Recensioni
Now & Then
My Red Carpet

Now & Then, recensione: su Apple TV+ una serie thriller in stile Netflix

Tags: AppleTV, Recensione, serie tv

Sinossi ufficiale di Now & Then:

?Now & Then? ? un thriller sfaccettato che esplora le differenze tra le aspirazioni giovanili e la realt? dell?et? adulta, partendo dal momento in cui le vite di un gruppo di amici del college cambiano per sempre dopo un weekend di festa che termina con la morte di uno di loro. Ora, 20 anni dopo, i cinque sopravvissuti sono a malincuore accomunati da una minaccia che mette a rischio i loro mondi apparentemente perfetti.

Recensione di Now & Then:

Le aspettative riposte sui titoli targati Apple TV+ sono sempre alte. Fin dagli esordi infatti, la piattaforma americana si ? contraddistinta per la qualit? e l’accuratezza con le quali ? solita scegliere l?avvio in produzione e il conseguente inserimento in catalogo di serie tv o film originali, valutati per rispecchiare l?offerta raffinata e, va detto, spesso superiore a quelle di nomi concorrenti pi? mainstream come Netflix e Prime Video.

Ma il calo fisiologico a un certo punto diventa quasi naturale ed ecco che con Now & Then, pur cogliendo la stessa attenzione a ricercare qualcosa in pi? dal mero sfruttamento di un genere consumato a dismisura come il giallo, l?asticella finora tenuta sempre molto elevata inizia ora a vacillare.

Welcome to Miami

Pensata per essere ascoltata rigorosamente nella doppia versione originale di inglese e spagnolo latino, il thriller messo in piedi da Ram?n Campos, Teresa Fern?ndez-Vald?s e Gema R. Neira fa riemergere le inquietudini di un gruppo di compagni di college accomunati dallo stesso martellante segreto, venti anni fa sprezzanti giovani uomini e donne ognuno con le proprie aspirazioni per il futuro, e ora ripiombati sulla soglia degli anta in un vincolo macchiato di sangue che torna a minacciarli. Occultati in una notte di bagordi su una spiaggia di Miami, saranno uno, anzi due, i corpi rivenuti in un incidente (?) i quali, da allora, sembrano non da dargli pi? tregua, cos? come la sergente Neruda, interpretata dall?attrice Rosie Perez, chiamata (ancora) ad indagare sul caso.

Quei cinque amici che ci vengono mostrati in un formato VHS all?inizio del primo episodio, impressionati per sempre sul nastro di una cassetta nel bel mezzo di una festa a base di birre e qualche sostanza illecita, sono ora adulti professionisti e aspirati politici, avviati chirurghi estetici e madri amorevoli, maturati da quella spensieratezza che li teneva insieme in giovent?, ma non per questo esenti da alcune dinamiche di amore e amicizia che paiono ancora intrecciarli in una ragnatela senza via d?uscita.

Eravamo giovani e assassini: il giallo fra passato e presente della serie Now & Then

Che il passato sia finalmente una terra straniera, dunque, Now & Then mette il cosiddetto dito nella piaga, posizionando in parallelo i protagonisti ventenni con quelli di adesso nell?intero arco narrativo, giacch?solo apparentemente usciti indenni dai tormenti post-adolescenziali ma in verit? ancora succubi di legami mancati, attrazioni non ricambiate, aspettative dei genitori, rancori e ripicche. Un rimescolamento fra ieri ed ora che la serie ricalca visivamente sia nel montaggio che nello sviluppo orizzontale della trama, tenuta in piedi da scelte registiche che provano a dare un taglio pi? cupo e interiore fra luci della citt?, riprese a spalla e flash di ricordi che compaiono all?improvviso nella mente dei cinque protagonisti.

Nonostante il carattere con cui ? stata gestita la messinscena dei registi Gideon Raff e Carlos Sedese e l?evocazione del confronto intimidatorio del passaggio temporale, il rischio generale di incappare nell?effetto romanzo di Harlan Coben qui purtroppo ? evidente, proponendo con poca originalit? quella formula tipica dell?autore statunitense sul ‘passato che arriva per minacciare l?apparente perfezione del presente’ vista (su Netflix) davvero in troppe occasioni. L?effetto novit? perci? potrebbe venir meno, reiterando andamenti sondati abbondantemente in altri territori, e in cui l?opacit? dei personaggi, forse non cos? unici e interessanti come vogliono farci credere, non ci stupisce e non ci appassiona come ci saremmo aspettati da una serie su Apple.

Leggi anche:

APPLE TV+: 10 SERIE TV (PI? UNA IN ARRIVO) DA VEDERE SULLA PIATTAFORMA STREAMING

Articoli recenti

ticket-to-paradise-recensione
Recensioni
Roberta Panetta
Ticket to Paradise Recensione: Clooney e Roberts nella rom-com di cui avevamo bisogno
AND-anche-emma-stone-cast-film-lanthimos
Film
Roberta Panetta
AND: anche Emma Stone nel cast del nuovo film di Lanthimos