Recensioni
Hollywood Stargirl: recensione del sequel originale su Disney Plus
My Red Carpet

Hollywood Stargirl: recensione del sequel originale su Disney Plus

Tags: disney plus, hollywood stargirl, Stargirl

Sinossi di Hollywood Stargirl:

Stargirl (Grace VanderWaal) arriva a Los Angeles insieme alla madre. In questa citt? cos? soleggiata scoprir? nuovi amici e una passione inaspettata per il mondo del cinema, portando sempre dietro a s? l’amore per la musica.

Recensione di Hollywood Stargirl:

Jordan Horowitz ? stato il produttore al centro dello scandalo degli Oscar nell?occasione della busta sbagliata nel momento dell?annuncio del Miglior Film nel 2017. Fu lui a chiarire il fraintendimento sul palco annunciando al microfono che no, La La Land non aveva trionfato, bens? il vincitore era il Moonlight di un esordiente Barry Jenkins. Un volto e un?espressione che ricorderemo per sempre, ma che andiamo a ricacciare ora fuori in occasione dell?uscita su Disney Plus della pellicola originale Hollywood Stargirl, sequel del precedente Stargirl tratto dai libri di Jerry Spinelli e di cui Horowitz ? sceneggiatore assieme alla moglie e collaboratrice Julia Hart, regista di entrambe le pellicole.

Un ritorno significativo quello del personaggio interpretato da Grace VanderWaal per Jordan Horowitz, che come era stato per il meraviglioso film di Damien Chazelle catapulta i personaggi nella Los Angeles dei sogni, quella dell?aspirazione di fare cinema, approcciandosi stavolta alle moderne tecniche di ripresa e registrazione. Basta un telefono, una buona fotocamera, un?idea alla base che sappia sostenere l?intere redini di un progetto, a cui bastano anche i mezzi pi? immediati per poter realizzare un film a basso budget eppure pieno di cuore. Hollywood torna a battere in un petto che desidera fare delle proprie storie una finestra per la fantasia e i desideri del pubblico, un?idea che Hart e Horowitz hanno sviluppato allontanandosi dalla base letteraria dei libri di Spinelli, editando per la loro protagonista un racconto del tutto inedito.

Da Figure It Out al sogno del cinema

Cos? come capitato anche alla composizione della canzone Figure It Out, tutto in Hollywood Stargirl parte dall?intenzione di rendere principale un personaggio che nel film del 2020 era visto solamente tramite gli occhi dei suoi comprimari. Non venendo mai rappresentata prima nella propria peculiarit? o interiorit?, ma fungendo solo da trampolino per il protagonista Leo interpretato da Graham Verchere, nel sequel ? Stargirl stessa che compie azioni e gesti i quali vengono seguiti da noi spettatori. Un percorso non narrato o sussurrato da altri i quali si interrogano sull?esistenza o meno di una ragazza tanto particolare, ma il nostro addentrarci direttamente nella vita, nei pensieri, nella quotidianit? di questa giovane diventata finalmente protagonista della sua esistenza e non pi? fruita attraverso l?occhio di altri.

Un?appropriazione della centralit? di Stargirl che passa dal coinvolgimento in prima persona della sua interprete Grace VanderWaal che quel brano originale del film l?ha scritto di suo pugno su invito della regista, ?trovando il modo? – parafrasandone il titolo – di far giungere le sue parole e la melodia nel profondo del pubblico, che sar? sempre pi? in intimit? con la ragazza e i suoi nuovi amici.

Hollywood Stargirl: guardare attraverso gli occhi della protagonista

Cos? con Hollywood Stargirl si ha continuamente la sensazione di trovarsi nella bolla personale della protagonista, fatta di stravaganza, stramberia, colori e suoni, e che la pellicola arricchisce con le difficolt? a cui anche la ragazza non pu? sottrarsi e che rischiano di rendere grigia e insofferente la sua esistenza. Quel dolore di non saper identificare mai alcun posto come la sua vera casa visti i continui trasferimenti di una madre single che ha sempre fatto di tutto per proteggere e far crescere felice la propria bambina. Il sentirsi finalmente tutt?uno con le radici di un luogo per sogni, ambizioni e familiarit?. L? dove anche dalla pi? piccola intuizione possono nascere avventure incredibili, grazie alla potenza della musica e del cinema.

Con un?aria ancora tra il sospeso e il surreale, che anche in questo caso ha sempre un aggancio che riporta l?atmosfera all?interno della realt? per dimostrare proprio la differenza tra la ragazza e il modo che ha rispetto al circostante di guardare il mondo, Hollywood Stargirl ? comprendere gli ostacoli, ma andare avanti. ? voler intraprendere una strada tortuosa, ma farlo sapendo di avere accanto le persone giuste. ? continuare a combattere per ci? che si vuole diventare non temendo di salire sopra ad un palco. ? il ritorno di un?anima come quella di Stargirl, la quale inebria la sua intera pellicola.

Articoli recenti

AND-anche-emma-stone-cast-film-lanthimos
Film
Roberta Panetta
AND: anche Emma Stone nel cast del nuovo film di Lanthimos
berlino-inizio-riprese-serie-spin-off-la-casa-di-carta
Interviste
Erika
Berlino: il cast presenta l'inizio delle riprese dello spin-off de La Casa di Carta