Recensioni, Top News
secret-invasion-recensione-serie-marvel-disney-plus
Roberta Panetta

Secret Invasion: la recensione della serie Marvel Studios

Tags: secret invasion, secret invasion disney plus, secret invasion marvel
secret-invasion-recensione-serie-marvel-disney-plus
Recensioni Top News
Roberta Panetta

Secret Invasion: la recensione della serie Marvel Studios

Tags: secret invasion, secret invasion disney plus, secret invasion marvel

Arriva su Disney+ la nuova serie targata Marvel Studios Secret Invasion, action thriller che sa di spy story e che omaggia Captain America: The Winter Soldier.

GUARDA IL TRAILER DI SECRET INVASION

LA TRAMA DI SECRET INVASION

Nella nuova serie Marvel Studios Secret Invasion, ambientata nel presente MCU, Nick Fury viene a conoscenza di un’invasione clandestina della Terra da parte di una fazione di Skrull mutaforma. Fury si unisce ai suoi alleati, tra cui Everett Ross, Maria Hill e lo Skrull Talos, che si è costruito una vita sulla Terra. Insieme corrono contro il tempo per sventare l’imminente invasione Skrull e salvare l’umanità.
 
La serie Marvel Studios Secret Invasion è interpretata da Samuel L. Jackson, Ben Mendelsohn, Cobie Smulders, Martin Freeman, Kingsley Ben-Adir, Charlayne Woodard, Killian Scott, Samuel Adewunmi, Dermot Mulroney, Christopher McDonald, Katie Finneran, con Emilia Clarke e Olivia Colman, e Don Cheadle.

LA RECENSIONE DI SECRET INVASION

Riunire un cast di star di serie A per una serie tv può essere un compito piuttosto impegnativo. Ci sono molti fattori che devono essere considerati: le capacità di recitazione, il loro potere da star e come possono essere usate per rendere il prodotto un enorme successo e così via. I realizzatori dovrebbero assicurarsi che la celebrità degli attori non prevarichi sui personaggi che stanno interpretando ed è qui che gli attori sono davvero messi alla prova fino ai loro limiti. Abbiamo avuto alcuni film fantastici con cast di film d’insieme, ma pochissimi hanno avuto davvero successo, sia dal punto di vista critico che commerciale. E c’è una cosa che dobbiamo riconoscere più di altre: i Marvel Studios, in quanto a casting, non ha mai sbagliato un colpo.

Premessa doverosa questa mia, per farvi capire che il nuovo prodotto della Casa delle Idee Secret Invasion non è solo una garanzia per la solidità narrativa evidenziata nei primi due episodi, ma lo è per il cast stellare qui chiamato a spalleggiare – come se ce ne fosse bisogno – il Nick Fury di Samuel L. Jackson.

L’attore di Pulp Fiction e Olivia Colman brillano nel nuovo spettacolo Disney Plus della Marvel, molto vicino alle dinamiche investigative alla Agents of SHIELD, pieno di suspense e ritmi da thriller di spionaggio.

secret invasion nick fury
Samuel L. Jackson as Nick Fury in Marvel Studios’ SECRET INVASION, exclusively on Disney+. Photo by Des Willie. © 2023 MARVEL.

Che fine ha fatto Nick Fury?

La nuova serie Secret Invasion di Disney Plus del creatore Kyle Bradstreet cementifica le basi della Fase Cinque della Marvel, scavando in profondità nel passato del franchise e puntando (finalmente) al personaggio di Samuel L. Jackson Fury i riflettori che ha sempre meritato.

Piuttosto che riportare Nick Fury sulla Terra per affrontare una minaccia completamente nuova, Secret Invasion ruota attorno a una delle domande più affascinanti lasciate senza risposta da Captain Marvel del 2019: che ne è stato dei rifugiati Skrull? L’ultima volta che li abbiamo visti in Captain Marvel, gli Skrull erano un gruppo relativamente piccolo di sopravvissuti nascosti nell’orbita terrestre, che cercavano di riorganizzarsi dopo essere stati quasi spazzati via dai Kree. Da allora questi alieni sono stati in gran parte ignorati nei film e negli spettacoli della Marvel. Ma nei due episodi forniti alla stampa, Secret Invasion chiarisce che gli Skrull e la loro situazione sono state alcune delle uniche cose che hanno veramente perseguitato Fury nella sua carriera decennale come super spia, tanto che sono una parte importante del motivo per cui è “scomparso” dai tempi di Avengers: Endgame.

