Eventi
Stefano Bessoni. La Mole delle Meraviglie
My Red Carpet

La Mole delle Meraviglie in mostra al Museo del Cinema

Tags: La Mole delle Meraviglie, mostra, Museo del Cinema, Stefano Bessoni
Stefano Bessoni. La Mole delle Meraviglie
Eventi
My Red Carpet

La Mole delle Meraviglie in mostra al Museo del Cinema

Tags: La Mole delle Meraviglie, mostra, Museo del Cinema, Stefano Bessoni

Il Museo Nazionale del Cinema ospita la mostra La Mole delle Meraviglie, di Stefano Bessoni e Domenico De Gaetano, disponibile gratuitamente al piano zero della Mole Antonelliana dal 10 maggio al 11 settembre 2023

La prima grande mostra del Museo Nazionale del Cinema, La Mole delle Meraviglie, espone più di 150 opere del grande genio creativo Stefano Bessoni, per molti l’unione italiana di Tim Burton e Guillermo Del Toro, che illustra e racconta le fiabe e le favole con uno stile tanto macabro quanto affascinante e incantevole.

photo1683709713
Credits: La Mole delle Meraviglie

Tra burattini e storia del cinema alla mostra La Mole delle Meraviglie

Tra il fiabesco e il grottesco, la mostra accoglie i visitatori in un percorso itinerante tra burattini, illustrazioni, filmati e reperti d’archivio, al fine di raccontare in maniera meno accademica non solo la visione artistica di Bessoni, ma anche la grande avventura e collezione di Maria Adriana Prolo, fondatrice del Museo Nazionale del Cinema, di cui quest’anno ricorrono i 70 anni dall’istituzione.

photo1683709719 4
Credits: La Mole delle Meraviglie

L’idea base della mostra sono 5 personaggi realmente esistiti che hanno dei tratti in comune: la raccolta, la fascinazione per il reale scientifico e non scientifico, la catalogazione. Si tratta di Alessandro Antonelli, Charles Darwin, Cesare Lombroso, Peter Greenaway e la già citata Maria Adriana Prolo. Attorno ai vari padiglioni relegati a ognuno degli eccentrici personaggi, fanno da cornice numerose teche contenenti puppets realizzati da Bessoni per la tecnica di stop-motion e le illustrazioni di alcune fiabe rivisitate dal regista come Pinocchio e Alice nel Paese delle Meraviglie.

photo1683715385 5
Credits: La Mole delle Meraviglie

Stefano Bessoni presenta così la sua mostra La Mole delle Meraviglie: “Ho voluto raccontare la Mole Antonelliana come una mastodontica camera delle meraviglie, progettata e costruita da quell’architetto visionario che era Alessandro Antonelli, sognatore di un’architettura colossale e dal simbolismo drammatico. E come per magia, La Mole si trasforma veramente in wunderkammer della Settima Arte quando, all’inizio del nuovo secolo, viene destinata a Museo del Cinema, includendo tra le tante meraviglie il frutto della raccolta instancabile di Maria Adriana Prolo autentica e sincera cacciatrice di mirabilia e memorabilia legate all’arte del cinema e fondatrice del museo. Nella mostra, come nelle antiche wunderkammer, ho seguito la logica libera dello stupore e della meraviglia. Così, un sottile filo conduttore, costituito dalle mie personali fascinazioni, unisce le varie stanze tematiche dedicate a Maria Adriana Prolo, Alessandro Antonelli, Charles Darwin, Cesare Lombroso e Peter Greenaway in un percorso suggestivo fatto di illustrazioni, burattini, oggetti, reperti, preparati scientifici. La visita si amplia inoltre in estrose ramificazioni e suggestioni scaturite dai tanti elementi della mia ricerca espressiva, dal mondo della scienza e della falsa scienza fino alle fiabe e le tradizioni occulte. Considero il mio lavoro, in ogni sua accezione, una camera delle meraviglie dove rinchiudere tutto quello che in me desta stupore e meraviglia e trovo peculiare che la cinepresa sia chiamata camera, perché permette di catturare, immagazzinare e conservare, vincendo, in maniera del tutto aleatoria, il concetto di morte.

photo1683709719 7
Credits: La Mole delle Meraviglie

Il merchandising ufficiale della mostra La Mole delle Meraviglie

La mostra è ospite anche del primo merchandising ufficiale del Museo Nazionale del Cinema per una mostra temporanea, gode infatti di due volumi: un catalogo, edito da Silvana Editoriale, con le opere in mostra, le introduzioni di Enzo Ghigo e Martino Gozzi e i testi di Domenico De Gaetano e altri autori; la Logos Edizioni invece, porta al pubblico il volume di Stefano Bessoni Maria Adriana Prolo. La signorina del cinematografo, edito in due lingue e che racconta la storia di colei che ha portato alla nascita del Museo Nazionale del Cinema.

photo1683715377 3
Credits: La Mole delle Meraviglie

Oltre alla mostra alla Mole Antonelliana, sono previste altre iniziative che vedono ancora protagonisti Stefano Bessoni e la sua arte:

  • Venerdì 12 maggio 2023 alle ore 10:00 nella sala Blu del Palazzo del Rettorato, Stefano Bessoni dialogherà con Domenico De Gaetano nel corso della Masterclass Stop-motion. L’anima nera dell’animazione, realizzata dal Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e la Scuola Holden, a cui seguirà la visita guidata alla mostra (partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti).
  • Venerdì 12 maggio al Cinema Massimo alle ore 20:30 verrà proiettato il lungometraggio Krokodyle, che sarà introdotto dal regista Stefano Bessoni e dal direttore del Museo Nazionale del Cinema Domenico De Gaetano.
  • Sono inoltre previsti, nei mesi di giugno e luglio, una serie di workshop organizzati dal Museo Nazionale del Cinema di Torino e la Scuola Holden in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino.

Articoli recenti

Confidenza: recensione del film di Daniele Luchetti con Elio Germano
Top News
Alessio Zuccari
Confidenza: recensione del film di Daniele Luchetti con Elio Germano
Riviera International Film Festival 2024: Io e il secco apre questa edizione
News
Federica Marcucci
Riviera International Film Festival 2024: gli ospiti di quest'anno
Sei nell'anima
Film
Federica Marcucci
Sei nell'anima: il trailer del film sulla vita di Gianna Nannini
Barbie-prima-tv-sky-cinema-streaming-now
News
Alice Gigli
Barbie: prima TV su Sky Cinema e in streaming su NOW
STAY CONNECTED