News, Streaming
Il Serpente dell’Essex: 5 motivi per vedere la serie con Tom Hiddleston su Apple TV+
My Red Carpet

Il Serpente dell’Essex: 5 motivi per vedere la serie con Tom Hiddleston su Apple TV+

Tags: AppleTV, il serpente dell'essex, serie tv, streaming

In questo peculiare momento storico di rinvigorito negazionismo, in cui la scienza e le scoperte mediche vengono messe in ciclicamente discussione da bizzarre teorie e incredibili complotti, le tematiche che sorreggono l?intera narrazione de Il Serpente dell?Essex risuonano a noi con un certo tempismo.

Tratta dell?omonimo best-seller della scrittrice e giornalista inglese Sarah Perry, la serie, adattata per Apple TV+ da Anna Symon, si muove nell?ambiente anti razionale per eccellenza dell?epoca vittoriana, per mettere in scena il conflitto eterno fra fede ed empirismo, visioni incarnate rispettivamente da un vicario di Colchester (Tom Hiddleston), localit? di pescatori nell?Inghilterra orientale, e da una vedova naturalista (Claire Danes) con la passione per la scienza, giunta l? da Londra per approfondire la diceria che sibila da un po’ fra gli abitanti, i quali legherebbero la scomparsa di una giovane del posto con la presenza minatoria di una bestia marina: un serpente appunto, emerso dalle paludi del fiume e risalito fino alla brughiera.

Divisa fra campagna e citt?, fra immobilismo superstizioso e progresso tecnologico, Il sorprende dell?Essex ? una proposta seriale capace di offrire alcuni interessanti spunti di riflessione, offuscata da atmosfere gothic-horror e da simbologie bibliche a cui viene dato un proprio peso specifico. Scorpriamo allora quali sono i 5 motivi per vedere la serie su Apple TV+.

1. Il prete vizioso Tom Hiddleston

Oltre all?ottima performance di Claire Danes, che qui impersona con verve e con soffusa sofferenza il coraggio di una donna rivoluzionaria, anti religiosa e scomoda a molti uomini ai piani alti dell??lite londinese, a Tom Hiddleston bisogna riconoscere un certo carisma per la sua prova da prete sentimentalmente (ed eroticamente) minacciato dall?arrivo della stessa. Nel corso degli episodi infatti i due saranno vittime di un?incontenibile attrazione fatale, proibita sia per lui, sposato e con figli, che per lei, costretta al rispetto del lutto e sotto gli occhi di una comunit? piuttosto bigotta. Un peccato che smonter? l?allure di affidabilit? e rigore di un uomo in piena crisi con Dio, costretto a contenere l?ansia dilagante dei suoi parrocchiani convinti che qualcosa di malvagio sia spuntato non soltanto dalle acque ma dall?arrivo di Cora.

2. Il mito del serpente

E? dagli scritti della Genesi, quelli che lo vogliono tentatore di Eva all?assaggio proibitivo della mela, che il serpente racchiude in s? l?incarnazione del peccato. Per la sua conformazione sfuggente e sinuosa e i suoi movimenti languidi pronti a contorcere le prede con una forza letale, il rettile ? da sempre l? allegoria della perversione, della trasgressione antitetica alla rettitudine delle virt? della dottrina cristiana, rappresentati qui dal decadimento morale che progressivamente attanaglier? il pio vicario interpretato da Tom Hiddleston. Fattosi carne dalla composizione intagliata nel legno custodita all?interno della Chiesa di Colchester e animale mitologico che cattura le anime del posto, nella serie l?animale assume un accezione di pericolo imminente e di immoralit?, regalando alla storia un fascino decadente e demoniaco davvero penetrante.

3. Operazioni (non asettiche) a cuore aperto

Nel 2014 nelle televisioni statunitensi via cavo arrivava una delle prime serie tv diretta da un certo signore Steven Sodenbergh. Ambientata nei rudimentali ospedali del 1900 a New York, The Knick schiudeva proprio sotto i nostri occhi il mondo inquietante e ipnotico della chirurgia ante litteram, quando ancora era piuttosto rudimentale, eseguita da equipe mediche che tentavano di praticare teorie elaborate senza rilevanza e assistite sugli spalti da medici e scienziati incuriositi di quelle operazioni/performance. Il seprente dell?Essex, gi? nei primi episodi, ci presenta esattamente quel mondo, attraverso il personaggio di Luke Garrett (Frank Dillaine), un giovane chirurgo ossessionato dal realizzare il primo trapianto di cuore e fermo sostenitore delle dottrine scientifiche.

4. Ritorno alla natura

Giocando sul dualismo simbolico (e simbiotico) dello scontro prima e del possibile dialogo poi, fra teologia e scienza, evoluzione e misticismo, Il seprende dell?Essex si muove raffigurando mondi diametralmente opposti: una Londra che avanza sempre di pi? fra architetture in cemento, metropolitane ed edifici in costruzione, e lo spazio rurale e incolto delle campagne, ancora passivo alle novit?, all?apertura delle diversit? e piegato ai meccanismi dei precetti religiosi e della convinzione dell’esistenza del demonio. Resi visivamente accattivanti dalla regia curata da Clio Barnard, metropoli e cittadina risplendono a loro modo e da lontano da una sorta di rifrazione paesaggistica alle contraddizioni dell?epoca vittoriana.

5. L’attenzione ai costumi e alla messa in scena

Grande cura senza dubbio ? stata data alla realizzazione artigianale dei costumi, quelli ampi, pesanti e soffocanti nei lacci del corsetto per le donne e nella ricostruzione meticolosa degli interni londinesi e dei cottage dell?Essex. Sfruttando le potenzialit? della bellezza del paesaggio che offrono le lunghe distese erbose dell’Inghilterra, fra il verde delle brughiere, il fumo dei vapori e i colori arancio dei tramonti a perdifiato, Il serpende dell?essex di certo fa delle ambientazioni un suo evidente punto di forza, veicolando proprio sugli abiti e gli allestimenti scenici non solo l’immancabile mole produttiva di Apple, ma la volont? di ritrarre anche esteticamente quel divario simbolico fra civilt? e mondo arcaico che vuole raccontare.

Articoli recenti

Lucca Comics & Games 2022 | Presenti i registi di Dungeons & Dragons – L’Onore dei ladri!
Eventi
Eros Momo Soffritti
Lucca Comics & Games 2022 | Presenti i registi di Dungeons & Dragons – L’Onore dei ladri!
una-notte-violenta-silenziosa-trailer-david-harbour
News
My Red Carpet
Una Notte Violenta e Silenziosa: David Harbour come non si era mai visto!