Recensioni, Streaming
Week-End in Famiglia
My Red Carpet

Week-End in Famiglia, recensione: la prima serie francese di Disney+

Tags: eric judor, week-end family, week-end in famiglia, week-end in famiglia disney plus, week-end in famiglia recensione

La commedia della coabitazione sta diventando un vero sottogenere in Francia. Sono lontani i tempi in cui la convivenza domiciliare era una soluzione “per universitari”. Il cinema francese e la televisione, sensibili al soggetto, ne rivendicano la modernit? e metteno in schermo tutto quello che hanno di pi? spendibile. Nasce cos? una commedia di intrattenimento che, a questo giro di inquilini, vorrebbe fare implodere con insolenza il modello familiare. Parliamo della prima serie tv Original francese di Disney+ Week-end in Famiglia, spassoso show con l’attore Eric Judor.

Week-End in Famiglia segue le avventure di una caotica e accattivante famiglia allargata. Ogni fine settimana, Fred (Eric Judor), amante del divertimento, ha in custodia le sue tre figlie molto diverse tra loro – l’idealista Clara (Liona Bordonaro); l’eccentrica Victoire (Midie Dreyfus) e l’esigente Romy (Roxane Barrazuol). Tutto questo sarebbe gi? abbastanza complicato se non fosse che le loro tre madri (Annelise Hesme, Jeanne Bournaud e Annabel Lopez) e il migliore amico di Fred, Stan (Hafid F. Benamar), sono sempre in mezzo, rendendo i fine settimana ancora pi? frenetici. Ma Fred si ? innamorato di nuovo e vuole portare la sua nuova ragazza a vivere con lui. Emmanuelle (Daphn? C?t? Hall?) ? un’emigrata canadese senza alcuna esperienza di genitorialit? e con solo un dottorato incompleto in psicologia infantile. Con il sostegno di Fred e i consigli non troppo utili della sua migliore amica, Cora (Sephora Pondi), Emmanuelle dovr? mettere da parte i suoi libri e le sue teorie e trovare la sua strada come “matrigna” per questi week-end in famiglia.

La commedia francese

Fare un bilancio sulla commedia in Francia non ? cosa semplice. Tra Dany Boon e le sue commedie popolari solo di nome e le scappatelle di Kev Adams, sono pochi quelli che riescono a distinguersi e che riescono a solleticare i muscoli del viso degli spettatori. C’? invece un certo Eric Judor che ? da sempre una preziosa eccezione nel campo cinematografico francese. Con la serie Week-End in Famiglia prodotta dalla piattaforma Disney+, sorprender? ancora una volta tutti?

In Italia ? poco conosciuto, ma il format della serie tv di cui ? protagonista ? assai amato e navigato. Noi, che siamo cresciuti con Un Medico in Famiglia e I Cesaroni, di famiglie allargate potremmo scrivere interi trattati.

Nel caso di Un Week-End in Famiglia, Eric Judor ? il front-man di una dolcissima serie familiare ideale per grandi e piccini. Sulla carta, la ricetta non sembra tra le pi? originali, e nonostante alcune somiglianze con personaggi ricorrenti nella carriera di Eric Judor, il suo Fred ? caratterizzato questa volta da una gentilezza ed empatia piuttosto insolite.

La grammatica televisiva

La cornice degli otto episodi ? la medesima: ogni fine settimana, l’azione si svolge nell’appartamento di Fred, un vero e proprio bozzolo accogliente il cui arredamento restituisce con i suoi colori un’allegria che si avvicina alle fiabe. Il fine ultimo della serie ? innanzitutto quello di sfruttare il suo soggetto principale, ovvero “l’assembramento” della nuova famiglia in questo appartamento. Pochissime le decorazioni esterne, ed ? a priori tanto meglio, poich? a prima vista la serie realizzata da Baptiste Filleul mira a mettere in risalto la figura di Eric Judor.

La serie Disney+ intraprende un percorso comico ben diverso rispetto al talento eccentrico e magnetico del suo attore protagonista. Week-End in Famiglia saltella infatti tra gag comiche pensate per Eric Judor e situazioni esilaranti destinate ai figli di Fred, che diventano cos? pi? volte i maestri della messinscena. La grammatica televisiva e i dialoghi sconfortanti non sono nuovi a questo genere popolare che, lo si ami o no, pu? contare sovente sul carisma dei suoi attori principali. Ed ? purtroppo a causa di alcune debolezze della scrittura che le gag attribuite ai comprimari non sono mai cos? convincenti: in termini di divertimento comico, avremo sicuramente potuto aspirare a qualcosa di pi? avvincente.

Un’occasione che non diremmo essere sprecata: due figure si sono alternati alla regia degli episodi: Pierre-Fran?ois Martin-Laval e Sophie Reine. I due rendono una proposta visiva molto fluida, anche uniforme. Le bellissime inquadrature ampie della citt? di Parigi forniscono un’ambientazione molto calma, a differenza dell’anarchia familiare, che punta molto precisamente a un’alchimia contrastante.

Con un Week-End in Famiglia, Disney punta ancora sul proprio cavallo di battaglia, che eleva all?ennesima potenza il concetto di fiction ?per tutta la famiglia?.

La serie tv ? disponibile ora su Disney+.

Articoli recenti

ticket-to-paradise-recensione
Recensioni
Roberta Panetta
Ticket to Paradise Recensione: Clooney e Roberts nella rom-com di cui avevamo bisogno
AND-anche-emma-stone-cast-film-lanthimos
Film
Roberta Panetta
AND: anche Emma Stone nel cast del nuovo film di Lanthimos