Film
Ivan Reitman: la carriera e i successi di un lungimirante acchiappa fantasmi
My Red Carpet

Ivan Reitman: la carriera e i successi di un lungimirante acchiappa fantasmi

Tags: ghostbusters, Ivan Reitman, omaggio

Ci lascia improvvisamente a 75 anni Ivan Reitman, regista e produttore slovacco naturalizzato canadese, padre delle grandi commedie demenziali degli anni novanta come Ghostbusters, Animal House e Twins. Nato a Komarmo, in Cecoslovacchia, nel 1946, Reitman era figlio di una sopravvissuta ad Auschwitz e di un membro della resistenza clandestina e proprietario della pi? grande fabbrica di aceto del paese. A soli quattro anni con la famiglia riesce a fuggire dall’oppressione comunista e viene accolto da alcuni parenti a Toronto.

L? mostra subito le sue inclinazioni artistiche avviando un teatro di marionette, suonando nei locali con un gruppo di musica popolare ma soprattutto studiando recitazione alla McMaster University, sperimentando l?arte cinematografica con la realizzazione di alcuni cortometraggi. Il primo spettacolo che produce ? l?off-Broadway National Lampoon Show nel 1975, con Bill Murray, John Belushi, Brian Doyle-Murray, Gilda Radner e Harold Ramis, attori sconosciuti ma che ben presto torneranno nella sua carriera partecipando ai suoi pi? successi.

La fortuna ha inizio tre anni dopo con Animal House, terzo film da regista di John Landis, nel quale collabora ancora una volta con John Belushi. L?anno seguente dirige la commedia sui campi estivi Polpette con protagonista un esordiente Bill Murray, che verr? richiamato dallo stesso Reitman per il film che lo conclamer? al botteghino e alla critica: Ghostbusters.

Successi al botteghino e la riscoperta di Schwarzenegger

Comedy soprannaturale e irriverente, Acchiappafantasmi, nel suo titolo in italiano, diventa un fenomeno culturale, si guadagna quasi 300 milioni di dollari in tutto il mondo e ottiene due nomination all’Oscar (migliori effetti speciali e miglior colonna sonora), dando vita a un franchise che include un sequel, uno spin-off, giochi e programmi televisivi, tanto che nel 2021, infatti, il primogenito Jason lo rielabora in Ghostbusters: Legacy, terzo film della serie e vero e proprio passaggio del testimone da padre a figlio/erede a tutti gli effetti.

Nel 1988 ? la volta di Twins – I gemelli, film che assembra la strana coppia di fratelli incredibilmente gemelli appunto, composta da Danny De Vito e Arnold Schwarzenegger. Con quest?ultimo torna a collaborare sei anni dopo per Junior, grottesca comedy che giocava sugli esperimenti scientifici, la gravidanza maschile e il corpo simbolo del machismo hollywoodiano per antonomasia, incarnato fino a quel momento dall?attore californiano.

Chiudendo il novecento con titoli quali Due padri di troppo con Robin Williams e Billy Crystal, Reitman apre il nuovo millennio con Evolution (2001), La mia super ex-ragazza con Uma Thurman (2006), Amici, amanti e? con Natalie Portman e Ashton Kutcher e Draft Day nel 2014. Ultimamente era apparso in Stripes 40th Anniversary Clip – That’s The Fact Jack, video intervista da lui curata con Bill Murray e si vocifera avrebbe dovuto dirigere il sequel di Twins, intitolato Triplets, fino al progetto musical rimasto segreto Summer of Love.

Il lascito immortale della commedia di Ivan Reitman

Con Reitman se ne va un pezzo di cinema simbolo degli anni Ottanta e Novanta. Quello delle grandi commedie (auto)ironiche, orgogliose di essere considerate popolari ed evidentemente, proprio per questo, in grado di sopravvivere venti, trenta, quaranta anni dopo, grazie ad una scrittura resistente al mutamento naturale del genere pi? amato al mondo. Ecco perch? forse oggi, non pi? adolescenti n? bambini, torniamo al cinema a vedere Ghosbusters e i suoi capitoli successivi canticchiando l?immortale colonna sonora di Ray Parker Jr. Ecco perch? appena viene replicato nel piccolo schermo Junior, ci diverte ancora la surreale scena del parto cesareo del mammo Schwarzenegger, ci avvolge l’allegria disincantata del duo Williams-Crystal, attori di rara caratura interpretativa e simboli del sorriso garbato sul grande schermo.

Nell?annunciare alla stampa la scomparsa del pap?, i tre figli Jason, Catherine e Caroline hanno dichiarato: ?Ci conforta il fatto che il suo lavoro di regista abbia portato risate e felicit? a innumerevoli altri in tutto il mondo. Mentre piangiamo in privato, speriamo che coloro che lo hanno conosciuto attraverso i suoi film lo ricorderanno per sempre“. Ed ? cos?. Ivan Reitman, come tutti gli altri grandi artisti, vivr? immortale nei suoi film, nel suo genio lungimirante e nelle risate di chi ? cresciuto con i suoi lavori. E chi, invece, godr? delle sue strambe mescolanze di commedia e fantascienza per la prima volta.

Articoli recenti

CineChic | Hocus Pocus 2: folcrore, ragni e serpenti: come sono stati creati i costumi del sequel Disney?
Moda e Beauty
Roberta Panetta
CineChic | Hocus Pocus 2: folcrore, ragni e serpenti: come sono stati creati i costumi del sequel Disney?
Black Panther: Wakanda Forever, cosa ci dice il nuovo trailer del film Marvel?
Film
Roberta Panetta
Black Panther: Wakanda Forever, cosa ci dice il nuovo trailer del film Marvel?