Recensioni
Il giorno più bello: recensione del film con Luca e Paolo
My Red Carpet

Il giorno più bello: recensione del film con Luca e Paolo

Tags: Andrea Zalone, Il giorno più bello, Luca e Paolo
Il giorno più bello: recensione del film con Luca e Paolo
Recensioni
My Red Carpet

Il giorno più bello: recensione del film con Luca e Paolo

Tags: Andrea Zalone, Il giorno più bello, Luca e Paolo

Sinossi di Il giorno pi? bello:

Per il protagonista Aurelio (Paolo Kessisoglu) quello del matrimonio tra i giovani Chiara (Fiammetta Cicogna) e Pier (Stefano De Martino) ? un giorno importantissimo: se il padre della sposa sar? infatti felice dell’organizzazione potrebbe investire nell’attivit? dell’uomo, che potrebbe finalmente partire con la compagna Serena (Valeria Bilello). Peccato che la donna non abbia ancora lasciato il marito, il fotografo dell’evento Giorgio (Luca Bizzarri), e che la festa per gli sposini si riveler? piena di imprevisti.

Recensione di Il giorno pi? bello😕

Qual ? stato Il giorno pi? bello della vostra vita? Per Aurelio (Paolo Kessisoglu) ? quello dei suoi clienti ogni giorno, sposi felici a cui augura ?Tanta felicit?? seguendo le orme del padre wedding planner e avendone preso in mano le redini dell?azienda. Ma il Covid ? sopraggiunto, i matrimoni hanno cominciato a svolgersi su Zoom e le mascherine facevano venire gli invitati sgradevoli in foto. ? perci? in un mare di debiti in cui l?imprenditore si ritrova rispetto a quello azzurro e cristallino in cui vorrebbe navigare assieme alla sua compagna Serena (Valeria Bilello), moglie del fotografo Giorgio (Luca Bizzarri), ancora in bilico sul lasciare l?uomo che ha accanto per prendere il largo col suo amante. Per Aurelio le sorti del suo futuro, amoroso e lavorativo, verranno tirate nel giorno del matrimonio pi? importante della sua vita: non il suo, bens? quello organizzato per la giovane Chiara (Fiammetta Cicogna), figlia di un potenziale investitore che potrebbe acquistare l?attivit? del wedding planner mettendo in regola i suoi conti e rendendolo finalmente libero.

Se la storia di Il giorno pi? bello vi sembra familiare ? perch? Andrea Zalone, alla sceneggiatura insieme a Fabio Bonifacci, ha preso dal film originale C’est la vie ? Prendila come viene del 2017 per renderlo remake in versione pandemica e italiana assumendo il ruolo di regista alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa. Un lavoro di ripresa e adattamento, di cambiamenti e di adesione ad una cultura, soprattutto legata ai matrimoni, molto territoriale, che funziona proprio per le differenze che pone con l?opera francese, la quale si era rivelata un successo di critica e di pubblico quando qui nel Bel paese pass? in anteprima durante la 12esima edizione della Festa del Cinema di Roma.

Il palcoscenico delle nozze

Un impianto rimasto lo stesso, quello del ?giorno pi? bello? tanto per gli sposi quanto per il titolare di un?impresa sull?orlo del precipizio, dove l?obiettivo comune ? quello di riservare agli ospiti una rallegrante, gioiosa e elegante festa, mentre sotto antipasti di crudit?s e torte alla bufera di frutti rossi si instaurano accordi di vendita per salvare un?azienda e mettere fine ad un altro matrimonio. Una commedia che prende a piene mani dalla pellicola di partenza, riproponendone le stesse dinamiche, ma cercando delle variazioni che possano aderire con maggior presa all?immaginario nostrano e possano abbinarsi meglio anche agli interpreti di Zalone.

? di fatto l?atmosfera corale quella che maggiormente conferisce ritmicit? al film, muovendosi e alternando entrate e uscite dei vari personaggi, i quali si spostano come pedine all?interno della dimora sfarzosa che fa da sfondo all?evento e abbellisce gli scambi tra personale e invitati. Incroci e linee narrative, lo spostarsi dentro e fuori da un palcoscenico circoscritto in cui avverr? la gran parte dell?azione, fatta di battute e di macchiette ironiche che non fanno di Il giorno pi? bello una commedia sofisticata, ma abbastanza simpatica da poter intrattenere con divertimento il pubblico.

Il giorno pi? bello e le conseguenze di quel fatidico “S?”

Un?ironia che Andrea Zalone ha dovuto ben smorzare rispetto alla sua collaborazione assidua con Maurizio Crozza, alleggerendola e smussandola cercando di rivolgersi ad una platea ben pi? popolare, che pu? trarre godimento dalla visione di una pellicola che pone comunque una discreta attenzione alla sua scrittura e, ancor di pi?, all?interazione tra personaggi. Vivendo tanto di attori e delle loro performance singole e di gruppo, l?opera descrive nel dettaglio ogni personalit? all?interno del team di lavoratori al matrimonio, quanto dei loro sposi, familiari, amici e ospiti. Caratteri accentuati e portati a volte all?eccesso, ma in grado di interagire con brio tra di loro, riuscendo a contenersi a vicenda anche quando qualcuno cerca di fuoriuscire dai ranghi.

Una commedia che, come per le nozze dei personaggi di una ilare Fiammetta Cicogna e un inaspettatamente convincente e auto-ironico Stefano De Martino, tiene in bilico il proprio tono e umore riuscendo a giungere alla fine potendo tirare un sospiro di sollievo. Che incastra tutto tra una portata e l?altra, portandosi dietro le conseguenze di quel fatidico ?S??.

Il giorno pi? bello ? in sala dal 9 giugno distribuito da 01 Distribution.

Articoli recenti

l'amante di lady chatterley
Film
Cristiana Puntoriero
L’amante di Lady Chatterley: recensione del film Netflix con Emma Corrin
Indiana Jones e la Ruota del Destino: ecco titolo e trailer del nuovo capitolo della saga!
Film in uscita
Alessandro Gerardi