Film della settimana
L' Era Glaciale: questa sera su Italia uno
My Red Carpet

L' Era Glaciale: questa sera su Italia uno, il primo capitolo della saga

Tags: blue sky studios, disney, l'era glaciale, le avventure di Buck, Scrat

In principio c’era una ghianda. E uno scoiattolo che tentava di nasconderla nel ghiaccio. La ghianda creava una crepa? dando vita ad uno smottamento. L’animale fuggiva per mettere in salvo la sua amata ghianda. Era il 2002 e quella che stava per iniziare era una delle saghe animate pi? longeve degli ultimi 20 anni.

L’Era Glaciale, in onda su Italia Uno questa sera ? il primo lungometraggio di animazione dei Blue Sky Studios. La pellicola che conquista velocemente critica e pubblico catapulta lo studio nato nel 1987, verso il successo. Ambientato all?inizio dell? Era Glaciale appunto, il film narra la storia di tre creature assolutamente mal assortite che si ritrovano coinvolte in una straordinaria operazione di salvataggio di un cucciolo umano. Sid, un comico bradipo chiacchierone, Manny, un mammut triste e malinconico, e Diego, una sinistra tigre siberiana, si uniscono in gruppo, seppur contro voglia, per aiutare il piccolo a ritrovare la sua famiglia.

L’Era Glaciale: la famiglia che scegliamo

La storia alla base de L?Era Glaciale ? semplice. Un gruppo di soggetti molto diversi tra loro, deviano dal percorso prestabilito (la migrazione a sud dettata dalla imminente glaciazione) per salvare un piccolo umano. Una tigre, un mammut, un bradipo, per natura in conflitto tra loro, superano una serie di ostacoli e prove in nome dell?amore e del senso di protezione che sviluppano nei confronti di un bambino. Caratterizzato da un?animazione che per l?inizio del 2000 era da considerarsi all?avanguardia, gli animatori de L’Era Glaciale adottano una tecnica di umanizzazione dei protagonisti che attraverso i loro volti esprimono emozioni reali capaci di suscitare empatia del pubblico. Punto forte della pellicola sono i? tempi comici e altamente ironici delle battute scambiate tra i suoi protagonisti oltre a? Scrat, lo scoiattolo che insegue perennemente la sua ghianda.

L?Era Glaciale: le avventure di Buck

Diretto da Chris Wedge e prodotto, dai Blue Sky Studios, insieme a 20th Century Fox, L’Era Glaciale ? stato il primo capitolo di un?avventura ventennale sul grande schermo. Dopo quattro sequel, cortometraggi e due speciali tv, il franchise? approda in streaming per continuare a raccogliere il favore del pubblico, sempre pronto ad approfondire le storie dei numerosi personaggi del racconto originale di Michael J. Wilson.
Se avete amato i vari capitoli del franchise, non potete perdere la nuova serie animata della 20th Century Animation distribuita su Disney+ L?Era Glaciale: Le Avventure di Buck . La storia al centro della serie continua le esilaranti avventure dei mammiferi preistorici pi? amati dal pubblico. Desiderosi di un po? di indipendenza dalla loro sorella maggiore Ellie, i fratelli opossum in cerca di emozioni, Crash e Eddie,apparsi per la prima volta in L’era glaciale 2 – Il disgelo, partono alla ricerca di un posto tutto loro, finendo velocemente nei guai. Vengono salvati da Buck, il furetto con un occhio solo, amante dell?avventura e della caccia ai dinosauri. Insieme dovranno affrontare gli indisciplinati dinosauri che popolano il Mondo Perduto.

Leggi: L’Era Glaciale: le avventure di Buck, la recensine del nuovo capitolo della saga

L’addio ai Blue Sky Studio: Scrat e il suo lieto fine

A seguito dell?acquisizione da parte di Disney del gruppo 20th Century Studios, la divisione Blue Sky Studios dedicata ai film d?animazione ? stata chiusa nel 2021. Purtroppo? a seguito dei duri effetti della pandemia di COVID-19, sull?industria cinematografica e televisiva, Disney ha concluso che il supporto a un terzo studio di animazione non fosse pi? sostenibile, da qui la decisione della chiusura.

Per congedarsi dal pubblico che segue da 20 anni le vicende di Sid, Diego e del resto della famiglia de L’Era Glaciale i disegnatori deI Blue Sky Sdudios hanno rilasciato online un video in cui Scrat ottiene finalmente il suo lieto fine.
La rincorsa infinita di Scrat per accaparrarsi l’amato frutto ? senza dubbio uno dei punti forti dell’intera saga. Pur non essendo il protagonista diretto della storia lo sfortunato scoiattolo ? cos? divertente da essere diventato la mascotte del franchise.
Nella sequenza, intitolata in modo significativo The End, Scrat, intento come al solito a trovare un rifugio sicuro per la sua ghianda, si ferma a riflettere e decide di mangiare il frutto. Consumata la ghianda, lo scoiattolo esce di scena. Difficile trattenere un sorriso dolce amaro davanti a questa tenera sequenza che sancisce la fine ad uno studio di produzione che avrebbe avuto ancora molto da dare.

Articoli recenti

Blonde
Film
Martina Barone
Blonde: il film su Netflix è anti-abortista e violento?
omicidio nel west end
Film
Martina Barone
Omicidio nel West End: recensione del film con Saoirse Ronan