LA CASA DI CARTA: LA SERIE SPAGNOLA Più FAMOSA DI SEMPRE FESTEGGIA 2 ANNI DALLA MESSA IN ONDA

Successo internazionale prodotto dall’emittente spagnola Antena 3, La Casa de Papel è la serie non in lingua inglese più vista della storia di Netflix.

Al centro dello show le avventure del Professore (Álvaro Morte) e della sua banda di rapinatori, un gruppo di moderni Robin Hood che si uniscono in una palese lotta contro il sistema organizzando il colpo del secolo alla Zecca di stato a Madrid.

L’organizzazione e la scelta dei membri della banda è di tarantiana memoria. Lo stesso autore de La Casa di Carta, Álex Pina, ha ammesso di essersi ispirato al ben più celebre Le Iene (opera prima di Quentin Tarantino), costruendo personaggi che non dovevano rivelare nome, storie e provenienza e non dovevano in alcun modo conoscersi tra loro.

Il messaggio che si cela dietro la lettura superficiale dell’opera è piuttosto presuntuoso: rinchiudersi nella Zecca spagnola per stampare denaro, e quindi arricchirsi senza derubare nessuno, è un’implicita critica al sistema, supportata dall’uso del canto partigiano “Bella Ciao” e dal dichiarato obiettivo di non ferire né uccidere alcun civile nel corso della rapina. La Casa di Carta è sinonimo di resistenza.

In attesa di vedere la terza stagione de La Casa di Carta, annunciata da Netflix e prevista per il 2019, oggi lo show compie due anni. Gli attori hanno festeggiato con un’iconica torta a forma di maschera di Dalì scrivendo: “Sono passati due anni dalla rapina più famosa della storia. Torta per tutti. Ma non per Arturito.”

Ecco le immagini condivise su Instagram: