Festival, Top News
torino film festival 2023 programma selezione
Alessio Zuccari

Torino Film Festival 2023: presentato il programma di quest'anno

Tags: tff 41, Torino Film Festival
torino film festival 2023 programma selezione
Festival Top News
Alessio Zuccari

Torino Film Festival 2023: presentato il programma di quest'anno

Tags: tff 41, Torino Film Festival

«Il compito di un festival di cinema è quello di unire persone ed idee che non hanno nulla in comune». Esordisce così Steve Della Casa nel presentare il nuovo appuntamento del Torino Film Festival, di cui è direttore artistico al suo ultimo mandato prima del passaggio di consegne nelle mani di Giulio Base, in carica dal prossimo anno. «Lo prova il manifesto ufficiale di questa edizione, che penso sia uno dei più belli di sempre. Unisce tre persone che in apparenza non hanno niente in comune: Ugo Nespolo, che l’ha realizzato, John Wayne, che vi è ritratto, e Jean Luc Godard, di cui è la citazione».

E il Torino Film Festival 2023 è davvero un festival che ammette sotto il suo cappello i diversi pensieri e le diverse posizioni attraverso le quali si pensa il cinema. «Poniamo da sempre grande attenzione per il tema sociale, una caratteristica che riusciamo a rendere trasversale» sottolinea Della Casa. «Per citarne due, ci sarà spazio dedicato alla giornata internazionale contro la violenza alle donne, e poi anche la giornata mondiale contro l’AIDS».

Al fianco di questo c’è però modo di approfondire anche il meccanismo produttivo grazie al Torino Film Industry, perché «il cinema nasce come esperienza dove si paga il biglietto, è un’arte che ha nel suo DNA la cultura e ed il commercio», così come l’intento di una ricerca cinematografica pura «che cerchi di portare avanti film nuovi, che segnino il cinema del futuro, con un concorso di opere prime e seconde e con una presenza femminile molto importante».

Uno sforzo di selezione che porterà alla presentazione di 181 film, tra cui 128 lungometraggi, 13 mediometraggi, 40 cortometraggi con 59 anteprime mondiali, 10 anteprime internazionali, 3 anteprime europee e 68 anteprime italiane. Tutto questo con la conferma di sezioni come Back to Life, Nuovimondi e Crazies, quest’ultima dedicata al suo ideatore Luciano Sovena, recentemente scomparso.

Non mancano all’appello i grandi nomi. Per la musica, «fortemente rappresentata», ci saranno Paolo Conte con un documentario prodotto da Caterina Caselli e Kyle Eastwood, figlio di Clint, che parlerà dei film fatti con il padre. Poi masterclass anche con Oliver Stone – che riceverà il riconoscimento Stella della Mole -, Mario Martone, Fabrizio Gifuni, Elisabetta Sgarbi, Manuela Arcuri.

torino film festival 2023 programma selezione

Torino Film Festival 2023 – Concorso

ARTURO A LOS 30 / ABOUT THIRTY di Martín Shanly (Argentina 2023, DCP, 92′)

BIRTH di Jiyoung Yoo (Corea del Sud, 2023, DCP, 155′)

CAMPING DU LAC di Eléonore Saintagnan (Belgio/Francia, 2023, DCP, 70′)

GRACE di Ilya Povolotsky (Russia, 2023, DCP, 119′)

KALAK di Isabella Eklöf (Svezia / Danimarca, 2023, DCP, 125′)

LINDA VEUT DU POULET! / CHICKEN FOR LINDA! di Chiara Malta, Sébastien Laudenbach (Francia / Italia, 2023, DCP, 76′)

MANDOOB / NIGHT COURIER di Ali Kalthami (Arabia Saudita, 2023, DCP, 111′)

NON RIATTACCARE di Manfredi Lucibello (Italia, 2023, DCP, 90′)

LA PALISIADA di Philip Sotnychenko (Ucraina, 2023, DCP, 100′)

LE RAVISSEMENT / THE RAPTURE di Iris Kaltenbäck (Francia, 2023, DCP, 97′)

SOLEILS ATIKAMEKW / ATIKAMEKW SUNS di Chloé Leriche (Canada, 2023, DCP, 103′)

WHITE PLASTIC SKY di Tibor Bánóczki, Sarolta Szabó (Ungheria / Slovacchia, 2023, DCP. 111′)

