Recensioni
Hawkeye: recensione del finale di stagione della serie Marvel su Disney+
My Red Carpet

Hawkeye: recensione del finale di stagione della serie Marvel su Disney+

Tags: disney plus, hawkeye, marvel

Parlando del finale di Hawkeye, rilasciato a ridosso delle feste natalizie, bisogna dire che ci troviamo davanti alla miglior serie Marvel. WandaVision aveva preso il nostro cuore, The Falcon and the Winter Soldier ci aveva fatto riflettere sull?identit? degli eroi e Loki si era rivelato il prodotto pi? strettamente seriale, slegato quasi dal resto del contesto Marvel – complice un?inedita linea temporale che potr? venir esplorata all?interno della seconda stagione. Hawkeye, tra tutte queste possibilit? narrative, si ? mostrata invece come la serie pi? semplice in termini di ideazione e contenuto, puntando su una linearit? che ne fatto il suo obiettivo, centrandolo completamente a pieno.

Verdetto che si conferma pur con il sopraggiungere di un sesto episodio, quello conclusivo, non esattamente all?altezza del resto delle puntate, le quali si sono susseguite nel corso delle settimane proponendo momenti pi? esaltanti rispetto ad una chiusura sicuramente emozionante, ma che si manifesta meno epica di quanto avrebbe potuto. Certamente il compito di Hawkeye, ossia quello di portare a termine la propria storia facendoci conoscere meglio la new entry Kate Bishop e con lei approfondire il carattere di Clint Barton, ? stato portato a termine con adrenalina e convinzione. Ma ? impossibile dimenticare l?inseguimento in macchina a suon di frecce contraffatte e la commozione sull?apprendimento della vita di Maya negli episodi precedenti, o la comparsa di due personaggi diventati fondamentali ai fini del racconto di Hawkeye e che hanno dettato le conseguenze dello scontro finale.

La freccia migliore di Hawkeye: la semplicit?

Nonostante la cristallizzazione di una puntata finale che vuole mettere a segno ci? che aveva seminato nel corso della storia e che in questo riesce egregiamente bene, Hawkeye ? la miglior serie arrivata su Disney Plus non tanto per il coinvolgimento che riesce a suscitare o la presa che ha avuto sul pubblico. Non ? nemmeno per la sua capacit? di trascinare lo spettatore o rendere improvvisamente Occhio di Falco l?Avengers preferito. Ci? che la rende tale ? la precisione di scrittura dello showrunner Jonathan Igla e dei collaboratori alla sceneggiatura Katrina Mathewson e Tanner Bean.

? la loro attenzione nel seguire tutti i passaggi necessari per costruire il legame tra un duo di persone cos? differenti, ma che riescono alla fine a diventare soci. E il saper creare un contorno che non rimanga indifferente al pubblico, come la gilda simulata e divertente che finisce per diventare rete di contatti e di aiuto per Clint e Kate, nonch? sartoria ufficiale per i nuovi costumi che finalmente possono far ri-partire il brand di Occhio di Falco.

Attenzione spoiler!

Il coraggio della normalit?

L?eroismo in Hawkeye si tramuta in senso famigliare tanto per l?ambientazione natalizia, quanto per quella forma di aiuto che Clint Barton ha sempre dimostrato nei confronti delle persone e che con la serie possono farlo riconoscere a tutti gli effetti come un supereroe. Il discorso di Kate Bishop, il suo essere diventata la donna coraggiosa che ? ora, ? un elogio alla normalit? che diventa straordinaria quando riesce a toccare gli altri. A confortarli, ad essere pronti a sacrificarsi quando arriva il momento necessario. Lo stesso, perci?, vale anche per la serie. Nel suo stendersi liscia davanti al pubblico e presentando i graffi e le ferite che i protagonisti si procurano, Hawkeye ? la rivincita del dovere sui superpoteri, del valore sulle abilit? innate.

Ed ? anche un insegnamento, come quello di una figlia che riconosce gli sbagli di una madre che deve pagare, di un uomo che riesce finalmente ad aprirsi a chi ha attorno e una lezione sull?importanza di tornare in tempo a casa per Natale – oltre a portare come regalo alla propria moglie un oggetto che riguarda il passato, come teorizzato gi? in questo nostro articolo. E se Occhio di Falco ha messo bene a punto le sue frecce potrebbe persino tornare, anche perch? abbiamo un Kingpin appena riapparso che si fa ?sparire? fuori scena e una Yelena che ha appena compiuto il suo ingresso da solista. Tra l’umorismo di Hailee Stenfield – e la citazione del suo personaggio a Elf all?interno dell?ascensore – e l?apertura di Jeremy Renner, Hawkeye ? il dono sotto l?albero dei fumetti che ci ha fatto la Marvel e di cui non possiamo che essere grati.

Leggi anche:

Articoli recenti

Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l’abito più amato? INTERVISTE
Interviste
Roberta Panetta
Noi Principesse Sempre Celebration, qual è l'abito più amato? INTERVISTE
rosaline
News
Martina Barone
Rosaline: su Disney+ arrivano Romeo e Giulietta come non li avete mai visti