Speciale TORINO
View Conference 2018: Rob Bredow racconta i segreti di Solo: A Star Wars Story
My Red Carpet

View Conference 2018: Rob Bredow racconta i segreti di Solo: A Star Wars Story

Tags: Industrial Light & Magic, Millenium Falcon, Rob Bredow, solo, solo star wars, solo: a star wars story, Star wars, view conference, view conference 2018, view conference torino
View Conference 2018: Rob Bredow racconta i segreti di Solo: A Star Wars Story
Speciale TORINO
My Red Carpet

View Conference 2018: Rob Bredow racconta i segreti di Solo: A Star Wars Story

Tags: Industrial Light & Magic, Millenium Falcon, Rob Bredow, solo, solo star wars, solo: a star wars story, Star wars, view conference, view conference 2018, view conference torino

La View Conference 2018 ospita Rob Bredow, Supervisore Generale degli VFX di SOLO: A STAR WARS STORY

Rob Bredow, Chief e Direttore Esecutivo della?Industrial Light & Magic,?? stato ospite della?View Conference 2018 per raccontare al pubblico alcuni segreti del film?Solo: A Star Wars Story.

Rob Bredow ha parlato dell’importanza della condivisione delle idee e delle risorse nell’industria cinematografica. Ogni progetto parte da un foglio bianco che va riempito di creativit?, restando fedeli al background originale, punto di riferimento attorno a cui creare nuove storie.

Il Millenium Falcon e?la rotta di Kessel?sono elementi iconici per tutti i fan della saga di Star Wars. Per restare fedeli a questa eredit? e per trovare un punto di unione con essa, Bredow ha raccontato come grazie a Rogue One moltissime scene realizzate all’interno del Millenium Falcon, siano stare girate realmente in camera senza l’aggiunta (o quasi) di post-produzione.

Solo A Star Wars Story realizzazione

L’iconica sequenza del Millenium Falcon -?che effettua il salto nell’iperspazio con gli effetti di luce che penetrano all?interno dell?astronave – non ? frutto di un lavoro di post-produzione con l’ausilio del green o blue screen, ma sono stati girati da un operatore posto all’interno della cabina di pilotaggio. I fortissimi raggi di luce che colpiscono il volto dei protagonisti (e dello spettatore) sono stati realmente sprigionati da pannelli su cui erano proiettati?stelle, lampi di luce e scie colorate.?

Una delle sequenze su cui Rob Bredow si ? soffermato ? quella dell’assalto al treno da parte del gruppo di furfanti capitananti dal “Capitano” Beckett, interpretato da Woody Harrelson. Questa sequenza, la?seconda scena pi? difficile da realizzare nel film dopo la mitica rotta di Kessel, ? stata girata sulle Dolomiti Italiane.

Solo A Star Wars Story esplosione

Per la sua realizzazione si ? partiti dal materiale fotografico. Decine di migliaia di fotogrammi, utilizzati per la ricostruzione digitale dell’ambientazione, grazie alla tecnica della fotogrammetria. Nella sequenza assistiamo alla spettacolare esplosione del convoglio con relativo crollo di una parte della montagna. Quella che vediamo sullo schermo ?, in realt?, una micro esplosione di un modellino in scala. La sequenza ? stata realizzata in acqua e filmata da una videocamera in grado di riprendere 25.000 frame al secondo. Sulla superficie del modellino ? stata lanciata una piccola esplosione che, grazie alla presenza dell’acqua, crea il suggestivo “effetto-bolla”.

Solo A Star Wars Story esplosione

Da fan della serie abbiamo chiesto a Rob Bredow quale sequenza della saga originale di Star Wars vorrebbe poter rifare oggi con l’aiuto dei moderni VFX: “Bella domanda! Mi piace moltissimo la scena de L’Impero Colpisce Ancora quando sono in mezzo agli asteroidi e devono colpirli. Non mi dispiace come ? stata fatta, ma scommetto che se dovessimo rifarla oggi potremmo renderla ancora migliore.”

Articoli recenti

titanic
Interviste
Martina Barone
Titanic: James Cameron ricorda il film dopo venticinque anni!
miss fallaci
News
Cristiana Puntoriero
Miss Fallaci: al via le riprese della nuova serie Paramount+ con Miriam Leone
la primavera della mia vita
Film in uscita
Cristiana Puntoriero
La primavera della mia vita: il duo Colapesce e Dimartino protagonisti di un road-movie
netflix
Top News
Martina Barone
Da You a Dahmer: il gioco tra serial killer e empatia nelle serie Netflix
STAY CONNECTED