2017
Harry Potter e La Pietra Filosofale: una magia lunga 20 anni
My Red Carpet

Harry Potter e La Pietra Filosofale: una magia lunga 20 anni

Il 26 giugno 1997 veniva pubblicato?Harry Potter e la Pietra Filosofale, primo della fortunatissima serie di sette libri firmati J. K. Rowling che avrebbero rappresentato ? e rappresentano tutt’ora ? uno dei riferimenti pi? importanti del mondo fantasy e della magia per generazioni intere.

La storia di Harry ha emozionato infatti grandi e piccoli nelle sue vicende a fianco di Hermione Granger e di Ron Wisley. Siamo tutti cresciuti a fianco di questi personaggi, patteggiando per loro dall?inizio alla fine nella lotta contro le forze del Male.

Il successo mondiale della saga di Harry Potter ha reso la sua scrittrice J. K. Rowling una delle donne pi? importanti del panorama della letteratura.

Per il ventesimo compleanno del mago pi? famoso di sempre tante sono le iniziative organizzate per festeggiarlo. Dopo la ripubblicazione del libro a tema Casa di Hogwarts, con la possibilit? per il lettore di scegliere Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde, anche Zuckerberg si ? lasciato affascinare dalla ricorrenza con un trucchetto da mettere in pratica su Facebook.

? piuttosto semplice: se all?interno di un post o di un commento si scrive il nome di Harry Potter o di una delle quattro Case di magia, il nome verr? visualizzato nel colore della Casa stessa. Ma non finisce qui! Comparir? una bacchetta magica, pronta per un incantesimo sulla nostra homepage! Cliccando nuovamente sulla parola, ritroveremo la bacchetta.

L?Easter Egg ha gi? spopolato sul social, e i fan di Harry Potter ne sono pi? che entusiasti. Ma attenzione, perch? la funzionalit? aggiunta da Marc Zuckerberg ? disponibile solo in inglese; occorrer? quindi digitare i nomi delle Case nella lingua originale (Gryffindor, Ravenclaw, Hufflepuff e Slytherin).

E voi? L?avete gi? provato? Noi s?!

A cura di Giovanna Nappi
Photo Credits: Pinterest – Giphy

Articoli recenti

omicidio nel west end
Film
Martina Barone
Omicidio nel West End: recensione del film con Saoirse Ronan
40-torino-film-festival
Eventi
Roberta Panetta
40° Torino Film Festival: Ugo Nespolo firma la meravigliosa immagine della nuova edizione