Recensioni, Streaming
sono lillo
Cristiana Puntoriero

Sono Lillo: recensione della serie Tv con Lillo Petrolo su Prime Video

Tags: prime video, serie tv
sono lillo
Recensioni Streaming
Cristiana Puntoriero

Sono Lillo: recensione della serie Tv con Lillo Petrolo su Prime Video

Tags: prime video, serie tv

Dal 5 gennaio è disponibile su Prime Video Sono Lillo, la nuova divertente serie comedy con Lillo Petrolo e il suo personaggio-tormentone di LOL: Chi ride è fuori Posaman.

Sinossi ufficiale di Sono Lillo:

Chi è Posaman? Un supereroe, ovviamente! E qual è il suo super potere? Saper fare delle pose da copertina. Ma chi si nasconde dietro il costume? Beh… c’è Lillo! Il successo, si sa, ha i suoi risvolti negativi e per Lillo è arrivato il momento di scegliere tra fama e vita privata, perché la moglie sembra davvero non sopportarlo più. Accompagnato dai comici più amati della scena contemporanea, da Pietro Sermonti a Paolo Calabresi, da Caterina e Corrado Guzzanti a Valerio Lundini, da Michela Giraud a Edoardo Ferrario e tanti altri, Lillo cercherà di ritrovare se stesso dietro la maschera che si è costruito. 

Recensione di Sono Lillo:

Nato dall’estro surreale del comico romano Pasquale Petrolo in arte Lillo, Posaman, l’improbabile supereroe il cui unico potere è (solo) quello di assumere pose plastiche per il gusto di far ridere, torna dopo la prima fortunata edizione di LOL: Chi ride è fuori nelle vesti di protagonista ombra della nuova serie tv di Prime Video Sono Lillo, 8 episodi diretti da Eros Puglielli e creati da Matteo Menduni, Tommaso Renzoni e lo stesso Petrolo, disponibili già in piattaforma a partire dal 5 gennaio.

Presentata in occasione dell’ultima Festa del Cinema di Roma all’interno della sezione Freestyle, la serie italiana ci aggiorna sul successo di Posaman e della sua deriva da fenomeno da barraccone fra ospitate in programmi tv di bassa qualità e feste vip per intrattenere pericolose personalità criminali amanti del neomelodico. Nella vita privata però Lillo non fa poi così ridere: lasciato dalla compagna Marzia (Sara Lazzaro) per la sua perenne fase adolescenziale e trascinato qua e là dal suo scarso agente (Pietro Sermonti) che cerca in tutti i modi di farlo tornare alla ribalta, Petrolo proverà a diventare finalmente adulto, dando una svolta alla sua vita anche, anzi soprattutto, dal punto di vista professionale.

sono lillo
Credits: Prime Video

La scomoda posa del comico (romano)

Prendendo in prestito l’universo meta di Boris e lo spunto semi-biografico di Vita da Carlo, Sono Lillo offre una divertente panoramica sul quotidiano della metà del duo comico Lillo & Greg, immaginando i possibili risvolti à la Birdman di un attore rimasto suo malgrado imprigionato nella maschera dia un personaggio di enorme successo, che lo segue e lo insegue come una sorta di grillo parlante nel suo faticoso tentativo di cambiamento nell’ambiente televisivo e cinematografico di quelli che contano.

La serie infatti si muove in una Roma trasteverina post-industriale fatta di localini arrancati da bizzarri gestori (Paolo Calabresi), in cui si esibiscono aspiranti stand-up comedian alle prime armi (Valerio Lundini, Edoardo Ferrario, Emanuela Fanelli fra gli altri), provando così a proporre un riverbero più profondo sulla difficoltà di emergere nell’ambito della comicità nostrana e, non di meno, sulla fatica non banale nel costruire gag, battute e argomenti che possano funzionare e assecondare, conquistandolo, il gusto del pubblico.

sono lillo
Credits: Prime Video

Sono Lillo: dedicato ai fan (e non solo)

Seppur dunque dall’indole di piena leggerezza e dalla durata comedy che ripaga la godibilità di poco meno di trenta minuti a episodio, la serie italiana prodotta da Lucky Red in collaborazione con Prime Video sfrutta a proprio favore la ventata di enorme popolarità di Lillo ottenuta con LOL parlando soprattutto al suo pubblico di riferimento, invitando nel cast personalità di spicco della comicità contemporanea (Caterina Guzzanti, Michela Giraud, Maccio Capatonda) per offrire un’indagine personale e più intimista sulla condizione esistenziale del comico e, di conseguenza, su quella di un uomo incastrato in una vita da eterno teenager sognatore. Una prova da solista che intrattiene e che garantisce una dose sempre gradita di buonumore, con un cast di ottimi comprimari che sapranno regalarvi uno svariato numero di risate.

Articoli recenti

Fabbricante di lacrime: diffuso il teaser trailer del film Netflix
News
Alessio Zuccari
Fabbricante di lacrime: diffuso il teaser trailer del film Netflix
Damsel
Film
Federica Marcucci
Damsel: il trailer del film Netflix con Millie Bobby Brown
Night Swim: recensione dell'horror prodotto da Jason Blum e James Wan
Recensioni
Alessio Zuccari
Night Swim: recensione dell'horror prodotto da Jason Blum e James Wan
SHOGUN
News
Federica Marcucci
The World of Shōgun: experience a tema per celebrare la serie Disney+
STAY CONNECTED