Interviste, Top News
elf me incontro cast e registi del film prime video
Alessio Zuccari

Elf Me, incontro con il cast del nuovo film di Natale di Prime Video

Tags: anna foglietta, elf me, Lillo Petrolo
elf me incontro cast e registi del film prime video
Interviste Top News
Alessio Zuccari

Elf Me, incontro con il cast del nuovo film di Natale di Prime Video

Tags: anna foglietta, elf me, Lillo Petrolo

«Quando mi hanno proposto il film per la prima volta, mi hanno detto: “devi fare un elfo”. Allora vado alla prova trucco, lì mi guardano e dicono “vai già bene così”. A quel punto ho capito che questa era veramente la parte per me». Inizia con questo aneddoto divertente il racconto del coinvolgimento di Lillo Petrolo in Elf Me, film a tinte natalizie in cui interpreta il ruolo di un elfo costruttore un po’ malandrino e un po’ scapestrato. L’opera, prodotta da Lucky Red e Goon Films con la partecipazion di Amazon MGM Studios, arriverà in streaming su Prime Video il 24 novembre.

Trip, il nome del personaggio di Lillo, a seguito di un incidente al Polo Nord finisce dritto dritto nella stanza di Elia, bambino che attende il ritorno del padre per le feste mentre è alle prese con dei bulli e il problema della dislessia. Lo interpreta Federico Ielapi, giovanissimo attore prodigio del cinema italiano. «Elia esce bene da questa situazione complicata perché la sua forza di volontà è più grande di quella che lui pensa di avere» esordisce Ielapi nel riportare la sua esperienza con un ruolo complesso. «Lui poi è un grande sognatore, un po’ come lo sono io. Perché i sogni sono gratis e quindi sognare non costa nulla, è bello e dobbiamo farlo». E, rivolgendosi ai suoi coetanei, chiosa con la sapienza dell’attore navigato: «Per quanto possa essere difficile, cercate di non pensare ai bulli se vi prendono in giro. Quando lo fanno è perché voi avete qualcosa che loro non hanno».

Ad aiutare il piccolo Elia in questo delicato momento della sua vita c’è però anche la madre Ivana. Delicata e sognatrice, è una donna che non smette mai di infondere la speranza e di credere nella magia del Natale. «Io ora mi sento esattamente come Ivana, sento proprio quello spirito natalizio» si immedesima Anna Foglietta, che la interpreta. «Il suo è un personaggio che crede ancora nelle buone azioni, dove il fare e fare bene hanno un valore e un peso specifico. E anche se l’aspetto natalizio di questi tempi, in cui si fa tanta fatica in cui si fa ad accettare tutto quello che accade attorno a noi, sembra secondario, ritagliarsi un momento di sospensione anche con un po’ di cinismo è veramente molto importante».

Un nuovo Scrooge, il coinvolgimento di Mainetti e gli effetti visivi

elf me recensione film prime video
Photo Credits: Prime Video

Fare lo Scrooge della situazione tocca invece a Claudio Santamaria, che segue l’incontro a distanza perché alle prese con il Covid. Il suo Ciocca è un imprenditorucolo viscido e meschino che mette i bastoni tra le ruote a Ivana ed Elia. «Non è stato facile mettersi nei panni di Ciocca innanzitutto perché non è un bel ragazzo, è come se mi fossi sputato addosso da solo» scherza l’attore. Caratteristica esilarante di Ciocca è il suo spiccato accento. «Il film è ambientato in paesino in montagna vicino Roma, quindi mi sono detto “perché non lo facciamo parlare in ciociaro?”. Allora mi sono fatto registrare tutte le battute da un’attrice, Francesca Bellucci con cui ho recitato in Freaks Out».

E non è un caso che esca fuori il nome di Freaks Out. Tra i molti sceneggiatori del film – Giovanni Gualdoni, Leonardo Ortolani, Marcello Cavalli, Tommaso Renzoni – c’è infatti anche Gabriele Mainetti, che non pago produce e compone pure le musiche di Elf Me. Nell’opera c’è un forte connubio tra fumetto e cinema d’intrattenimento. «Insieme a Giovanni Gualdoni abbiamo pensato a questa storia e, quando era più un’idea che un soggetto, insieme a Matteo Guerra abbiamo tirato dentro Leo Ortolani per vedere come svilupparla» ricorda Mainetti. «In fase di soggetto, proprio perché si viene dal fumetto, la fantasia era in uno stato eccessivo e quindi irrealizzabile. Tommaso Renzoni durante il lavoro di sceneggiatura è arrivato a darci una mano. Volevamo creare qualcosa in sintonia con quel mondo di Gremlins, Ghostbusters, Mamma ho perso l’aereo, perché questa è una realtà che ci appartiene e che ci ha formato».

Un mondo e un progetto in cui sono ritrovati da subito anche gli YouNuts! (Niccolò Celaia e Antonio Usbergo), duo di registi al timone di Elf Me. «Dobbiamo dire grazie a Gabriele Mainetti che ci ha coinvolto nella regia del film. Quando ci è stato proposto, abbiamo letto la sceneggiatura e abbiamo capito che era un’opera nelle nostre corde perché rimanda ai film con cui siamo cresciuti». E peculiarità del film è anche quella di poter contare su un ingente utilizzo dell’effettistica digitale, non così consueta nei lavori italiani. «Ci siamo trovati per la prima volta davanti a un progetto con così tanti effetti visivi, con cui ci siamo divertiti molto a lavorare. Nell’approccio di regia abbiamo poi cercato di omaggiare i film “spielberghiani”, di cui abbiamo tentato di catturare e infondere le “vibes”».

Guarda il trailer ufficiale di Elf Me:

Articoli recenti

HORIZON
Film
Federica Marcucci
Horizon: An American Saga, tutto sul film di Kevin Costner
bridgerton-3-chi-è-lord-debling
News
Alice Gigli
Bridgerton 3: chi è Lord Debling, il nuovo corteggiatore di Penelope?
kinds of kindness
Top News
Alessio Zuccari
Kinds of Kindness: recensione del nuovo film di Yorgos Lanthimos
Lady Violet Bridgerton Cover
News
Valentina Fiorino
Lady Violet Bridgerton: Un Faro di Forza e Grazia nell'Era Regency
STAY CONNECTED