Interviste, News, Top News
Skam 5
Martina Barone

Skam 5: gli attori parlano dei loro personaggi!

Tags: netflix, Skam, Skam 5
Skam 5
Interviste News Top News
Martina Barone

Skam 5: gli attori parlano dei loro personaggi!

Tags: netflix, Skam, Skam 5

Dal protagonista Francesco Centorame alla new entry Lea Gavino, fino ai veterani come Federico Cesari: cosa ci dice il cast di Skam 5.

A settembre ricomincia la scuola. Per fortuna che quest’anno su Netflix torna anche Skam. Alla sua quinta stagione la serie teen italiana si svincola dalle narrazioni seguite in precedenza e legate ai racconti del corrispettivo originale norvegese. Stavolta infatti gli autori Ludovico Bessegato e Alice Urciolo hanno potuto esplorare tematiche inedite e cercare un proprio argomento con cui poter poi sviluppare l’inedita storia, prendendo questa volta come protagonista l’Elia dell’attore Francesco Centorame. Rimasto spesso sullo sfondo della serie, per Bessegato e Urcioli era interessante rapportarsi a un ragazzo che di primo impatto è sembrato sempre superficiale e che in realtà nasconde un disagio che si andrà indagando in Skam 5.

È la tematica del micropene quella che il protagonista affronterà dovendo scendere a patti con il proprio disagio fisico ed emotivo e che troverà la maniera di sfogarsi nel supporto dei suoi amici e nella vicinanza con un nuovo interesse amoroso, la giovane Viola interpretata da Lea Gavino. Una patologia con cui gli scrittori e il cast cercando di rapportarsi con serietà e rispetto, come hanno sempre fatto con le “vergogne” di tutti i protagonisti (Skam sta proprio per “vergogna” o “imbarazzo” in norvegese). Ma sentiamo come hanno descritto gli interpreti i loro personaggi in Skam 5, andando dai veterani Federico Cesari, Pietro Turano e lo stesso Centorame, assieme alle new entry Gavino e Nicole Rossi.

I disagi e le insicurezze di Elia e Viola

Francesco Centorame su Elia: “Per tornare nel ruolo di Elia ho dovuto perdere chili, fare un lavoro sul mio aspetto, e mi è piaciuta l’idea di dare al personaggio un corpo più fragile per riuscire così ad entrare al meglio nella parte. Non mi aspettavo quale poteva essere la tematica della quinta stagione, è stata una sorpresa anche per me, ma si è rivelato un onore poter affrontare un argomento talmente delicato. Anche se è stato facile visto l’amore che si percepisce sul set di Skam e ci fa sentire come in famiglia. La serie ha una scrittura di una potenza narrativa fortissima, piena anche di una sensibilità che è quella con cui approcciarsi alla serie. E che mi fa sentire vicino ad Elia. Alla sua età soffrivo di attacchi di panico, eppure cercavo di nascondermi. Ma è sbagliato alimentare gli stereotipi, in questo caso sulla maschilità, perché siamo stufi di dover mettere su una maschera per andare avanti quando dovremmo semplicemente imparare a convivere con la nostra individualità.”.

Lea Gavino su Viola: “Viola è un personaggio che ha delle insicurezze eppure, a parte quest’ultime, riesce comunque a guardare oltre a ciò che c’è solamente in superficie dandole modo di andare oltre lo stereotipo, nonostante la giovane età. Anche io stessa ho imparato a trasformare ciò che da adolescente credevo fosse un difetto o qualcosa che comunque mi metteva a disagio in un punto di forza. Come l’essere considerata sempre così piccola, per il mio corpo o il mio aspetto, ma ho fatto sì che diventasse una caratteristica da riportare nella vita di tutti i giorni e nel lavoro.”

Skam 5: tra new entry e amici di vecchia data

Skam 5
Credits: Netflix Italia

Federico Cesari su Martino: “Molte cose accomunano i personaggi di Martino e di Elia. Hanno entrambi un percorso travagliato da dover attraversare e che li pone di fronte ad una realtà che è diversa rispetto a quella che loro vivono nella propria intimità. C’è un contrasto perciò tra il mondo esterno e la loro sofferenza emotiva. Entrambi però affrontano un percorso di accettazione che è ciò che anche nella vita di tutti i giorni può riuscire a combattere i contrasti e dare spazio a tutti quanti. Spero che le esistenze di Elia e Martino portino il pubblico ad interrogarsi, trovando spunto e forza nello spazio emotivo offerto da Skam.”

Nicole Rossi su Asia: “Quella di Skam è stata un’esperienza davvero intensa perché per la prima volta partecipavo ad un progetto che riguarda ciò che voglio fare nella vita. Quando ho visto per la prima volta il gruppo delle “matte” mi sono detta “Non è possibile, sono loro!”. Perciò ho sentito una certa responsabilità in quanto ho capito che Skam davvero può toccare nel profondo il pubblico. Con questa consapevolezza ho interpretato la mia Asia, una ragazza spigolosa, ma che con la sua tenerezza riesce a sostenere anche il proprio gruppo.”

Rocco Fasano su Niccolò: “Niccolò è, è sempre stato e rimane un personaggio molto empatico. Ma sono stato contento che nella quinta stagione si sia deciso a dargli un altro tono. Finora è stato visto solo sotto una veste romantica, stavolta avrà una parte laterale, ma da supporto per il suo amico Elia.”

Famiglia e comunità in Skam

Skam 5
Credits: Netflix Italia

Pietro Turano su Filippo: “Non c’è una formula segreta che possa dirci come affrontare lo stigma degli stereotipi. E forse è quasi meglio che non ci sia una ricetta, così da poter creare noi stessi la nostra comunità. Skam presenta storie diversissime, ma che hanno sempre delle analogie perché è proprio lì che ci incontriamo: capiamo di essere uguali quando ognuno scopre di avere qualcosa di differente. Elia è diverso da tutti gli altri, ma come per il mio Filippo o per Martino deve attraversare un percorso che è quello che rappresenta in maniera universale l’adolescenza di tutti, in cui si cerca di trovare delle risposte alle nostre domande.”

Martina Lelio su Federica: “Elia e Federica legheranno tanto in questa stagione e tra loro si formerà davvero un bel rapporto. Che è poi quello che nel corso degli anni si è instaurato tra tutti noi. Ormai recitare in Skam è come farlo assieme a tua sorella o tuo fratello. È un luogo magico, che non ho mai ritrovato da nessuna parte.”

Skam 5 è disponibile su Netflix dal 1 settembre

Articoli recenti

5 film di Natale per chi non ama il Natale (o quasi)
News
Laura Casagrande
5 film di Natale per chi non ama il Natale (o quasi)
5 Motivi per vedere e rivedere Shrek
Film
Valentina Fiorino