Recensioni
marcel the shell
Martina Barone

Marcel the Shell: recensione del film candidato agli Oscar

Tags: Marcel the Shell, Marcel the Shell With the Shoes One, Oscar 2023
marcel the shell
Recensioni
Martina Barone

Marcel the Shell: recensione del film candidato agli Oscar

Tags: Marcel the Shell, Marcel the Shell With the Shoes One, Oscar 2023

Dal 9 febbraio vi aspetta un nuovo amico in sala: non perdete Marcel the Shell, candidato agli Oscar 2023 per Miglior film d’animazione

La trama di Marcel the Shell

Dean si trasferisce per un breve periodo in una casa affittata su AirBnB e lì conosce la conchiglia parlante Marcel, che ha perso la sua famiglia ed è rimasta da sola con la nonna. Dean inizierà così a riprenderla e renderà la piccola creatura una vera star di internet.

Cast di Marcel the Shell: Jenny Slate, Dean Fleischer Camp, Isabella Rossellini

Recensione Marcel the Shell

Marcel the Shell vi sorprenderà. Non solamente perché il film, metà in carne ed ossa e metà animato, è riuscito a inserirsi con la sua tecnica mista nella cinquina delle migliori pellicole d’animazione da premiare agli Oscar 2023. E neanche per la tenerezza, quella all’evidenza innata, che la conchiglietta riesce a suscitare a un solo sguardo.

Dietro alla realizzazione di questo mockumentary tutto particolare, fatto di personaggi irreali, community su internet e relazioni familiari, c’è infatti l’ideazione di un protagonista la cui forza non è (o meglio, non solo) nella sua infinita dolcezza visiva, impossibile da contestare. Ma nella stesura di un carattere che saprà rendere Marcel il vostro migliore amico, perché umano e in grado di dare e ricevere empatia più di qualsiasi altra persona fatta di pelle e sangue. 

La personalità di Marcel the Shell

marcel the shell
Credits: Lucky Red

La personalità peperina dell’insolito protagonista è la chiave di lettura secondo cui porre sotto i riflettori la scrittura di un Marcel the Shell che non punta mai, nemmeno all’inizio, sulla facilità che un pupazzetto simile può suscitare. Bensì sulla delineazione di un personaggio descritto e collocato tra ciò che è esistente e ciò che è inventato, tra l’assurdità del filmmaker Dean nell’aver trovato una conchiglia parlante da riprendere e filmare (“with the shoes on” come ci tiene a specificare il titolo originale) e il fatto che la sua esistenza venga accolta come un semplicissimo fenomeno appartenente alla più regolare delle normalità.

In questo clima di possibilità, in cui un esserino come Marcel può venire alla luce senza essere sopraffatto dai curiosi e dai visitatori (anche se questo avverrà, seppur in altri e specifici termini narrativi) e vivere come se la sua presenza sulla terra fosse plausibile e serena, le opportunità del film di cui è protagonista risultano infinite.

Marcel the Shell: la vita oltre al guscio

marcel the shell
Credits: Lucky Red

La strada che quindi Dean Fleischer Camp, Nick Paley e Jenny Slate (anche voce del piccolo Marcel) vogliono far prendere alla pellicola è quella di una ricerca di una propria comunità che la conchiglia ha perso, rimanendo solo in questo appartamento in affitto su AirBnB insieme alla sua anziana nonna. È l’essere un tipetto canterino, chiacchierone, capace di un’enorme ironia che riesce ad applicare a se stesso e riversa sugli altri. Un personaggio che nell’aspetto può sembrare adorabile e perciò docile e mansueto, ma che in verità presenta tratti di un acceso egocentrismo e che impara presto a utilizzare l’obiettivo della camera come sua porta per esibirsi come sopra a un palcoscenico.

L’intraprendenza, i lati umoristici e la facilità con cui Marcel esce da quelli che potrebbero essere gli stereotipi che si è pronti ad affibbiare a un protagonista tanto amabile sono gli incentivi per la scrittura di una storia che espande il desiderio di osservare quel minuscolo guscio con un occhio solo. Appassionandosi davvero alla ricerca dei suoi cari e ai rapporti che fa intercorrere tra sé e la telecamera, in maniera perciò anche diretta con colui che è dietro quest’ultima per inquadrarlo e, in ultima istanza, per parlare con noi spettatori.

Il mondo di Marcel the Shell

marcel the shell
Credits: Lucky Red

Marcel the Shell, spostandosi e concentrandosi quindi sul mondo del protagonista (del film e del documentario al suo interno) si fa specchio dell’apparenza di oggi che vuole a tutti i costi riprendere qualcosa di straordinario senza andare oltre la superficie. È il diventare famoso del protagonista, il quale non viene però ascoltato abbastanza nel momento della sua richiesta di aiuto nel voler cercare gli altri appartenenti della sua specie.

È il vedere come le persone, i commenti e i forum sulla rete siano vacui a differenza di come ci si dovrebbe comportare al di là di uno schermo. Anche nell’interazione che costruirà col suo autore, regista e cameraman, un uomo che sembra saper filtrare ciò che accade solamente attraverso la lente del suo strumento per girare, dimenticando che spesso dall’altra parte ci sono i veri sentimenti di una persona – pardon, di una conchiglia. 

Crescere e cambiare con Marcel the Shell

marcel the shell
Credits: Lucky Red

Una disamina sul profilo pubblico e quello privato di una creatura insolita che non pretende di insegnarci nulla, ma da cui apprendiamo l’attenzione che troppe volte ci manca per e verso gli altri, compresi noi stessi.

Un’opera di una cura delicata, di un divertimento innocente, così come il suo Marcel protagonista, come il suo crescere nello stare da solo e nel cercare la sua famiglia. Una soavità registica e descrittiva estetica e fanciullesca, l’animo di una conchiglia che ci ruberà il cuore e lo metterà insieme al suo ripostiglio degli oggetti unici, utili e segreti. 

Articoli recenti

LA-VITA-CHE-VOLEVI-dal-29-maggio-su-netflix
News
Alice Gigli
LA VITA CHE VOLEVI: la serie di Ivan Cotroneo con Vittoria Schisano
arianteo-e-anteo-nella-città
News
Alice Gigli
AriAnteo e Anteo nella Città: prende il via l'estate di Anteo
The Beach Boys
News
Federica Marcucci
The Beach Boys: i registi e musicisti parlano del documentario
Beetlejuice Beetlejuice: il trailer italiano del sequel di Tim Burton
News
Alessio Zuccari
Beetlejuice Beetlejuice: il trailer italiano del sequel di Tim Burton
STAY CONNECTED