Festival, Recensioni, Top News
il talento di mr crocodile
Martina Barone

RoFF17 | Il talento di Mr. Crocodile: recensione del film

Tags: il talento di mr. crocodile, javier bardem, roff17
il talento di mr crocodile
Festival Recensioni Top News
Martina Barone

RoFF17 | Il talento di Mr. Crocodile: recensione del film

Tags: il talento di mr. crocodile, javier bardem, roff17

Non perdete l’occasione di poter cantare insieme a Lyle nel film Il talento di Mr. Crocodile, al cinema dal 27 ottobre

È sorprendente come il concept do Il talento di Mr. Crocodile, così assurdo eppure semplice, sia riuscito a risultare davvero efficace sullo schermo. Si tratta di un coccodrillo che prende vita e dimostra all’intero mondo di saper cantare. Non certo senza qualche difficoltà iniziale, ma mostrando comunque le proprie abilità al publico. Un rettile, però, incapace di parlare, il cui dono si limita a poter riprodurre i vocalizzi e le canzoni che più gli piacciono, trovando in quella del canto l’unica maniera per poter comunicare con l’universo degli umani. 

Perché è così, il coccodrillo che canta, balla e prende vita non appartiene a una dimensione animata del circolo del cinema animato, è bensì un’opera che mescola realtà e tecnica mista per vedere esibirsi insieme il Lyle protagonista assieme ad alcuni volti noti come quelli di Javier Barden e Costante Wu. E veder doppiato il coccodrillo nella versione originale dal cantante Shawn Mendes, che acconsente di prestare la propria voce per un’opera adatta alle famiglie, che ne esplora le dinamiche e gli equilibri che possono formare, anche quando si ritrovano alle prese di un improbabile cucciolo da compagnia. 

Il talento di Mr. Crocodile: quanto è importante avere un amico

E proprio il giovane Josh (Winslow Fegley) è al centro della narrazione assieme al protagonista creato in animazione, col quale condivide una grande paura del mondo che i due riusciranno però a superare insieme. Da un parte Josh imparerà a non avere timore di tutto ciò che lo circonda, diventando più intraprendente e audace grazie alla conoscenza proprio del suo inusuale amico, che lo condurrà per le strade trafficate e fumose di una canterina New York. Mentre dall’altra il personaggio di Lyle troverà il modo di far sentire a tutti la propria voce, quella che aveva tenuto nascosta, oltre a sentirsi finalmente parte di un gruppo in cui è il bene a prevalere e che non lo lascerà più solo. 

Facendo della musica il veicolo principale con cui trasportare il messaggio di amicizia, famiglia e speranza che Il talento di Mr. Crocodile porta dentro di sé, la pellicola di Will Speck e Josh Gordon è un mix di atmosfere che vanno da quelle dei talent show in cui salire sul palco e emozionare il pubblico fino al divertimento di poter dedicarsi alla propria passione insieme alle persone che si amano. Il non dover per forza costringere l’altro a esporsi, a sentirsi a disagio, a fare qualcosa che finirebbe per metterlo in difficoltà. Un’opera che insegna che ci sono varie maniere per essere felici e fare in modo che gli altri lo siano altrettanto, magari ritrovando un briciolo della fantasia che si perde diventando grandi e che il mondo dell’arte può sempre riaccendere.

Un film per ridere e cantare insieme

il talento di mr crocodile

A introdurci al coccodrillo protagonista è uno showman bislacco e stravagante come quello interpretato da un giocoso Javier Barden, mai visto così sgangherato e deciso lui in primis a giovare dei toni e della leggerezza dell’opera, riservando passi di danza e vocalizzi ad un pubblico che adora vederlo in quelle vesti inusuali. Brani musicati e interpretati dai personaggi i quali sono il frutto della capacità dei compositori Benj Pasek e Justin Paul (La La Land, The Greatest Showman) e di saper sempre dare l’esatta frizzantezza e magia alla combo cinema più melodie. 

Un’anima fanciullesca con cui Il talento di Mr. Crocodile riempie il racconto facendola giungere fino allo spettatore seduto nella sala cinematografica. Sicuramente una pellicola con molte ingenuità, con un ritmo altalenante, ma che riesce nonostante tutto a trasmettere una grande simpatia. Un film che è come quella canzone che cantiamo assieme al nostro migliore amico: non per forza intonata o eseguita alla perfezione, ma che rappresenta tutto il necessario per divertirsi e ridere insieme. 

Articoli recenti

Indiana Jones e la Ruota del Destino: ecco titolo e trailer del nuovo capitolo della saga!
Film in uscita
Alessandro Gerardi
Indiana Jones e la Ruota del Destino: ecco titolo e trailer del nuovo capitolo della saga!
Guardiani della Galassia Vol. 3: il primo, emozionante trailer del film Marvel
News
Alessandro Gerardi