Festival, Business, Eventi, Film, Film in uscita, News
coup de chance recensione film woody allen
My Red Carpet

Woody Allen sbarca a Venezia 80

Tags: cinema, festival, film, venezia
coup de chance recensione film woody allen
Festival Business Eventi Film Film in uscita News
My Red Carpet

Woody Allen sbarca a Venezia 80

Tags: cinema, festival, film, venezia

Il regista Woody Allen è arrivato al Lido di Venezia per presentare il suo ultimo film Coup de Chance, film fuori concorso, che a suo dire non sarà il suo ultimo film anzi progetta di realizzarne un altro in italiano. Coup de Chance è invece un film interemente in lingua francese, che ha visto il ritorno del noto regista a Parigi dopo il successo di Midnight in Paris. Il film arriverà in Italia prossimamente distribuito da Lucky Red.

AFP 33UC2XA k0XD 656x369@Corriere Web Nazionale
Credits: La Biennale

Viste le accuse mosse contro il regista, in conferenza stampa Woody Allen ha esordito spiegando le sue difficoltà:

Coup de Chance, la recensione del cinquantesimo film di Woody Allen
Credits: Lucky Red
Ho una buona idea per un film ambientato a New York quindi se qualcuno si propone di produrmi un film accettando le mie regole, ovvero darmi i soldi senza leggere la sceneggiatura o mettere bocca sul cast allora lo farò. Se ricevessi una telefonata per fare un film in Islanda o avessi un’idea per fare un film in Germania lo farei

Woody Allen ha poi spiegato il suo Coup de Chance, l’ultimo film del regista che condivide diverse similitudini con Match Point:

coup de chance recensione film woody allen
Photo Credits: Lucky Red
Nella mia vita sono stato molto fortunato. Ho avuto due genitori amorevoli, una moglie e un matrimonio meravigliosi, due figli splendidi e dei buoni amici. Non ho mai sofferto niente di terribile e a quasi 88 anni non sono mai stato in ospedale. Sono stato sempre lodato, a volte non meritandolo. Spero che continuerà questa buona fortuna. Inizialmente l’idea era quella di raccontare la storia di una coppia di americani a Parigi. Per il mio cinquantesimo film mi sono voluto regalare un film in francese. È una lingua che non conosco ma non è stato difficile perché riesci a capire se un attore è credibile. Quando ero giovane ha ricordato il regista i film che mi hanno influenzato erano di autori francesi, italiani, svedesi, vedendo quei film ho capito che volevo fare il regista. In America volevamo tutti essere europei e fare cinema come loro. Per tutta la mia vita ho provato a fare film così. Ho ammirato tanto Truffaut, Renoir, Godard e volevo unirmi a loro. È stata un’esperienza meravigliosa poterlo fare.

Articoli recenti

xr:d:DAGCOIbaDQ8:4,j:8601174041356656217,t:24041216
Interviste
Federica Marcucci
The Greatest Hits: l'intervista al regista Ned Benson
Challengers: recensione del film di Luca Guadagnino con Zendaya
Top News
Alessio Zuccari
Challengers: recensione del film di Luca Guadagnino con Zendaya
kinds-of-kindess
News
Alice Gigli
Kinds of Kindness: l'anteprima mondiale al Festival di Cannes
The Greatest Hits
Film
Federica Marcucci
The Greatest Hits: la recensione del film
STAY CONNECTED