Sappiamo da tempo che Nick Fury era nello spazio nascosto a lavorare su qualcosa, e Secret Invasion svela quel segreto. Ma il vero fulcro dello spettacolo è come, dopo tutto quello che ha passato come fondatore degli Avengers, capo dello SHIELD e supereroe a pieno titolo, ci sono ancora cose che lo tengono sveglio la notte – cose che non è veramente certo che qualcuno sia pronto a gestire.

Secret Invasion 2
Marvel Studios’ SECRET INVASION, exclusively on Disney+. Photo by Des Willie. © 2023 MARVEL.

Cinema Marvel VS Serie Tv

Il profilo che la Marvel sta delineando per se stessa al cinema, anche in opposizione ai film della casa di fumetti rivale DC, è quello più legato all’entertainment in senso stretto. Poco problematici e molto divertenti, i suoi fumetti trasportati al cinema sono spesso stati un concentrato delle migliori regole dell’intrattenimento filmico, con una complessità sempre crescente data dalla gestione di un universo di storie e personaggi intrecciati in maniera ben più stretta di quanto non facciano i fumetti stessi. Diverso il caso della serialità Marvel, che sin dal suo esordio con WandaVision ha esplorato con coraggio temi importanti come l’elaborazione del lutto, fino al disturbo multiplo di personalità con Moon Knight. Un percorso sperimentale che ci porta qui, oggi, davanti alla trama di Secret Invasion, una sinossi che sembra abbandonare la felice leggerezza che hanno gli esempi migliori provenienti dallo studio.

Simile a Falcon e The Winter Soldier prima di esso, Secret Invasion è una sorta di thriller politicamente carico che dipinge i suoi eroi e i suoi cattivi con tenui sfumature di grigio per incoraggiarti a vedere come entrambe le parti di un conflitto si considerino fondamentalmente nel giusto.

Dopo anni di diligente utilizzo delle loro abilità mutaforma per proteggere e aiutare Fury nella sua ricerca e per mantenere una relativa stabilità sulla Terra, i rivoluzionari Skrull come Gravik (Kingsley Ben-Adir) e G’iah (Emilia Clarke) hanno tutte le ragioni per sentirsi traditi da colui che non li ha portati sulla terra promessa. Quindi, analizzando come gli umani si trattano l’un l’altro e come trattano la Terra, è facile per Gravik e G’iah vedere il pianeta come qualcosa che dovrebbero semplicemente prendere per se stessi, specialmente in un momento in cui i Vendicatori apparentemente non esistono più.

Secret Invasion Trailer

In conclusione

Il risultato serve molto bene la grande trama che lentamente porterà questo nuovo ciclo Marvel al prossimo Avengers, a cui spetterà nuovamente il compito di chiudere tutte le sottotrame aperte nei diversi film e nelle molteplici serie tv. Una storia di tradimento e idealismo quella che anima l’avventura di un vecchio e stanco Nick Fury, e che, dopo soli due episodi, speriamo possa funzionare anche come una storia autonoma. Insomma, di Fury ci fidiamo.

Articoli recenti

LA-BOTTEGA-DELLA-SCENEGGIATURA-PROROGATA-FINO-AL-15-LUGLIO-LA-SCADENZA-PER-L-INVIO-DEL-PROGETTI
News
Alice Gigli
La Bottega della Sceneggiatura: prorogata la scadenza per l'invio dei progetti
Becoming Maestre 3
News
Federica Marcucci
Becoming Maestre 3: annunciate le nuove professioniste
The Bikeriders: recensione del film di Jeff Nichols con Austin Butler
Top News
Alessio Zuccari
The Bikeriders: recensione del film di Jeff Nichols con Austin Butler
ghe-pensi-mar-la-terza-edizione-del-festival
News
Alice Gigli
Festival GHE PENSI MAR: dal 26 al 30 giugno a Marina Romea
STAY CONNECTED