Fuori Concorso

UNE ANNÉE DIFFICILE di Olivier Nakache, Éric Toledano (Francia, 2023, DCP, 120′)

CERRAR LOS OJOS / CLOSE YOUR EYES di Víctor Erice (Spagna / Argentina, 2023, DCP, 169′)

CHRISTINE / CHRISTINE – LA MACCHINA INFERNALE di John Carpenter (USA, 1983, DCP, 110′)

DANCE FIRST di James Marsh (USA, 2023, DCP, 100′)

LOS DELINQUENTES di Rodrigo Moreno (Argentina / Brasile / Lussemburgo / Cile, 2023, DCP, 180′)

I DELITTI DEL BARLUME di Roan Johnson, Milena Cocozza (Italia, 2023, DCP, 96’)

DÉSERTS di Faouzi Bensaïdi (Germania/Belgio/Francia/Marocco, 2023, DCP, 124′)

DO NOT EXPECT TOO MUCH FROM THE END OF THE WORLD di Radu Jude (Romania / Lussemburgo/ Francia / Croazia, 2023, DCP, 163′)
EARTH MAMA di Savanah Leaf (UK / USA, 2023, DCP, 97′)

ESSENTIAL TRUTHS OF THE LAKE di Lav Diaz (Filippine / Portogallo / Singapore / Taiwan / Svizzera / UK, 2023, DCP, 215′)

EX-HUSBANDS di Noah Pritzker (USA, 2023, DCP, 98′)

FOLLE D’AMORE – ALDA MERINI di Roberto Faenza (Italia, 2023, DCP, 101′)

THE HOLDOVERS di Alexander Payne (USA, 2023, DCP, 132′)

L’ÎLE di Damien Manivel (Francia, 2023, DCP, 73′)

INDAGINE SU UNA STORIA D’AMORE di Gianluca Maria Tavarelli (Italia, 2023, DCP, 100′) JEUNE CINÉMA di Yves-Marie Mahe (Francia, 2023, DCP, 73′)

KUBI di Takeshi Kitano (Giappone, 2023, DCP, 131′)

MARIANNE di Michael Rozek (UK, 2023, DCP, 87′)

MIMI DE DOAURNENEZ di Sébastien Betbeder (Francia, 2023, DCP, 38′)

UN PINCEMENT AU COEUR di Guillaume Brac (Francia, 2023, DCP, 38′)

OMAGGIO A MIMMO JODICE di Mario Martone (Italia, 2023, DCP, 52′)

PAOLO CONTE ALLA SCALA – IL MAESTRO È NELL’ANIMA di Giorgio Testi (Italia, 2023, DCP, 105′)

LA PRÁCTICA / THE PRACTICE di Martín Rejtman (Argentina / Cile / Portogallo, 2023, DCP, 89′)

IL PUNTO DI RUGIADA di Marco Risi (Italia, 2023, DCP, 112′)

EL REALISMO SOCIALISTA di Raúl Ruiz, Valeria Sarmiento (Cile, 2023, DCP, 78′)

RICARDO ET LA PEINTURE / RICARDO AND THE PAINTINGS di Barbet Schroeder (Francia/USA, 2023, DCP, 80′)

ROBOT DREAMS di Pablo Berger (Spagna / Francia, 2023, DCP, 90′)

ROTER HIMMEL / AFIRE di Christian Petzold (Germania, 2023, DCP, 103′)

SEDICI MILLIMETRI ALLA RIVOLUZIONE di Giovanni Piperno (Italia, 2023, DCP, 67′) SOLO di Sophie Dupuis (Canada, 2023, DCP, 101′)

TRAVOLTI DA UN’INSOLITA CENSURA – TUTTO CIÒ CHE AL CINEMA NON SI PUÒ PIÙ VEDERE di Luca Beatrice, Luigi Mascheroni (Italia, 2023, 40′)

UOMINI E DEI. LE MERAVIGLIE DEL MUSEO EGIZIO di Michele Mally (Italia, 2023, DCP, 86′)

VANGELO SECONDO MARIA di Paolo Zucca (Italia, 2023, DCP, 103′)

YANNICK di Quentin Dupieux (Francia, 2023, DCP, 67′)

YOU HURT MY FEELINGS di Nicole Holofcener (USA, 2023, DCP, 93′)

