Recensioni
Incastrati: il meglio della comicità italiana su Netflix
My Red Carpet

Incastrati: il meglio della comicità italiana su Netflix

Tags: incastrati, incastrati recensione

Incastrati | La storia

Un omicidio, due amici capitati nel posto sbagliato al momento sbagliato e tanti malintesi che li porteranno in situazioni surreali. Questo il mix di ingredienti, tra comicit? e genere crime, della nuova serie italiana INCASTRATI, disponibile dal 1? gennaio 2022 su Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio ? attivo.?

Scritta, diretta e interpretata da Salvo Ficarra e Valentino Picone, che per la prima volta si cimentano con la serialit?, INCASTRATI ? prodotta da Attilio De Razza per Tramp Limited ed ? interamente girata in Sicilia.

Ridere e riflettere: come sta la mafia oggi?

Approdato all’inizio di gennaio sulla piattaforma Netflix, Incastrati prevede 6 spassosi episodi: una commedia degli equivoci dove il merito della riuscita ? da dividere equamente tra i due registi-sceneggiatori-attori Salvo Ficarra e Valentino Picone – che per la prima volta si cimentano con la serialit? – e la produzione, da una parte la lungimiranza di Netflix, dall’altra Attilio De Razza per Tramp Limited.

Capaci di far dimenticare quella certa rigidit? dei loro rispettivi ruoli, Ficarra e Picone raccontano una storia surreale di due amici pasticcioni che rimangono coinvolti nelle vicende di un omicidio. Cercando di scappare dalla scena del crimine, in cui sono capitati “per caso”, i due si mettono sempre pi? nei guai in un crescendo di eventi che li porter? addirittura a dover fare i conti con la mafia. Incastrati Ficarra e Picone lo sono simbolicamente e artisticamente dal 1993, quando insieme a Salvatore Borrello e a Mauro Busalacchi fondano il gruppo dei Chiamata Urbana Urgente, divenuto poi il noto duo dal 1998.?

Con il solito garbo, i palermitani Ficarra e Picone mettono in scena una presa in giro del contesto mafioso: oggi parlare di mafia non ? pi? un?esigenza ?territoriale?, ma ? piuttosto necessario sviluppare il ragionamento in maniera tematica. La mafia ? un problema comune, con un forte radicamento in tutta la penisola e in tutti gli strati della societ?. La mentalit? di stampo mafioso non appartiene solo ai membri dei clan, ? diffusa tra la gente.

La criminalit? organizzata ha radici antiche e salde, ormai tanto capillarmente diffuse che la mentalit? mafiosa si ? insinuata ovunque, come una cappa d?afa che avvolge tutti, incombe sulle citt?, e si infila tra i vicoli pi? stretti e vede tra i suoi attori protagonisti persone comuni, dal pescivendolo al portiere di un palazzo. Non ce ne accorgiamo, ma ci troviamo a fare i conti con atteggiamenti quotidiani che fanno capo proprio alle basi del pensiero mafioso, ovvero il clientelismo e la prevaricazione.. Entrambi i concetti caratterizzano la serie tv Incastrati, che fa del bullismo un paradossale elemento finalizzato al divertimento, descrivendo la diffusione del mal costume con una satira irriverente, portando all’attenzione degli spettatori una realt? sottovalutata: il comportamento mafioso nel nostro quotidiano.

Ritornando al discorso intrapreso sulla sospensione del giudizio, accogliendo in modo empatico e incondizionato i valori di ogni singolo prodotto proposto da Netflix, ? con orgoglio che dico che Incastrati ? un’opera piacevole e concettualmente precisa, in cui il duo comico riesce a trasmettere ancora una volta l?immagine di una Sicilia stanca, pigra e immobile, depotenziando, attraverso l?iperbole, miopi stereotipi. Questa traiettoria concettuale, gi? ben enfatizzata nel film L’ora legale, trova un nuovo compimento in una narrazione episodica coinvolgente e scorrevole. Ogni personaggio ha il suo spazio e la sua tridimensionalit?, a partire dalle due comprimarie Agata (Marianna Di Martino) ed Ester (Anna Favella), in una versione moderna e aggiornata della classica commedia italiana con riferimenti alla cultura popolare contemporanea, alla politica e alla storia della mafia.

Oltre alle parodie e alla facile satira sociale e politica, il bello di questa serie ? che riesce a divertire, a far ridere, a tenere sempre alta l’attenzione con i suoi innumerevoli colpi di scena, sfruttando con maestria le caratteristiche del genere crime. Complice una fotografia dai colori accesi che solo il paesaggio siciliano sa dare, Incastrati ? un prodotto seriale che ha tutte le carte in regola per accontentare il pubblico e regalare emozioni.

Una nuova via che, dopo questo successo commerciale, potrebbe rivelarsi la salvezza rispetto a una deriva nella prevedibile monotonia artistica della commedia italiana.

Articoli recenti

CineChic | Hocus Pocus 2: folcrore, ragni e serpenti: come sono stati creati i costumi del sequel Disney?
Moda e Beauty
Roberta Panetta
CineChic | Hocus Pocus 2: folcrore, ragni e serpenti: come sono stati creati i costumi del sequel Disney?
Black Panther: Wakanda Forever, cosa ci dice il nuovo trailer del film Marvel?
Film
Roberta Panetta
Black Panther: Wakanda Forever, cosa ci dice il nuovo trailer del film Marvel?