Corro da te ? in sala dal 17 marzo distribuito da Vision Distribution e Universal Pictures.

Articoli recenti

AND-anche-emma-stone-cast-film-lanthimos
Film
Roberta Panetta
AND: anche Emma Stone nel cast del nuovo film di Lanthimos
berlino-inizio-riprese-serie-spin-off-la-casa-di-carta
Interviste
Erika
Berlino: il cast presenta l'inizio delle riprese dello spin-off de La Casa di Carta