Crazies – Concorso

AUGURE / OMEN di Baloji (Belgio / Congo / Olanda / Germania / Sud Africa, 2023, DCP, 90′)

BIRTH/REBIRTH di Laura Moss (USA, 2023, DCP, 98′)

THE COMPLEX FORMS di Fabio D’Orta (Italia, 2023, DCP, 85′)

LA ERMITA / THE CHAPEL di Carlota Pereda (Spagna, 2023, DCP, 97′)

LA MORSURE / BITTEN di Romain De Saint-Blanquat (Francia, 2023, DCP, 87′)

THE SIN di Dong-seok Han (Corea del Sud, 2023, DCP, 104′)

VINCENT DOIT MOURIR / VINCENT MUST DIE di Stéphan Castang (Francia / Belgio, 2023, DCP, 108′)

VISITORS – COMPLETE EDITION di Kenichi Ugana (Giappone, 2022, DCP, 60′)

Crazies – Fuori Concorso

MARINALEDA di Louis Seguin (Francia, 2023, DCP, 50′) – MICHEL VAY di Patricia Gélise, Nicolas Deschuyteneer (Belgio, 2023, DCP, 60′)

LE RÈGNE ANIMAL / THE ANIMAL KINGDOM di Thomas Cailley (Francia, 2023, DCP, 130′)

Nuovimondi

AN ASIAN GHOST STORY di Bo Wang (Olanda / Cina, 2023, DCP, 37′) – RENAISSANCE di Nader Ayache (Francia, 2023, DCP, 55′)

FAILED STATE
di Christopher Bell, Mitch Blummer (USA, 2023, DCP, 85′)

HERE di Bas Devos (Belgio, 2023, DCP, 82′)

INDIA di Telmo Churro (Portogallo, 2023, DCP, 123′)

INSIDE THE YELLOW COCOON SHELL
di Thien An Pham (Vietnam / Francia / Singapore / Spagna, 2023, DCP, 182′)

NATURA di Matti Harju (Finlandia, 2023, DCP, 68′)

RETAKE di Nakano Kôta (Giappone, 2023, DCP, 110′)

SOFIA FOI di Pedro Geraldo (Brasile, 2023, DCP, 67′)

Back to Life

BIRMANIA + AFGHANISTAN (60’)

L’AMOUR FOU di Jacques Rivette (Francia, 1969, DCP, 252′)

DOPO MEZZANOTTE di Davide Ferrario (Italia, 2004, DCP, 92′)

MASSIMINO di Pierfrancesco Li Donni (Italia, 2017, DCP, 19′) + VORREI CHE VOLO di Ettore Scola (Italia, 1980, DCP, 66′)

NOW I KNOW SNOW di Marco Di Castri, Gianfranco Barberi (Italia, 1986, DCP, 38’) + TWO NUDES BATHING di John Boorman (UK, 1995, DCP, 35′)

ROMANCE AT LUNG SHAN TEMPLE di Pai Ko (Taiwan, 1962, DCP, 98′)

SANSHO DAYU / L’INTENDENTE SANSHO di Kenji Mizoguchi (Giappone, 1954, DCP, 124′)

UOMINI SI NASCE POLIZIOTTI SI MUORE di Ruggero Deodato (Italia, 1976, DCP, 96′)

ROMA NUDA di Giuseppe Ferrara (Italia, 2010, DCP, 107′)

Articoli recenti

House of the Dragon 2: recensione della seconda stagione
Top News
Alessio Zuccari
House of the Dragon 2: recensione della seconda stagione
The Bikeriders, parlano Austin Butler e Jeff Nichols: «La libertà è solo un momento. Ed è ciò che la rende nostalgica e affascinante»
Top News
Alessio Zuccari
The Bikeriders, parlano Austin Butler e Jeff Nichols: «La libertà è solo un momento. Ed è ciò che la rende nostalgica e affascinante»
INSIDE-OUT-2-a-burano-l-omaggio-alle-nuove-emozioni
News
Alice Gigli
INSIDE OUT 2 | A Burano l'omaggio alle nuove colorate Emozioni
Non riattaccare: recensione del thriller in linea con Barbara Ronchi
Top News
Alessio Zuccari
Non riattaccare: recensione del thriller in linea con Barbara Ronchi
STAY CONNECTED